Compromesso onorevole (per loro) sulla Scala.

Si tratta, come è facile intuire,

16/ott/2003 12.41.43 Ernani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Compromesso onorevole per la Scala

Arriva Mauro Meli, Fontana resta.

Il cantiere della Scala
 


La querelle Scala, come era prevedibile, è giunta a una tregua. Non crediamo che sia una soluzione definitiva. Si tratta, come è facile intuire, di un compromesso che ha il merito di aver fornito ai contendenti qualche motivo per dichiararsi soddisfatti e giustificare la propria permanenza nel massimo teatro del mondo, dal quale è difficile staccarsi.
Vediamo infatti che le cariche della dirigenza scaligera si sono col tempo moltiplicate: abbiamo infatti (caso unico al mondo) due sovrintendenti (uno che si vorrebbe assumere e l’altro che si vorrebbe mandar via), due direttori artistici (uno dei quali è consulente dell’altro).
Non ci sarebbe nulla da eccepire se il Teatro producesse più spettacoli di qualsiasi altro analogo nel mondo. Ma come tutti sanno ciò non avviene. Così, possiamo semplicemente dedurre che la Scala costa il doppio e, a sentire il maestro Muti, lascia molto a desiderare riguardo alla presenza di artisti di prestigio (è questo il motivo fondamentale delle sue lamentele).
Tradotto per i profani questo sta a significare in pratica che il nostro maggior teatro costa troppo, ma ciò che produce non è all’altezza dei suoi meriti, da attribuire esclusivamente alle maestranze (orchestra e tecnici) che, come stanno dimostrando nelle recenti tournée, non sono seconde a nessuno.
Si conclude quindi con un bel compromesso che, solo nel prossimo futuro, potrà dare indicazioni certe su un’autentico cambio di indirizzo.
L’arrivo di Mauro Meli, che a Ferrara e a Cagliari, ha dimostrato ottime capacità e le sue dichiarazioni d’intenti rilasciate ai quotidiani e alle tv, ci obbligano a riporre in lui la fiducia che lo stesso maestro Muti gli accorda.
Non ci resta che cercare di essere, come al solito, osservatori imparziali e, come tali, di trarre una prima non contestabile conclusione: la squadra c’è, ora attendiamo i risultati.


----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: clicca qui

Sponsor:
Vuoi acquistare con sconti esclusivi? Con EmailConto Risparmio puoi scontare fino al 20% i tuoi acquisti!
Prova subito la convenienza cliccando qui.
Clicca qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl