DALL’EMILIA ALLA TOSCANA, LA CORELLI PORTA IN SCENA UN MIRABILE ELISIR

DALL'EMILIA ALLA TOSCANA, LA CORELLI PORTA IN SCENA UN MIRABILE ELISIR.

Persone Gemma Galfano Responsabile, Simone Marzocchi, Giacomo Contro, Dulcamara, Giuseppe Zema, Giorgia Paci, Gilberto Mulargia, G. Donizetti, Jacopo Rivani, Adina, Giannetta, Nemorino
Luoghi Toscana, Emilia Romagna, Ravenna, Bibbiena
Organizzazioni Orchestra Corelli
Argomenti teatro, spettacolo, arte, letteratura

18/feb/2016 12.28.10 Ufficio Stampa Orchestra Arcangelo Corelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DALL’EMILIA ALLA TOSCANA, LA CORELLI PORTA IN SCENA  
UN MIRABILE ELISIR
 

Regia scoppiettante, giovanissimo cast e organico tascabile: dopo il successo della scorsa estate nel Modenese, l'Elisir d’Amore de LaCorelli è pronto a debuttare in Toscana  

Ravenna, 18 febbraio 2016 – LaCorelli torna a cimentarsi nella produzione operistica: il curriculum del team artistico in fatto di lirica è ormai lungo ed articolato, ed è ben nota la particolare predilezione del Direttore Jacopo Rivani per questo genere, autentica miniera di richiami e suggestioni, che permette di spaziare e sperimentare, giocando con il linguaggio teatrale e musicale.

 Si torna a scommettere su Elisir d’Amore di G. Donizetti, un titolo amatissimo, vincente per vivacità e freschezza: un'Opera che, pur rifacendosi dichiaratamente a testi della letteratura e del teatro comico antecedente, presenta slanci di modernità sorprendenti per l'epoca, aprendo ad un lirismo (dalla celebre aria della Furtiva Lagrima in poi) e ad una evoluzione psicologica dei personaggi di tutto interesse.

Dopo il successo riscosso la scorsa estate nella bella cornice settecentesca di Villa Sorra, nel cuore della pianura modenese, la produzione arriva sabato 20 febbraio alle ore 21.30 sul prezioso palcoscenico del Teatro Dovizi di Bibbiena, nell’Aretino, riproponendo il cast e la regia che tanta fortuna le hanno portato.

Tornano così in scena Gilberto Mulargia (Nemorino), Giorgia Paci (Adina), Giuseppe Zema (il Dottor Dulcamara), Giacomo Contro (Belcore) e Giada Bastoni (Giannetta): un gruppo ormai affiatato, dentro e fuori il palcoscenico. Sul podio, Jacopo Rivani, che avrà al suo taschino una rosa di musicisti che tascabile lo è davvero: non più di una quindicina di elementi scelti, reclutati tra le file dell’Orchestra Corelli. La regia del ravennate Simone Marzocchi è una miscela ormai collaudata di situazioni rocambolesche che si avvicendano in un’ambientazione bucolica che profuma di campagna. Il Coro è quello bolognese del Quadriclavio, da lungo tempo avvezzo ai palcoscenici lirici, su cui si muove disinvolto e smaliziato.

L’Elisir di Bibbiena, in co-produzione con NATA Teatro - Nuova Accademia del Teatro d'Arte, è ulteriore testimonianza della grande sensibilità de LaCorelli ai richiami che giungono da altre realtà italiane, e dell’impegno profuso per realizzare insieme progetti ancor più grandi ed ambiziosi di quelli già impegnativi proposti in ambito ravennate e romagnolo.

Lo Spettacolo è in vendita con biglietto unico alla tariffa di 10,00 €.

Per info e prenotazioni: NATA - 335.1980509

 


Gemma Galfano
Responsabile Ufficio Stampa
LA CORELLI Società Cooperativa
Via Classicana, 313 - 48124 Ravenna
www.lacorelli.it
Tel. 320 4159565
E-mail: ufficiostampa@lacorelli.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl