Fw: MALPENSA FIERE 3 GIORNI DI MUSICA

per il mezzosoprano Elena Serra che si esibirà anche come violinista, il

29/ott/2003 11.02.10 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

comunicato dell'Accademia Lirica del Rotary Milano Sud Ovest e Isea Arts:
didascalie foto allegate: Tiziana Scaciga Della Silva, soprano milanese oriunda del Piemonte; il soprano cinese Shu Sheng Wang; il musicologo Daniele Rubboli direttore dell'Accademia Lirica Rotariana e Presidente di Isea Arts.
tel. 02.2842836 - 337.299585
 
 
TRE-GIORNI DELLA MUSICA :
LA SFIDA DEL MALPENSAFIERE
Quattro spettacoli in tre giorni - Sabato pomeriggio ingresso gratuito ad anziani e portatori di handicap - Venerdì anticipazioni delle celebrazioni per i 100 anni di "Madama Butterfly" di Puccini: 1904 - 2004 - Un cast internazionale -
 
Giovedì 30 ottobre, alle ore 21, il Malpensa Fiere, il grande quartiere fieristico a ridosso dell'uscita di Busto Arsizio sulla autostrada Milano Laghi, darà il via alla "Tre Giorni della Musica", una grande sfida che il mondo della produzione lancia sul territorio per mettersi al servizio della cultura e dello spettacolo.
Autore di questa esperienza è il musicologo modenese Daniele Rubboli, che a Milano ha fondato e dirige il Laboratorio Lirico Europeo del Rosetum e l'Accademia Lirica Rotariana del R.C. Milano Sud Ovest, ed è da pochi giorni Presidente dell'ISEA ARTS, una società costituitasi in questi giorni a Piacenza, per la promozione della cultura musicale e l'avvio nel mondo del lavoro dei giovani di talento che potranno vivere di teatro musicale.
Rubboli, che sarà anche il conduttore dei 4 spettacoli che si alterneranno nei 3 giorni, ha per questo coinvolto un cast di artisti lirici internazionali tra i quali spiccano i nomi del soprano milanese Tiziana Scaciga Della Silva, alessandrina d'origine, protagonista degli spettacoli di giovedì e sabato, mentre nei panni di Cio Cio San, per celebrare in anteprima i 100 anni del capolavoro pucciniano "Madama Butterfly", ci sarà il soprano cinese, di religione buddista, Shu Sheng Wang.
Con loro si alterneranno i tenori Marco Voleri e Andrea Bragiotto, mentre c'è molta attesa per il mezzosoprano Elena Serra che si esibirà anche come violinista, il cantattore Walter Rubboli, autentico mattatore del repertorio brillante e della canzone d'autore, nonchè la soubrette di Como, Elena D'Angelo.
La direzione musicale è affidata al mitico M° Roberto Negri del Teatro alla Scala di Milano.
Malpensa Fiere, che per organizzare questa iniziativa, aperta a tutti coloro che amano la bella musica da teatro, si è anche avvalsa dei club di servizio sul territorio (Rotary, Lions, Soroptimist ecc), ha voluto che lo spettacolo di sabato I° novembre fosse regalato ai portatori di handicap ed agli anziani che la sera hanno difficoltà ad uscire di casa.
 
GLI SPETTACOLI
Giovedì 30 ottobre alle ore 21, va in scena DA VIENNA A BROADWAY, viaggio in due tempi, scritto e raccontato da Daniele Rubboli, dalla operetta della Vecchia Europa al musical della Grande Mela, vale a dire dal Pipistrello a My Fair Lady e dalla Vedova allegra a Evita, senza dimenticare la bella operetta all'italiana.
Venerdì 31 ottobre alle ore 21, è in cartellone un'ampia selezione di MADAMA BUTTERFLY il capolavoro di Giacomo Puccini che compie 100 anni il 17 febbraio prossimo.
Sabato 1 novembre, alle ore 15,30 e alle ore 21, due recite di IL VINO NELLA GRANDE MUSICA, spettacolo in due tempi, scritto e raccontato da Daniele Rubboli, dedicato ai fiumi di fino rosso e bianco, fermo e spumeggiante che scorrono nell'opera e nell'operetta, nel musical e nella canzonetta dal Don Giovanni di Mozart alle Osterie di Fuori Porta di Francesco Guccini.
 
L'INTERVISTA
Daniele Rubboli, giornalista professionista e musicologo, nato a Modena e residente a Milano dal 1980, è uscito dalle redazioni nel 1988 dopo aver lavorato al record dei 3 milioni e mezzo di copie settimanali di "TV Sorrisi e Canzoni".
Da allora si dedica al teatro musicale anche se ha mantenuto un piede nel giornalismo dirigendo il mensile di cultura triveneta "2000", edito dalla Matteo di Treviso.
PERCHE' UNA 3 GIORNI DELLA MUSICA AL MALPENSA FIERE?
Perchè la musica è arte e cultura, due sorelle che senza le stampelle del mondo imprenditoriale non avrebbero mai camminato da sole. Giusto quindi che da un polo commerciale venga al grande pubblico questo servizio sull'onda del mecenatismo storico, che qui acquisisce un profumo di originalità perchè se un quartiere fieristico si è aperto alla musica, prima d'ora, lo ha fatto dando spazio al rock e al pop, non certo alla musica da teatro.
LEI INSISTE MOLTO SULLA MUSICA DA TEATRO, MA NON E' ALLORA MUSICA LIRICA?
Oggi occorre avere il coraggio di rinnovare il repertorio dei giovani che hanno scelto di giocarsi la vita, con buona follia, sulle corde vocali e ricordare, a loro come al pubblico, che sì è bellissima la musica del '700 e dell''800, ma abbiamo appena lasciato alle nostre spalle un '900 che ha visto nascere musica niente male.
Parlo del musical storico e contemporaneo, parlo della grande canzone da film che dopo un secolo di letteratura cinematografica deve entrare a pieno diritto nelle sale da concerto.
Parlare di <lirica> è riduttivo e fuorviante, perchè le voci destinate al teatro d'opera dovranno muoversi con altrettanta naturalezza nelle produzioni dei musical, e ripercorrere tante affascinanti colonne sonore da film, per servire emozioni altrettanto forti come quelle donateci dai melodrammi.
GIOVANI IN SCENA, D'ACCORDO, MA TRA IL PUBBLICO ?!
I giovani chiamano i giovani, anche se è vero che in platea la maggioranza ha superato gli <anta>. Ma non c'è da preoccuparsi. Tra vent'anni, come è accaduto in passato, il pubblico continuerà ad affollare questi appuntamenti musicali e l'età media sarà la stessa di oggi.
C'è un tempo per la musica da stadio ed uno per la musica da teatro, come c'è il tempo delle ciliegie e il tempo delle castagne.
IL 7 GENNAIO LEI PRESENTERA' AL REGIO DI TORINO IL SUO ULTIMO LIBRO EDITO A BUSTO ARSIZIO, C'E' UNA CONCATENAZIONE TRA GLI SPETTACOLI AL MALPENSAFIERE E QUESTO VOLUME?
Sì, il Rotary del Gruppo Olona che al mercoledì si ritrova in conviviale all'Hotel Astoria di Busto.
Da anni sono uno dei loro relatori annuali su vari argomenti musicali. Lì ho conosciuto il magnifico Luigi Mariani che all'interno della sue Arti Grafiche di Busto ha creato la Nomos edizioni, e altri amici, come Alberto Ganna, che mi hanno portato nella scorsa primavera a realizzare uno spettacolo musicale al Malpensafiere. Il successo di quell'evento ha poi generato l'effetto a catena che oggi mi ritrova qui. Circa il libro edito da Nomos è la storia di un ex ragazzo delle risaie di Vercelli, violinista, compositore, ma soprattutto ottimo direttore d'orchestra che ha insegnato cosa mai fosse l'opera lirica italiana nei teatri di Cuba e degli USA, di tutta l'Inghilterra e in buona parte d'Europa. Si chiamava Luigi Arditi, era di Crescentino, è morto 100 anni fa e nessuno di lui sapeva nulla perchè è vissuto sempre all'estero ed in particolare a Londra.
-------------------------------------------
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl