Concerto di Gala per i 50 anni di Teatro di Daniele Rubboli

12/nov/2003 04.08.42 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
comunicato
 
Domenica 16 a Sassuolo
CONCERTO DI GALA
PER I 50 ANNI DI TEATRO
DI DANIELE RUBBOLI
 
Damenica 16 novembre, alle ore 16, in occasione della Festa della Famiglia, Roberto Costi direttore del Teatro Carani di Sassuolo (Modena), ha organizzato il per i 50 anni di teatro del giornalista e musicologo Daniele Rubboli, il quale contemporaneamente fresteggerà i 30 anni di presenza nei cartelloni dello storico Teatro Carani.
Una grande festa della musica che si svolgerà, nella bella sala della Comunità DON ERCOLE MAGNANI, in via Papa Giovanni XXIII, poichè all'iniziativa hanno aderito sia il Club di Sassuolo sia la Parrocchia di San Giorgio.
Celebri artisti come il tenore trevigiano Vincenzo Bello che ebbe Rubboli tra i primi recensori entusiasti, ai suoi inizi di carriera, ed il baritono cremonese Orazio Mori che sarà a Sassuolo assieme alla figlia Debora, splendida pianista accompagnatrice, hanno dato la propria adesione a questo autentico Concerto di Gala che vede il coinvolgimento di tantissimi giovani professionisti del teatro musicale, come il soprano di Carpi Serena Daolio che con la regia di Rubboli il 19 novembre debutta nella al Comunale della sua città, il baritono di Bologna Pierluigi Dilingite, i soprani Monica Tarone una giovane piemontese già in cartellone alla Scala e la elegantissima Tiziana Scaciga Della Silva che per l'occasione ha preparato un repertorio originalissimo dall'opera al musical al cinema.
Di particolare rilievo la presenza del tenore livornese, Marco Voleri, un talento in brillante espansione.
Con loro anche Walter Rubboli, figlio di Daniele, che con il padre da anni fa coppia praticamente fissa in tanti spettacoli musicali.
Rubboli, che ha debuttato in teatro a Finale Emilia quando aveva solo 9 anni, e da allora non è mai piuù sceso dal palcoscenico che lo ha visto prima impegnato in spettacoli per ragazzi, poi con impegni sempre più professionali al tempo dei  mitici sabati pomeriggi al Domus di Modena ( oggi T. Michelangelo ) con l' Equipe 84, i Nomadi e i Marines, trovandosi anche al centreo della Compagnia dei Prometei che nel 1966, allo Storchi di Modena, mise in scena un anticipo del musical all'italiana "4 moschettieri e uno zampone" con la sponsorizzazione del gransde Giorgio Fini.
In quel cast giornalisti oggi di rango come Pierluigi Ronchetti e Daniele Soragni, e il non dimenticato Bruno Cernaz prematuramente scomparso.
Un mare di memorie modenesi che Daniele Rubboli citerà brevemente, domenica a Sassuolo, dando anche piccoli saggi dei testi che nel tempo ha affrontato come attore, mestiere al quale non ha mai rinunciato.
Oggi infatti, nonostante la sua immagine più diffusa sia quella del conduttore, oltre che autore, di grandi spettacoli musicali, ha ripreso intensamente anche l'impegno come attore soprattutto nelle produzioni di operette del suo Laboratorio Lirico Europeo che fa capo al Teatro Rosetum di Milano.
Produzioni che da oggi si intensificheranno anche grazie alla neonata società di produzioni di spettacoli ed eventi musicali ISEA-ARTS, appena battezzata a Piacenza, della quale Rubboli è presidente e direttore artistico.
L'ingresso è gratuito e si consiglia al pubblico di recarsi per tempo a conquistare i posti a sedere.
 
------------------------
Informazioni
Teatro Carani   0536.811084
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl