TRE DONNE IN CONCERTO

14/ott/2007 18.12.00 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
A Grignella di Cavarzere (VE)
TRE DONNE IN CONCERTO
PER  PALAZZO SILIMBANI
Si è dimostrara vincente la nuova formula ideata dal regista e musicologo Daniele Rubboli per l'evento musicale che sabato 13 ottobre ha suggellato la giornata dedicata all'inaugurazione del magnifico restauro di Palazzo Silimbani, a Grignella di Cavarzere (VE).
Romano Silimbani, residente a Padova, ha infatti aperto al pubblico la gigantesca costruzione che da secoli sorge tra quelle campagne del Polesine, così ricche di storia di antichissima umanità, ereditata dal padre, assieme alla vasta tenuta circostante con scuderie e recinzioni per l'educazione ippica dei giovanissimi.
I lavori di restauro hanno anche raddoppiato lo spazio per ospitare incontri teatrali, inaugurato sabato sera alla presenza di una autentica folla da "W la donna", spettacolo in due tempi scritti e raccontati da Daniele Rubboli in omaggio alle eroine del melodramma e dell'operetta, del musical e del Cafè Chantant.
La formula meno inflazionata di tre voci femminili, contro quella usurata dei "tre tenori", si è dimostrata vincente. Sia per la qualità delle tre artiste, sia per la loro capacità camaleontica di calarsi in ruoli e situazioni profondamente diverse, sia per la scelta di un repertorio ricco di colpi di scena.
Le "tre donne in concerto" erano il mezzosoprano di Milano Elena Serra che dal Werther e dall'Adriana Lecouvreur è passata a Porgy and Bess e a una personalissima irresistibile interpretazione della Berta rossiniana; il soprano leggero di Cremona Gloria Bellini che ha concluso con una osannata interpretazione della Bambola meccanica Olimpia dai Racconti di Hofmann, dopo aver ricevuto ovazioni con l'aria di Gasparina dal Campiello di GoldonI/Wolf Ferrari; il soprano lirico di Brescia Anna Maria Caruso che dall'Aida è passata a Frou Frou del Tabarin, da Tosca alla sciantosa napoletana ballando e cantando tra il pubblico in un tripudio di entusiasmi.
Due ore intense di musica nel corso delle quali Rubboli ha letto anche versi di poetesse venete passate alla storia della letteratura italiana come Gaspara Stampa autrice del Rinascimento e Vittoria Aganoor Pompili scrittrice di fine '800. Prestigioso l'accompagnamento pianistico di Luis Baragiola.
------------------------------------------------------------------------------------
Da Ufficio Stampa Isea Arts
Milano via Venini 23
02.2842836
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl