Milano AL CAVALLINO BIANCO

18/nov/2007 09.10.00 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Al Teatro Rosetum di MIlano
GALOPPATA TRIONFALE
PER IL CAVALLINO BIANCO
 
Galoppata trionfale quella dell'operetta viennese "Al Cavallino Bianco" per la prima volta messa in scena al Teatro Rosetum di Milano per la stagione che celebra i 50 anni di attività della gloriosa sala di via Pisanello 1. Realizzata dalla Compagnia Stabile di Operetta del Laboratorio Lirico Europeo diretto da Daniele Rubboli in seno al Centro Artistico e Culturale Francescano Rosetum, questa edizione ha fatto registrare un tutto-esaurito come da tempo non si vedeva.
Non solo sono state aggiunte poltrone in fondo alla platea, ma anche decine di sedie lungo le corsie della stessa mentre in galleria numerosi erano gli spettatori che hanno seguito in piedi tutto lo spettacolo.
L'ultima delle operette europeee, o forse la prima grande rivista del teatro leggero, è stata realizzata nell'adattamento e con la regia di Walter Rubboli che sulla scena è stato un travolgente Leopoldo, "primo cameriere" dell'Hotel Al Cavallino Bianco, perdutamente innamorato dell'ostessa Gioseffa alla quale ha dato vitalità la sempre migliore Tiziana Scaciga Della Silva.
Il soprano Daniela Tessore è stata una Ottilia rara, vivacissima, sia come figlia dell'industraile veneziano delle mutande Zanetto Pesamenole, caratterizzato da una intensa interpretazione dello stesso direttore artistico Daniele Rubboli, sia come fidanzata dell'avvocato Bellati, ruolo ben risolto dal tenore di Brescia Marco Ferrari.
Il Bel Sigismondo ha avuto nel baritono Diego Bellini un interprete ideale e Claretta ha goduto della verve dell'attrice Anna Maria Giovanelli. Deliziosa la macchietta del professore di lettere in vacanza, affidata alla professionalità di Paolo Angelini, mentre Betty Angelini ha creato una irripetibile cameriera Katy in perfetto stile altoatesino.
Felice il debutto nella compagnia di Giovanni Mezzogori nel ruolo del Granduca d'Austria.
Il balletto Arte Danza di Lecco con le coreografie dell'intelligente Cristina Romano ha dato le giuste spezie a questo spettacolo allestito con scene del Rosetum ed altre del Teatro Cenacolo Francescano di Lecco dove lo spettacolo aveva debuttato nel gennaio scorso. Il tutto coordinato da Maria Teresa Colombi.
Debora Mori ha ben sostenuto tutta la ricca parte musicale in un alternarsi di vivacità e momenti patetici che fanno di questa operetta uno dei capolavori assoluti della piccola-lirica europea.
Due passerelle in platea, come ai vecchi tempi della rivista, e ovazioni entusiastiche hanno festeggiato il successo di questo "Cavallino" destinato ad una lunga vita nei teatri lombardi e italiani.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
foto allegata    WALTER RUBBOLI protagonista e regista
da Direzione Rosetum-Milano
tel 02.48707203
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl