Bergamo: Roberto Devereux

26/dic/2003 09.47.42 Ernani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
A Bergamo, sabato sera, è andata in scena in forma di concerto con Raffaella Angeletti nel ruolo di Elisabetta. Voce particolare, la Angeletti, ha risolto, a mio parere in modo brillante il difficile ruolo. Una performance (culminata in un drammaticissimo finale) in crescendo per il soprano torinese che ha figurato una Elisabetta risoluta ma anche emotivamente fragile con voce perentoria ma capace di sfumature e colori. Il tenore Valter Borin ha voce di timbro gradevole, ma ha mostrato alcune incertezze vocali che, in ogni caso, non hanno inficiato in modo particolare la sua prova.
Note dolenti provengono dal Duca di Nottingham di Giancarlo Pasquetto (forse indisposto) che ha evidenziato grossi problemi in termini di tenuta vocale e di piattezza nella resa del personaggio.
Corretta la Sara di Angela Bonfitto.
Appena sufficienti gli artisti che hanno interpretato gli altri ruoli e discreto il coro. Di routine la direzione di Elio Boncompagni.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl