Fw: L'ACUTO & LA STECCA

26/gen/2004 16.42.24 Ernani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
----- Original Message -----
Sent: Saturday, January 24, 2004 7:33 AM
Subject: L'ACUTO & LA STECCA

 

Sul bel prato del primo atto di "Werther", andato in scena al
Comunale di Bologna, si avverte quel senso della Natura che pervade
l'opera di Massenet; anche se l'ambientazione nella Repubblica di
Weimer sembra poco congeniale al romanticismo di quest'opera. Il
dramma si chiude però con un'ottima intuizione: la scena finale
si svolge in una fumosa sala cinematografica di inizio secolo scorso.
Intensissima la "Charlotte" di Julia Gerseva, mentre Magali Leger
ci ha offerto una "Sophie" non stereotipata come spesso avviene.
Anche la conduzione sobria di Ives Abel completa uno spettaccolo
compiuto.

Spettacolo dal quale però resta escluso Andrea Bocelli, il quale
presentandosi sul palcoscenico quale tenore di una partitura certo
non tra le più facili, da tenore viene quindi anche giudicato. La
voce è bella nel registro medio grave ma poi salendo in alto non
è sorretta dalla tecnica e talvolta da risultati imbarazzanti.
La cosa migliore offerta da Bocelli è stata sicuramente il terzo atto,
più che dignitoso.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl