Antonio Giovannini di Firenze il primo premio del XXIII CONCORSO LIRICO INTERNAZIONALE IRIS ADAMI CORRADETTI - ottobre 2008

13/ott/2008 14.07.14 Studio P.R.P. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In allegato
Foto di Franco Storti, Padova
In ordine
Diana Mian, Mara Zampieri, Antonio Giovannini, Luca Dall’Amico



Comune di Padova
Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo

Teatro Comunale Giuseppe Verdi - Padova
sabato 11 ottobre 2008


XXIII CONCORSO LIRICO INTERNAZIONALE
IRIS ADAMI CORRADETTI
 


 
Trionfo del barocco e delle giovani voci , due delle quali venete,
al XXIII CONCORSO LIRICO INTERNAZIONALE
IRIS ADAMI CORRADETTI
 
Antonio Giovannini, Diana Mian, Luca Dall’Amico
trionfano in finale al Teatro Verdi di Padova.

Comunicato stampa

Il primo premio del XXIII Concorso internazionale intitolato al soprano Iris Adami Corradetti ricordata all’inizio della serata ascoltando una sua registrazione e con l’annuncio della ricorrenza dei 10 anni dalla scomparsa, è stato assegnato al ventottenne contraltista Antonio Giovannini.
Italiani e giovanissimi anche gli altri cantanti che, al termine del concerto che ha visto esibirsi i nove finalisti accompagnati dall’Orchestra Filarmonia Veneta “G. F. Malipiero” diretta dal M. Eric Hull, si sono aggiudicati il secondo e il terzo premio decretato dalla giuria internazionale: il soprano friulano Diana Mian e il basso vicentino Luca Dall’Amico.
I vincitori saranno segnalati ai principali Teatri e ad altre importanti Istituzioni oltre   ricevere un premio in denaro 1° premio assoluto: € 5.000;  2° premio assoluto: € 4.000 ;   3° premio assoluto: € 3.000.

Sono state assegnate anche quattro borse di studio: una al finalista più giovane vinta dal soprano Cristina Pasaroiu, due offerte dal  Circolo della Lirica di Padova, insieme ad un concerto che si terrà il 28 ottobre 2008 presso il Circolo Ufficiali, al soprano Cristina Pasaroiu e al basso Luca Dall’Amico e l’ultima offerta da Enzo Sicurtà al baritono veronese Simone Piazzola, risultato vincitore del terzo premio al 48esimo Concorso internazionale Voci Verdiane Città di Busseto che si è da poco concluso.
 
 
Nato a Firenze nel 1980, il contraltista Antonio Giovannini, è diplomato con il massimo dei voti in canto e pianoforte al conservatorio della sua città. Dal suo debutto giovanissimo in teatro ha collaborato fra gli altri con direttori quali Mehta, Letonja, Young, Bosman, Colon, Marcon e registi quali Decina, Taymor, Kemp, Armitage. Nel settembre 2006 ha debuttato al Teatro alla Scala nell’opera Il dissoluto assolto di Azio Corghi .
 
 
Diana Mian, nata nel 1983 in provincia di Gorizia, risultata idonea per il ruolo di Fiordiligi al Concorso As.Li.Co di Milano, vincitrice di importanti concorsi in Italia e all’estero: primo premio al concorso internazionale “Giovan Battista Velluti” di Riviera del Brenta,  secondo premio al Concorso “Città di Brescia”, e terzo premio al Concorso “Ferruccio Tagliavini” a Deutschlandsberg (Austria).
 
 
Luca Dall’Amico, nato a Vicenza nel 1978, si è diplomato con il massimo dei voti in trombone, organo e composizione organistica e perfezionatosi successivamente in canto lirico con il M. Sherman Lowe. Ha debuttato per festival e fondazioni liriche importanti tra cui ricordiamo: Arena di Verona, Teatro La Fenice di Venezia, Rossini Opera Festival, Teatro dell’Opera di Roma.


La Commissione Giudicatrice del Concorso, presieduta da Mara Zampieri, cantante lirica di grande fama, era composta da Peter Mario Katona, direttore artistico Teatro Covent Garden di Londra, Josef Hussek, direttore artistico Teatro dell' Opera di Amburgo, Jesus Iglesias Noriega, direttore artistico Teatro Real di Madrid, John Mordler, consulente artistico, Fortunato Ortombina, direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia, Cristina Ferrari direttore artistico del Teatro Carlo Felice di Genova, Umberto Fanni, direttore artistico del Teatro G.Verdi di Trieste, Renate Kupfer, consulente casting, Walter Vladarski, agente internazionale di Vienna, Mariano Horak, agente internazionale di Zurigo, Saverio Clemente, agenzia "All'Opera”, Alessandro Ariosi, agente "Opera Art", He-Jon Seo, docente di canto presso l’Università di Seul e Federico Faggion, direttore artistico del concorso. I premi

 
Una finale emozionante e caratterizzata da un alto livello dei concorrenti, che ha reso assai difficile decidere chi dovesse essere eliminato, è stata seguita da un numerosissimo pubblico (il teatro era quasi al completo), e ha visto la presenza in platea del M. Denis Kriev che curerà la regia de La Traviata in scena a Padova il 21, 23 e 27 dicembre 2008.

Il Concorso lirico IRIS ADAMI CORRADETTI è nato a Padova nel 1985 al fine di onorare il grande soprano milanese di nascita, ma padovano di adozione, che fu maestra di importanti Artisti e organizzatrice, forte e decisa, fino alla morte. Dal 2000 il Concorso, ideato dal Comitato della Lirica, è stato fatto proprio dall'Amministrazione Comunale di Padova, che gli ha dato la sicurezza della continuità garantendone l’ adeguato supporto finanziario e organizzativo..

Esso ha annoverato tra i commissari nomi illustri nel campo artistico (Simionato, Tebaldi, Carteri, Prandelli, Ferrari) direttori artistici e sovrintendenti dei maggiori teatri italiani e stranieri. Presidente per molti anni la stessa Corradetti, le sono succeduti tre soprani veneti: Rosanna Lippi, sin dall'inizio vice presidente con la Corradetti stessa, Mara Zampieri, Rosanna Carteri; nell’edizione 2005 la giuria è stata presieduta dal baritono Renato Bruson; nel 2006 dal soprano Maria Chiara; nel 2007 da Mara Zampieri, che ha presieduto la giuria anche nella corrente edizione.
Da alcuni anni a questa parte, sono stati inclusi nella lista dei Commissari molti operatori nel campo teatrale - tra cui gli agenti internazionali - trasformando il Concorso in un'audizione in piena regola. Il Concorso Corradetti è diventato una sorta di "vetrina" per coloro i quali hanno l'onore di arrivare tra i finalisti. Lo dimostrano gli ingaggi ottenuti da alcuni concorrenti meritevoli che, pur non avendo vinto alcun premio, sono comunque stati segnalati e poi scritturati per ruoli specifici alle loro vocalità (vedi il soprano Anna Smiech prima alla Fenice e poi anche per l'inaugurazione della Scala con L'Europa riconosciuta di Salieri).
 
 
 
 
 

curricula

Antonio Giovannini
Nato a Firenze nel 1980, si forma musicalmente come pianista diplomandosi con il massimo dei voti sotto la guida di Tiziano Mealli. Studia canto sotto la guida di Silvia Bossa diplomandosi al conservatorio di Firenze con il massimo dei voti e la lode. Si è laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Firenze con il massimo dei voti e la lode.
Ha iniziato a cantare come voce bianca nel Coro Giovanile della Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida di Joan Yakkey, esibendosi come voce solista in importanti allestimenti del Teatro Comunale di Firenze.
Nel 1999 ha debuttato come protagonista nella prima assoluta dell’opera Eliogabalo di Cavalli al Teatro San Domenico di Crema. Ha debuttato a Venezia nella prima rappresentazione in tempi moderni di Orlando finto pazzo di Vivaldi, cantando in seguito al Teatro Regio di Torino come voce solista del balletto Io, Giacomo Casanova della coreografa Karol Armitage. Dal suo debutto giovanissimo in teatro ha collaborato fra gli altri con direttori quali Mehta, Letonja, Young, Bosman, Colon, Marcon e registi quali Decina, Taymor, Kemp, Armitage.
Nel 2002 debutta al Teatro San Carlo di Napoli in un concerto di musica contemporanea con Mauro Ceccanti, ripreso al Teatro Olimpico di Roma e al Teatro Metastasio di Prato; interpreta il ruolo di protagonista nell’oratorio La conversione di Sant’Agostino con Carlo Rebeschini ed è voce solista nei Chichester Psalms di Leonard Bernstein con l’Orchestra del Friuli sotto la direzione di Davide Pitis.
Vince il Concorso Città Lirica Opera Studio e debutta il ruolo di Oberon in una produzione di A Midsummer Night’s Dream di Britten con la regia di Lindsay Kemp e la direzione di Jonathan Webb (Teatro Verdi di Pisa, Teatro del Giglio di Lucca e Teatro Goldoni di Livorno).
Da segnalare il debutto al Teatro alla Scala nell’opera Il dissoluto assolto di Azio Corghi nel settembre 2006. Torna al Festival Monteverdi di Cremona, dove aveva sostenuto il ruolo di San Giovanni nella Passione di Caldara, con L’Orfeo di Monteverdi. Tra gli impegni recenti il debutto, accolto da successo di pubblico e di critica, nel ruolo di Miles in The Turn of the screw di Britten diretto da Jonathan Webb per la regia di Elio De Capitani al Teatro Ponchielli di Cremona.
Nel 2009 debutterà al Teatro Comunale di Bologna nel Messiah di Händel e al Teatro Real di Madrid in Agrippina di Händel sotto la direzione di Alan Curtis. Sarà Matusio nel Demofoonte di Jommelli diretto da Riccardo Muti a Salisburgo.

Diana Mian
Nata nel 1983 in provincia di Gorizia, inizia giovanissima lo studio del canto lirico seguita da Romano Roma, Airi Tokola, Eleonora Iancovic, Claudia Pop e Luciana D’Intino. 
Dal 2003 si dedica anche al repertorio cameristico perfezionandosi con membri del Trio di Trieste, il Trio di Parma, Anna Maria Dur, Michael Flaksman, Gloria Paulizza, Ari Angervo. In questo contesto si è aggiudicata il primo premio assoluto alla Rassegna di Musica da Camera “I Giovani per i Giovani” a Ravenna e premio speciale “Renova Palace”, il primo premio assoluto al Concorso “Lilian Caraian” a Trieste e il secondo premio (primo non assegnato) al Concorso Internazionale “Rovere D’oro” ad Imperia nella sezione Giovani Talenti. In ambito lirico partecipa ai concorsi internazionali “Toti Dal Monte” a Treviso  per il ruolo di Nannetta (Falstaff) e “Val di Sole” a Trento, risultandone finalista. È vincitrice del secondo premio al Concorso “Città di Brescia” (primo non assegnato) e del premio del pubblico, premio che si aggiudica anche al Concorso “Voci Liriche Rosetum” di Milano. Nel 2007 ottiene l’idoneità al Concorso AsLiCo di Milano per il ruolo di Fiordiligi (Così fan tutte). Ha vinto recentemente il Primo Premio al Concorso Internazionale “Giovan Battista Velluti” di Riviera del Brenta. 
Nel 2005 partecipa allo spettacolo di prosa Laboratorio D’Annunzio interpretando liriche di Tosti, rappresentato alla Sala del Ridotto del Teatro Verdi di Trieste.
Nel 2006 collabora con il Coro e l’Orchestra dello stesso Teatro nell’esecuzione dell’Exultate Jubilate e dei Vesperae Solemnes di Mozart, e successivamente in Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn.. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra Città di Monfalcone nell’esecuzione del Gloria di Vivaldi.
Tra le numerose esibizioni spiccano per importanza quelle al ridotto del Teatro di Ravenna, al Galà d’Opera per l’apertura della stagione del Teatro di Bibiena a Mantova, Serpina ne La serva padrona di Pergolesi, nella Suor Angelica (Suora Infermiera) al Teatro Verdi di Trieste e Fiordiligi nel circuito dei Teatri lirici lombardi. Recentemente è stata impegnata in due produzioni del Teatro Verdi di Trieste: La rondine di Puccini (Yvette e Georgette) e Scugnizza nonché il debutto come Adina ne L’elisir d’amore a Chioggia; prossimamente sarà al Teatro di Sassari in La bohème (Musetta) e a Bergamo e in Giappone ne L’elisir d’amore.

Luca Dall’Amico
Luca Dall’Amico, giovane Baritono e Basso-baritono, nasce a Vicenza dove si diploma con il massimo dei voti in trombone, organo e composizione organistica, presso il conservatorio della sua città. 
Attualmente si perfeziona nel canto lirico con il M°Sherman Lowe, a Venezia .
Svolge un’intensa attività concertistica e collabora con varie formazioni orchestrali, affrontando un vasto repertorio sacro e operistico. In Italia si è esibito più volte nel Requiem di Mozart, nella Messa da Requiem di Verdi, Petite Messe Solennelle e Stabat Mater di Rossini, Stabat Mater di Dvoràk sotto la direzione del M° G. Fracasso.
Interpreta nel musical Jesus Christe Superstar i ruoli di Caifa e Pilato   in  numerose rappresentazioni nel Nord Italia
Nel 2003 partecipa a Carmen all’Arena di Verona, sotto la direzione del M° A.Lombard e con la regia di F.Zeffirelli. Debutta a Milano Italiana in Algeri nel ruolo di Haly, Don Giovanni nel ruolo di Leporello, Barbiere di Siviglia nel ruolo Basilio, Madama Butterfly nel ruolo di  Zio Bonzo e Le Nozze di Figaro, a Venezia, nel ruolo di Figaro .
Nel 2004 interpreta il ruolo di Don Prudenzio ne Il Viaggio a Reims, al Rossini Opera Festival di Pesaro e partecipa all’omaggio nel centenario della nascita di G.Petrassi, interpretando Morte dell’Aria al Teatro Malibran per la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia .
Nel 2005 debutta Così Fan Tutte  di Mozart nel ruolo di Don Alfonso/Guglielmo a Venezia e Ping in Turandot di Puccini, a Seul–Corea, nel Teatro Sejong,  sotto la direzione del M°Palleschi e la regia di Katia Ricciarelli, al fianco di Martinucci e Casolla.
Successivamente è ne Li finti filosofi di Spontini diretto dal M°Rovaris, per la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e in La Forza del Destino  di Verdi a Rovigo, Pisa, Modena. Recentemente è stato Haly ne L’Italiana in Algeri di Rossini, sotto la direzione del M° Fernandez e con la regia di M.Gandini al Teatro Comunale di Treviso.
Nel 2006 è  in cartellone al Teatro La Fenice  con Die Zauberflote  e Traviata, in numerosi Teatri Italiani con La Forza del Destino e al Teatro Olimpico di Vicenza con Il Flauto Magico, per la regia di Marco Gandini.

Cristina-Antoaneta Pasaroiu
Ha completato i suoi studi presso la Scuola Musicale “Dinu Lipatti” di Bucarest, il Conservatorio di Ginevra e l’Accademia dello Spettacolo di Vienna. Ha quindi seguito i corsi di E.Harrhy a Londra e in Italia - le masterclass di Canto Lirico tenute dal M° Vittorio Terranova.
Il suo repertorio include opere di autori quali Mozart, Haydn, Weber, Schubert, Bach, Verdi, spaziando dal repertorio lirico a quello liederistico.
E’ stata premiata in numerosi concorsi internazionali: Concorso di interpretazione „Romantic Miniatur“ (Gala_i), Concorso internazionale „George Georgescu“ (Tulcea), Concorso liederistico internazionale „Johannes Brahms” (Pörtschach/Wörthersee), Concorso di interpretazione „Paul Constantinescu“ (Ploie_ti - 1° premio), Concorso internazionale „Ferruccio Tagliavini“,Concorso internazionale „Hariclea Darclée“.
La sua attività artistica si estende anche al Musical e alla musica jazz.

Simone Piazzola
Nato a Verona, fin dall’età  di 11 anni è stato seguito negli studi musicali dal soprano Alda Borelli Morgan dimostrando precocità nell’apprendimento. Inizia giovanissimo la sua attività  partecipando a numerosissimi concerti. Nel 2004 ha preso parte a vari concerti organizzati dalla Fondazione Arena di Verona. Nel 2005 ha vinto il primo Premio al The 2th International Festival of Operatic Singers Marie Krajaâ a Tirana. Nel 2005 ha preso parte all’opera Il Re di U. Giordano di cui è stato fatto un DVD dalla  Bongiovanni. Nel 2006 ha debuttato il ruolo di Marullo nel Rigoletto al Teatro dell’Opera di Roma diretto da  Bruno Campanella e nella successiva tournèe in Giappone. Nel 2007 ha vinto il 61esimo Concorso della Comunità Europea per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Ha inaugurato il Festival Veneto con un concerto del Teatro La Fenice di Venezia diretto da Giampaolo Bisanti.
 

 
 
 
Finale del XXIII Concorso internazionale
Iris Adami Corradetti
Teatro Giuseppe Verdi di Padova
Sabato 11 ottobre 2008, ore 20.45
 
Orchestra Filarmonia Veneta “G. F. Malipiero”
Direttore, Eric Hull
 
 
W. A. Mozart, Don Giovanni
Fin ch’han del vino
Baritono VALERIU CARADJA

V. Bellini, La Sonnambula
Vi ravviso o luoghi ameni
Basso LUCA DALL’AMICO
 
W. A. Mozart, La clemenza di Tito
Parto, parto
Mezzosoprano GIUSEPPINA BRIDELLI
 
V. Bellini, I Puritani
Ah per sempre io ti perdei
Baritono EVGENY LIBERMAN
 
A. Dvoràk, Rusalka
Inno alla luna
Soprano DIANA MIAN
 
C. Gounod, Faust
Avant de quitter ces lieux
Baritono VITTORIO PRATO
 
G. F. Händel, Tolomeo
Stille amare
Contraltista ANTONIO GIOVANNINI
 
G. Charpentier
Depuis le jour
Soprano CRISTINA PASAROIU
 
G. Verdi, Don Carlo
Per me giunto…io morrò
Baritono SIMONE PIAZZOLA

G. Verdi, Un Ballo in maschera
Eri tu
Baritono VALERIU CARADJA

G. Verdi, Macbeth
Come dal ciel precipita
Basso LUCA DALL’AMICO
 
G. Rossini,
Nacqui all’affanno
Mezzosoprano GIUSEPPINA BRIDELLI
 
C. Gounod, Faust
Avant de quitter ces lieux
Baritono EVGENY LIBERMAN
 
G. Charpentier
Depuis le jour
Soprano DIANA MIAN
 
W. A. Mozart, Le nozze di Figaro
Hai già vinto la causa
Baritono VITTORIO PRATO
 
A. Vivaldi, Orlando
Nel profondo e cieco mondo
Contraltista ANTONIO GIOVANNINI
 
G. Puccini, La Rondine
Chi il bel sogno di Doretta
Soprano CRISTINA PASAROIU
 
G. Donizetti, Lucia di Lammermoor
Cruda funesta smania
Baritono SIMONE PIAZZOLA



STUDIO P.R.P.
Alessandra Canella
Via del Vescovado, 79
35141 Padova
info@studiopierrepi.it
Tel. 049 - 8753166

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl