gli 80 anni di Sergio Corucci gran patron dell'operetta italiana

08/mag/2004 13.32.31 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

da Ufficio Stampa Isea Arst
02.2842836
337.299585
-------------------------------------------
 
HA COMPIUTO 80 ANNI
SERGIO CORUCCI
PATRON DELL'OPERETTA
 
Il 7 maggio, nella sua residenza di Milano, ha festeggiato gli 80 anni l'impresario SERGIO CORUCCI, nato a Pisa nel 1924 e da 50 anni il grande vate dell'operetta italiana.
Una storia affascinante, la sua, che inizia nel 1953 facendo compagnia, a Pisa e provincia, con un grande comico e regista d'operetta, quel Raffaele Trengi che aveva lavorato con gli autori dell'operetta italiana, quali Carlo Lombardo, Giuseppe Pietri e Virgilio Ranzato, e rivaleggiava con le compagnie di Nuto Navarrini e Ines Lidelba.
Il successo ottenuto da questa prima esperienza, porta Sergio Corucci i dimenticare i suoi progetti di geometra, e a dedicarsi interamente al teatro formando nel 1958 la storica Compagnia Italiana di Operette con il più grande comico della piccola lirica di tutti i tempi, il bergamasco Elvio Calderoni, morto immaturamente nel pieno del successo. Al fianco di Calderoni, un nome storico del cinema e del teatro italiani: il piemontese Carlo Campanini, mentre soubrette era la luminosa Aurora Banfi.
Furono anni clamorosi con Sergio Corucci che riuscì a portare i suoi spettacoli in teatri di grandissimo prestigio come il Regio di Parma e il Liceum di Barcellona, avendo come tenori grandi nomi quali il piacentino Gianni Poggi, il napoletano Carlo Bini e il ferrarese Franco Artioli, il tenore che ci ha lasciato la maggior discografia italiana di operetta ancor oggi in commercio.
Nel 1966, con il soprano Bruna Rizzardini, Corucci porta l'operetta italiana in un lungo festeggiatissimo tour in Sud America e di trionfo in trionfo arriva quel 1970 nel quale muore improvvisamente Elvio Calderoni.
Il suo posto sarà assunto dall'attore bolognese Alvaro Alvisi, lui pure però morto poco piu' che cinquantenne nel 1982, dopo 12 anni di vita artistica al fianco di Sergio Corucci.
Entra allora in campagnia il fiorentino Paolo Pieri con la nuova estroversa soubrette Nadia Furlon che farà più tardi coppia con Franco Barbero che, allievo di Macario, vive con Sergio Corucci una lunga stagione di successi dal 1984 al 1995.
Nel '96 fanno coppia nella Compagnia Italiana d'Operetta Maria Rosa Congia e Massimo Bagliani, sostituito nel 2003 da Carlo Vitale.
Oggi, per festeggiare gli 80 anni di vita e i 50 di attività nel teatro d'operetta, Sergio Corucci ha interamente rinnovato la compagnia assumendo la splendida soubrette milanese Elena D'Angelo in coppia con l'attore Pierluigi Gallo già applaudito protagonista nei musical "Hello Dolly", "Grease", "Can Can".
Orchestra, coro, balletto saranno tutti italiani con la direzione d'orchestra del M° Pulin di Bologna e la regia e coreografia di Maurizia Camilli.
Tre i titoli in cartellone per questa stagione celebrativa del proprio patron: "La duchessa del Bal tabarin" di Leon Bard (alias Carlo Lombardo da Napoli), "Cin Ci Là" e "Il paese dei campanelli" entrambe di Lombardo e Ranzato.
-----------------------------------------------------------
 
informazioni:
tel e fax 02.8690947
www.operettaitaliana.com
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl