FORLI'

Giuseppe Verdi, raccontato dal musicologo Daniele Rubboli direttore del Laboratorio Lirico Europeo di Milano, sarà infatti il protagonista assoluto di una serata che ne testimonia il lungo percorso drammaturgico dal Macbeth del 1847, al Ballo in maschera del 1859, passando attraverso due titoli di assoluta popolarità come Rigoletto e Traviata.

15/apr/2009 15.38.48 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Sabato 18 aprile
FORLI': G. VERDI PROTAGONISTA
AL TEATRO COMUNALE D.FABBRI
Appuntamento con il musicologo e regista Daniele Rubboli tra Macbeth, Rigoletto, Traviata e Ballo in maschera -
Festa grande della musica sabato 18 aprile al Teatro Comunale Diego Fabbri di Forlì dove alle 21 va in scena uno spettacolo organizzato dall'attivissima Associazione Forlì per Giuseppe Verdi, presieduta da Giovanni Basini, interamente dedicato al teatro del geniale operista parmigiano.
Giuseppe Verdi, raccontato dal musicologo Daniele Rubboli direttore del Laboratorio Lirico Europeo di Milano, sarà infatti il protagonista assoluto di una serata che ne testimonia il lungo percorso drammaturgico dal Macbeth del 1847, al Ballo in maschera del 1859, passando attraverso due titoli di assoluta popolarità come Rigoletto e Traviata.
I quattro capolavori verdiani saranno presentati in ampie selezioni da un cast artistico di giovani professionisti del palcoscenico lirico internazionale accompagnati al pianoforte dal faentino M° Marco Berdondini.
Canteranno infatti a Forlì il soprano Ekin Futaci De Ambrogio, la piu' autorevole artista turca oggi attiva in Italia e il soprano fiorentino Maria Simona Cianchi, una delle voci drammatiche emergenti nel panorama italiano ormai asfittico per questi ruoli.
Con loro il celebre tenore cremonese Luca Bodini, da anni impegnato nei teatri di tutta Europa, e il baritono perugino Giulio Boschetti che il pubblico di Forlì ha già apprezzato e applaudito in un Concerto all'Auditorium della Cassa di Risparmio, lo scorso anno.
Le scelte musicali potranno testimoniare come Giuseppe Verdi abbia saputo vivere la sua lunghissima stagione creativa senza mai perdere il desiderio di sperimentare se stesso, tentando vie nuove per un costante rinnovamento dell'arte musicale, sempre sostenuto da un entusiasmo che gli ha consentito di creare opere immortali dagli inizi di carriera, ad esempio con Nabucco, fino a 80 anni quando ci ha donato opere sorprendenti e imprevedibili come Otello e Falstaff.
Daniele Rubboli, autore e conduttore dello spettacolo, tornerà poi a Forlì il 24 maggio prossimo per firmare la regia dell'attesa produzione di Turandot di Puccini, sempre promossa dall'Associazione Forlì per Giuseppe Verdi.
-------------------------------------------------------- 
FOTO: soprano Maria Simona Cianchi
            soprano turco Ekin Futaci
-----------------------------------------------------------------
si ingrazia per l'attenzione
per informazione tel: 338.1337290  
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl