Forlì: Verdi celebrato al Comunale

Forlì: Verdi celebrato al Comunale FORLI':AL TEATRO COMUNALE FESTA GRANDE PER G. VERDI Giovanni Basini, presidente dell'Associazione Culturale "Forlì per Giuseppe Verdi", ha celebrato il geniale operista di Busseto con un originale concerto lirico al Teatro Comunale di Forlì.

22/apr/2009 23.06.49 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
FORLI':AL TEATRO COMUNALE
FESTA GRANDE PER G. VERDI
Giovanni Basini, presidente dell'Associazione Culturale "Forlì per Giuseppe Verdi", ha celebrato il geniale operista di Busseto con un originale concerto lirico al Teatro Comunale di Forlì.
Affidato al musicologo Daniele Rubboli, lo spettacolo ha percorso vari momenti della vita creativa di Verdi dal "Macbeth" fino a "Un ballo in maschera", passando attraverso l'esperienza di "Rigoletto" e "Traviata".
I quattro titoli, presentati e commentati da Rubboli, sono stati oggetto di quattro intense selezioni affidate all'ottimo pianismo del direttore d'orchestra faentino Marco Berdondini, lo stesso che a Forlì dirigerà "Turandot", sempre al Teatro Comunale Diego Fabbri, domenica 24 maggio, alle ore 16.
Protagonisti alcuni giovani professionisti del Laboratorio Lirico Europeo di Milano diretto da Daniele Rubboli.
Con loro l'ottimo soprano fiorentino Maria Simona Cianchi, la nuova voce drammatica del teatro lirico italiano, che ha dato a Lady Macbeth e Amelia il giusto pathos con interpretazioni vocalmente impeccabili ed una eccellente, sincera partecipazione emotiva.
A lei si è alternata la bella e brava Ekin Futaci De Ambrogio, il miglior soprano turco oggi residente in Italia (ha sposato un dirigente della Pirelli), che ha ottenuto un personalissimo successo nel ruolo di Gilda e in particolare come Violetta Valery, personaggio nel quale sa calarsi con profondità di scavo psicologico.
Unico tenore il cremonese Luca Bodini il quale,pur dando il meglio di sè nel "Ballo in maschera", ha confermato il suo attuale stato di grazia e la bella maturità artistica raggiunta che gli consente in ogni occasione di sfoggiare uno standard di grande sicurezza.
Meritati applausi anche per il baritono perugino Giulio Boschetti il quale, dopo i molti debutti del 2008, anno della sua rivelazione in campo internazionale, conferma le promesse della vigilia sia per la bellezza vocale sia per l'interpretazione che nel tempo potrà ancor meglio raffinarsi, soprattutto se dimenticherà di cedere alle tentazioni di "puntature" vocali non sempre opportune.
Il pubblico ha tributato a tutti prolungate ovazioni.
-----------------------------------  
Foto allegata : soprano Maria Simona Cianchi
si ringrazia per la preziosa attenzione
L.L.E. di Milano tel 0238707203
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl