Chi ah scritturato Bartoletti alla SCALA si penti e chieda scusa

riconoscono come un collaboratore e una guida, ma come colui che mette in

26/ago/2004 17.12.45 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da: Soprannome MSNZecchillo  (Messaggio originale) Inviato: 07/07/2004 16.52
VI SONO ALMENO 10 o 15 DIRETTORI PIU' BRAVI DI BARTOLETTI PER DIRIGERE LA "BUTTERFLY"
 
La stampa milanese ci informa che va in scena, al Teatro Arcimboldi-Scala, la "Madama Butterfly" di Puccini, diretta dal M.o Bruno Bartoletti. L'ingresso alla Scala di questo maestro non è stato difficile, a quanto pare, avendo l'avallo di Riccardo Muti. Molti sanno che Bartoletti non è mai stato un genio del podio, né una grande attrattiva musicale, poiché le sue esecuzioni sono piuttosto di "routine". La stragrande maggioranza dei cantanti che hanno lavorato con lui non lo riconoscono come un collaboratore e una guida, ma come colui che mette in soggezione, riprende con animosità, crea insicurezza, ed è pronto a protestare chiunque non si dimostri sufficientemente ossequioso. L'avallo di Muti era scontato, perché - come abbiamo detto - Bartoletti non entusiasma con le sue esecuzioni, inoltre è molto, molto avanti con gli anni e portatore di 7 by-pass. I direttori d'orchestra preferiti da Muti sono - com'è noto - di due categorie: quella dei tipi come Bartoletti e quella dei giovani senza esperienza e senza curriculum. Insomma, dei musicisti che non gli danno ombra.
Ci sono almeno 10-15 direttori d'orchestra molto più bravi di Bartoletti per dirigere un'opera come la "Butterfly". Faccio due nomi al volo: Daniel Oren e Nello Santi, che hanno notoriamente talento, genialità, musicalità e un carisma che incanta non solo il pubblico, ma anche gli orchestrali.
Visto che il Teatro Arcimboldi-Scala è uno dei più importanti del mondo, perché non si è scritturato il meglio?
                                                        * * * *
Ho letto proprio oggi sul "Corriere della sera" una notizia su sei colonne, in cui si dice che il Ministro dei Beni Culturali, Giuliano Urbani, vorrebbe diminuire le sovvenzioni alla Scala. A caratteri cubitali la notizia evidenzia la vibrata protesta di Muti, che si erge a difensore della Scala contro questa eventuale decisione. Notare che questo direttore d'orchestra pretende dalla Scala (che dice di amare molto) dai 20 mila ai 25 mila euro ogni volta che sale sul podio. E durante un anno vi sale decine di volte. Siamo stupiti e indignati dalla totale mancanza di pudore di questo signore.
 
Giuseppe Zecchillo - segretario Sindacato Nazionale Autonomo Artisti Lirici



----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te:clicca qui

Sponsor:
Stanco del tappetino mouse che hai??
Stampaci l'immagine che vuoi tu!

Clicca qui


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl