Zecchillo il miglior consigliere del teatro alla SCALA

02/set/2004 17.34.12 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL TEATRO ALLA SCALA
COERENTEMENTE ALLA POLITICA DELLO SNAAL CONTINUIAMO A DIVULGARE GLI INTERVENTI DI ZECCHILLO IN CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER INFORMARE I CI1TADINI E GLI ARTISTI, I QUALI HANNO TUTTO IL DIRITTO DI SAPERE COSA AVVIENE IN UN ENTE PUBBLICO

ORCHESTRA-SCALA-FILARMONICA



L’Associazione «Filarmonica della Scala» ha una sede, un presidente, un bilancio, un’amministrazione indipendenti dall’ente liti­~o milanese, ma è formata dagli stessi elementi dell’orchestra sca­ligera, adopera il marchio della Scala e opera, con scopo di lucro, ache all’interno dell’ente e in concorrenza con esso: tutto ciò è legale?
Inoltre, con gli stessi elementi dell’orchestra Scala-Filarmonica sono nati altri gruppuscoli, come «I cameristi della Scala» e «gli archi della Scala» nonché - per imitazione - «Il coro filarmonico iella Scala» che agiscono in proprio.
Si dice che, per favorire le attività speculative extra-Scala di que­~te organizzazioni, l’ordine del giorno del teatro venga addirittura condizionato. Qualora ciò non si potesse dimostrare, la situazione sarebbe comunque grave, poiché, anche presumendo che l’orche­~tra della Scala lavori per la Filarmonica solo nelle giornate di ti­oso, ne deriverebbe che non riposerebbe mai.
Sicché, dopo l’attività extra-Scala, i professori d’orchestra si pro­lucono alla Scala ormai stanchi. Ecco perché la critica sottolinea .a perfezione dell’Orchestra Filarmonica e la scarsa brillantezza dell’orchestra scaligera, pur essendo gli stessi elementi a suonare. Si racconta ormai come una barzelletta che l’orchestra suona bene quando lavora in proprio, cioè per la Filarmonica, e suona male quando lavora in conto terzi, cioè per la Scala.
La critica, che fa rilevare che l’orchestra scaligera appare spenta e svogliata, certamente non sa che i professori sono stressati dall’ec­cessivo lavoro sostenuto extra-Scala.
Durante una riunione della Commissione Centrale Musica, presso i Ministero dello Spettacolo, ho fatto un’interpellanza e i funzio­~ar addetti hanno apertamente dichiarato che la situazione sopra iescritta è illegale.
[n tal caso, urge trovare una soluzione adeguata a ridefinire corrett:amente la posizione della Scala nei confronti della Filarmonica e viceversa. Si sarebbe gradita una sua risposta scritta.

IMPEGNO PER RIEMPIRE IL TEATRO
Il sovrintendente Fontana si è adoperato al massimo, impegnando ti 100% gli uffici del teatro, per ottenere un notevole afflusso di pubblico a tutte le 9 recite dell’opera «Parsifal» di Wagner. Viceversa, i successivi spettacoli (sia il balletto al Teatro Lirico, che le opere «Fra Diavolo» e «Arabella»). hanno registrato molti palchi e moltissimi posti in platea vuoti.
Per quale motivo? A questa domanda ci sono due possibili rispo­ste:
O Avendo io sostenuto, in Consiglio di amministrazione, che 9 re-Dite di «Parsifal» erano troppe, rispetto al pubblico interessato a un’opera in lingua tedesca, della durata di 6 ore, Fontana ha mobilitato tutti gli staff scaligeri per ottenere afflusso di gente e dimo­strare il mio torto. Non avendo invece, nessuna sfida da sostenere per i restanti spettacoli, non ha espresso lo stesso zelo e i risultati sono stati negativi.
§ Quando si tratta di un’opera diretta dal M.o Muti, la Scala si mobilita in cerca di consensi, pubblico, stampa, ecc. Quando diri­gono altri maestri tutto è abbandonato al caso.
Nell’una e nell’altra ipotesi, mentre sono ben contento che il con­corso di pubblico al «Parsifal» abbia contraddetto le mie previsio­ni, ritengo tuttavia che un grande teatro come la Scala debba te­nersi sempre a una certa altezza e non procedere fra impennate di livello e cali paurosi.

O CONSIGLIERI O COLLABORATORI
Ho ricevuto lamentele, da parte di associazioni importanti, per una questione molto delicata, che brevemente riassumo.
È noto che i consiglieri Giovanni Tenconi e Giovanni Fazzari so­no rispettivamente presidenti dell’Associazione Loggionisti e del­l’Associazione Serate Musicali.
Entrambe queste associazioni intrattengono rapporti di collabora­zione con l’ente lirico milanese: la prima per conferenze e manife­stazioni, la seconda per concerti.
Dall’attività delle rispettive associazioni i presidenti traggono vantaggi: Tenconi, che è un personaggio politicizzato, trae presti­gio e voti; Fazzari, un utile economico.
Per tali motivi, che investono l’etica e la correttezza, sembra op­portuno a molti che Tenconi e Fazzari siano invitati a fare una scelta: o dimettersi dal Consiglio di amministrazione scaligero e continuare la collaborazione con l’ente per i loro interessi perso­nali; o restare nel Consiglio e rinunciare alla collaborazione delle loro associazioni con la Scala.
La loro attuale duplice posizione suscita commenti e sospetti, an­che perché il Teatro alla Scala non intrattiene rapporti di collabo­razione con altre Associazioni, tanto qualificate quanto quelle di Tenconi e Fazzari.Per una questione di trasparenza, la Scala - che concede il proprio marchio ad associazioni presiedute dai suoi consiglieri - non dovrebbe negano ad altre, ma collaborare alter­nativamente con esse.
Il privilegio concesso ai due consiglieri, secondo l’opinione diffu­sa, condiziona la loro libertà in sede di Consiglio di amministra­zione, e la loro obiettività al momento dei voto su delibere propo­ste dal sovrintendente.
Con tali carenze, Tenconi e Fazzari appaiono non solo consiglieri non più validi, ma gettano anche ombre sull’immagine della Scala, risultando, con ciò, contrari all’interesse dell’istituzione.
In tale situazione, mi sembra opportuno che il Presidente inviti i suddetti consiglieri a dimettersi, allo scopo di moralizzare l’istitu­zione e dare una risposta alle perplessità dell’opinione pubblica in merito.





Legal Copyright © 2003-2004 Giuseppe Zecchillo [GZ]






----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te:clicca qui

Sponsor:
Vuoi ricevere gratuitamente, ogni giovedì, manuali e guide per il tuo PC? Aggiornati gratis con Manuali.net! Clicca qui
Clicca qui


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl