Lo SNAAL propone un'AIDA aSAN SIRO

09/set/2004 17.23.33 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Pag. 5


Il Nostro Giornale Ottobre-Dicembre 1990
Organo di Stampa Ufficiale degli Artisti Lirici


LO SNAAL PROPONE UN’ “AIDA” A SAN SIRO



Il Sindacato degli artisti lirici (SNAAL-CISAL), con una lettera inviata al direttore artistico del Teatro alla Scala, Cesare Mazzonis, ha proposto la realizzazione di un’ “Aida”, una “Carmen”, o un “Nabucco” a San Siro per accontentare il grande pubblico e rilanciare la lirica fra i giovani.

Il segretario dello SNAAL, baritono Giuseppe Zecchillo, ha dichiarato alla stampa in merito a questa proposta: “Ormai i teatri programmano a ritmo triennale e quindi si può cominciare a pensare, per la prossima stagione estiva, alla produzione di una grande opera per decine di migliaia di spettatori. I vecchi templi della lirica non sono più in grado di soddisfare la richiesta del pubblico, come ha dimostrato la recente “Traviata” che ha visto migliaia di potenziali spettatori delusi dalla mancanza di biglietti. In estate - prosegue Zecchillo - ci sono anche i turisti, ai quali la nostra città offre poco più che canzonette e risotti, mentre gran parte dei musei sono chiusi per vari motivi.

Un avvenimento musicale di grande respiro potrebbe essere la risposta adeguata da parte di una città come Milano. Dal punto di vista economico potrebbe venirne un grosso utile di cui servirsi per aumentare le recite alla Scala nella stagione invernale.

Se Vasco Rossi e altri cantanti di musica rock e leggera riescono a coinvolgere addirittura 60.000 persone, si può pensare che, con un’organizzazione seria, affidata a quegli organizzatori specializzati, i quali pare siano dei maghi per concentrare il massimo delle folle, si possa realizzare la proposta dello SNAAL-CISAL.

La lirica può e deve percorrere queste strade, che hanno grandi precedenti e sono foriere di grandi sviluppi.

Ci sono esempi concreti che lo dimostrano: ogni volta che sono state rappresentate opere liriche negli spazi enormi, sono stati successi enormi: a Toronto e a Madrid, per citare i più recenti. È venuto il momento, anche per la Scala, di pensare a queste alternative; sia gli artisti che il pubblico si attendono una risposta positiva.




Legal Copyright © 2003-2004 Giuseppe Zecchillo [GZ]



----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te:clicca qui

Sponsor:
Per l’Upgrade del tuo PC scegli Upgrade Pack… Scheda Madre,
Processore e Memoria preassemblati, pronti da installare sul tuo PC…
Clicca qui


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl