ZECCHILLO== Bisogna valorizzare il vivaio delle nostre voci

Si fosse trattato di talenti eccezionali,

Allegati

20/set/2004 16.30.20 Giuseppe Zecchillo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Zecchillo

di Stampa Ufficiale degli Artisti Lirici


DELUSIONE PER LA SCELTA DI UN CAST DI MEDIOCRI CANTANTI STRANIERI

BISOGNA VALORIZZARE IL VIVAIO DELLE NUOVI VOCI ITALIANE




Anzitutto desidero complimentarmi con la realizzazione del I Concorso Internazionale di direzione d’orchestra <<Arturo Toscanini>>, a cui ho avuto il piacere di assistere in qualità di direttore de “Il nostro giornale”, organo ufficiale degli artisti lirici.

Ho ammirato la perfetta organizzazione e soprattutto l’intento del Concorso stesso che mira a valorizzare i giovani direttori d’orchestra, offrendo loro un’occasione importante per mettersi in luce ed inserirsi nell’arduo mondo del lavoro.

Tuttavia devo manifestare delusione e amarezza per la scelta di un cast di cantanti in maggioranza stranieri per l’esecuzione dell’opera <<Falstaff>> di Verdi, prevista dal concorso stesso. Si fosse trattato di talenti eccezionali, non potrei che estendere a questa iniziativa i miei complimenti; purtroppo, ho dovuto constatare con rammarico che trattatasi di elementi molto modesti.

Vi sono in Italia giovani cantanti, vincitori importanti di concorsi, o appena affacciatisi in carriera, molto, ma molto, migliori degli stranieri in questione. Senza contare che anche fra i diplomati di canto dei Conservatori esistono elementi di notevole validità. Giovani che, malgrado le qualità e la preparazione, incontrano gravi difficoltà a farsi conoscere e ad inserirvi, vista l’attuale situazione del teatro lirico italiano. Il Vs.Concorso sarebbe stata un’occasione ottima per imporli all’attenzione.

Disgraziatamente, ancora una volta gli italiani sono stati ingiustamente emarginati. Lo Stato spende somme ragguardevoli per l’istruzione di questi giovani finanziando gli istituti musicali e cerca di favorire il vivaio delle nuove voci sovvenzionando i concorsi; sarebbe stato quindi opportuno, sia in difesa della nostra tradizione lirica che nel rispetto degli investimenti che lo Stato dedica al patrimonio vocale, valorizzare le promesse del bel canto italiano.

Rimane deprecabile comunque aver dato spazio e reclame a mediocri elementi stranieri.

Perdonatemi dell’estrema sincerità, ma il mio ideale di giustizia me la impongono e mi spingono a sperare che a questo ideale non siano insensibili coloro ai quali mi rivolgo.



SNAAL



----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te:clicca qui

Sponsor:
Fare shopping con EmailConto Risparmio è facile e conveniente: con un solo click sconti tutti i tuoi acquisti!
Provalo adesso.
Clicca qui


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl