UN PAESE ALL'OPERA : Prokofiev e Mascagni a San Matteo della Decima (BO) - Nel paese dove l'Opera la fa la gente

16/ago/2009 09.30.57 classop.news Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

16/08/2009 - Bella serata di lirica e sinfonica lo scorso 14 agosto.
A San Matteo della Decima, piccolo centro in provincia di Bologna, da nove anni si rinnova la manifestazione “Un Paese all’Opera “ che, come il nome stesso suggerisce, coinvolge molta parte della popolazione sia nell’ allestimento scenico che nell’organizzazione generale.
A guidare il tutto il M° Morena Malaguti , uno dei rari casi di Direttore d’ Orchestra al femminile, che sostenuta dagli enti locali e da alcuni sponsor privati, è l’anima organizzativa e musicale dell’ evento.
Quest’anno la proposta artistica è stata alquanto interessante ed ha visto la rappresentazione di due capolavori assoluti : Pierino e il Lupo di Prokofief e Cavalleria Rusticana di Mascagni.
La lettura del capolavoro del compositore russo , resa scanzonata e disinvolta dalla agile direzione della Malaguti, ha coinvolto i bambini del paese, che hanno animato l’azione scenica di questa favola sinfonica, guidati dalla sensibile Sonia Dorigo, qui nella inconsueta veste di Voce Recitante.
Cavalleria Rusticana ci ha immerso invece nelle calde atmosfere sicule, grazie ad un cast di tutto rispetto:
il mezzosoprano Marta Moretto, attiva nei maggiori teatri italiani ed esteri, ha dato risalto, con timbro corposo ma dolce, alla parte dolente del personaggio di Santuzza, che qui ci è sembrata più vittima che carnefice , più remissiva e disperata che gelosa ed aggressiva.
Di rilievo il Turiddu di Paolo Bartolucci, tenore di voce argentina, che ha fatto risaltare il lato giovanile ed esuberante del personaggio, senza cadere però nelle trappole di un’interpretazione troppo verista.
In pieno verismo si colloca invece l’ Alfio di Mauro Buda, che dotato di timbro tonante, ha sottolineato la ruvidezza del siculo carrettiere.
Di sicura professionalità ed aderenza ai rispettivi ruoli la Lola di Sonia Dorigo e la Mamma Lucia di Cristina Chiaffoni.
L’ Orchestra dei Colli Morenici ha trovato bei momenti nella lettura della Malaguti, improntata a sottolineare gli aspetti prettamente lirici della partitura Mascagnana. Bene la Corale San Rocco diretta da Maria Luce Monari.
Singolare la scelta di inserire nella scenografia le retroproiezioni di immagini , che si sono rivelate più funzionali in Cavalleria che nella messa in scena di Pierino e il Lupo.
I circa duemila spettatori presenti hanno risposto con prolungati e calorosi applausi , decretando uno schietto successo.

M. Costa per classop.news
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl