Rocca d'Oro al soprano Paoletta Marrocu

13/dic/2004 06.08.49 Daniele Rubboli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

NOVELLARA:ROCCA D'ORO
AL SOPRANO P. MARROCU
La Rocca d'Oro 2005, prestigioso riconoscimento alla carriera di un artista lirico, assegnato ogni anno dal Lirica Club Franco Tagliavini di Novellara (Reggio E.) ha premiato quest'anno il soprano sardo Paoletta Marrocu.
Il riconoscimento le è stato consegnato dallo stesso ex tenore Franco Tagliavini, al teatro Comunale di Novellara, domenica 12 dicembre, nel corso di un esaltante concerto lirico, condotto da Daniele Rubboli, con la straordinaria collaborazione pianistica di Vito Lombardi.
Paoletta Marruco, giovane e affascinante signora del palcoscenico lirico mondiale, ha ringraziato interpretando una serie di romanze dai titoli piu' celebri del suo repertorio di soprano drammatico: "Forza del destino", "Manon Lescaut", "Tosca" e "La Boheme" della quale ha eseguito il duetto dell'atto primo assieme al tenore romagnolo Cristiano Olivieri in smagliante ed aggressiva forma vocale.
Alle richieste di bis, la Marrocu ha sorpreso tutti cesellando con grande intelligenza la romanza "O mio babbino caro" dal "Gianni Schicchi" di Puccini.
Assieme a lei hanno dato vita ad un concerto di altissima classe, oltre al tenore Olivieri che ha ricevuto ovazioni al "Nessun dorma" dalla "Turandot", il mezzosoprano milanese Elena Serra che si è prodotta nel repertorio rossiniano con grande carisma anche di attrice, ed il sorprendente baritono Massimo Cavalletti di Lucca, attualmente in forza all'Accademia Lirica della Scala, la cui lussurreggiante vocalità, nella miglior tradizione toscana dei Bechi e dei Bastianini, ha trascinato il pubblico in un delirio di applausi.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl