Working Class: approda in rete il terzo capitolo di Claudio Sottocornola

Working Class: approda in rete il terzo capitolo di Claudio Sottocornola.

Persone Fabrizio de André, Patty Pravo Se, Mina Se, Andy Warhol, Allen Ginsberg, Bob Dylan, Claudio Sottocornola
Luoghi Italia
Organizzazioni Associazione Italiana Insegnanti
Argomenti musica, letteratura, canto, composizione

27/mag/2012 23.16.54 Synpress 44 - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

CLD-Claude Productions

Presenta

WORKING CLASS

Giovedì 31 maggio: 
"Anni '60"
 

Giovedì 31 maggio, sul sito www.claudiosottocornola-claude.com, sarà disponibile in video la terza parte dell'ambizioso progetto web Working Class, ideato dal 'filosofo del pop' Claudio Sottocornola. Dopo il grande interesse suscitato, sbarca su Youtube il percorso fra le canzoni e i decenni della Storia recente italiana che, a partire dall’ultimo giorno di ogni mese da marzo a luglio, propone un nuovo live, mix delle sue famose lezioni-concerto sul territorio.  'Anni ‘60' - dopo Teen-agers di ieri e di oggi e Decenni già in rete - costituisce l’occasione per entrare nel vivo del repertorio più amato da Sottocornola, che non ha mai nascosto di considerare quel mitico decennio, anagraficamente associato per lui agli anni dell’infanzia, un periodo aureo e irripetibile della Storia del secondo Novecento, quando “si affacciavano alla ribalta… personaggi come Bob Dylan e Allen GinsbergAndy Warhol e Lou Reed e dove cinema, letteratura, rock e arte varia si fondevano nell’elaborazione di un modello culturale che sarebbe diventato ‘planetario’”.  Anche se la musica che arrivava in Italia risultava edulcorata rispetto ai contenuti più caustici e corrosivi del rock anglosassone, dallo jé-jé al beat, dal flower power alla contestazione studentesca, il nostro Paese non mancò di elaborare in quegli anni unacolonna sonora pop-rock e d’autore che venne poi esportata in tutto il mondo.  

Si sente che Sottocornola si muove a casa propria nella scelta meditata ma anche originalissima del repertorio come nella interpretazione di brani carichi di risonanze emotive. Si va dalla associazione di Volare con Stand by me (l’una apre e l’altra chiude il percorso), all’insistenza sul repertorio delle grandi dive anni ‘’60 (troviamo della Pavone CuoreFortissimo e un medley con La partita di pallone e Il ballo del mattone; di Mina Se telefonando ma anche E se domani, di Patty Pravo Se perdo te) fino all’analisi della grande canzone d’autore (Sapore di sale di PaoliLa musica è finita di Bindi, Geordie di Fabrizio de André). Nella seconda parte invece prevale l’attenzione alle nuove istanze critiche e alla fine del decennio con brani quali Che colpa abbiamo noi dei Rokes o la beatlesiana e struggente Let it be, quasi epitaffio dell’intera decade. La parte critica della lezione-concerto indugia poi sull’inestricabile intreccio fra canzone e societàstoria e costume, quotidiano ed epocale, tracciando ritratti dei grandi personaggi della canzone riletti come icone di un’intera generazione.  Il live restituisce pagine di intensa emozione tutte giocate sulla stretta attualità in cui il filosofo-performer rilegge, ricolloca e reinterpreta i suoi brani prediletti, che affronta con piglio malinconico e risentito quanto basta per fa passare il messaggio che quelli erano davvero -  per lui ma forse anche per noi – giorni migliori. 

 Il noto intellettuale lombardo si sta cimentando in una nuova iniziativa che sta riscuotendo notevole interesse per il passaggio dal territorio al web: con una scansione mensile che durerà fino a martedì 31 luglioClaudio Sottocornola ha inauguratoWorking Class, rendendo disponibili in rete cinque percorsi scelti fra le famose lezioni-concerto tenute sul territorio fra Scuole, Terza Università, Centri Culturali e svariati luoghi del quotidiano. Working Class è nato con lo spirito di "laboratorio" che sfrutta le potenzialità della rete, confermando un itinerario di animazione culturale del territorio girato in presa diretta, “on the road”, da amici e spettatori che hanno assistito alle performance artistico-musicali, ma anche storico-filosofiche di Sottocornola.  L’iniziativa è supportata da Synpress 44, Terza Università, Scuole in Rete, CDpM, Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (Sezione Bergamo), la rivista Ecole-Idee per l’Educazione e Moltimedia Fattoria Digitale.  I prossimi appuntamenti di Working Class si concentreranno su fortunate lezioni-concerto aventi come tema i cantautori, la figura femminile nella canzone.


Working Class: prossimi inserimenti web


Sabato 30 giugno 2012: Cantautori

Martedì 31 luglio 2012: Immagine della donna e canzone



Ufficio stampa Synpress44:
http://www.synpress44.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl