PARTE IL PSP CLUBTOUR by GQ.COM

09/giu/2006 13.05.00 LTC Lorenzo Tiezzi Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PARTE IL PSP CLUBTOUR by GQ.COM

Parte PSP™ ClubTour by GQ.com, un evento itinerante griffato
PlayStation Portable e GQ.com. Undici esclusive serate nelle migliori
lounge d'italia, il sound più hot del momento e tanta voglia d'estate.
Un tour che porta le atmosfere e le immagini dell’affermato magazine
maschile nelle grandi città e nelle location estive di tendenza.

Una suggestiva scenografia proietterà gli ospiti delle serate nel sound
più chic della nightlife italiana. All'interno dei locali gli ospiti
troveranno centinaia di copie di GQ, magliette e preziosi omaggi, tra
cui i portacellulare griffati PSP™ (Playstation Portable).

Saranno serate calde, grazie ai set musicali curati dal dj e
produttore Stefano Pain e dal giovanissimo vocalist Ago, al secolo
Alessandro Agosta, 23 anni e una carriera in rapidissima ascesa. Mentre
sui maxischermi scorreranno le immagini piene di glam della web tv di
GQ.com, la musica e il ritmo saranno protagonisti sul dancefloor.

Ma chi lo desidera avrà a disposizione delle esclusive station e potrà
provare la PSP™. Forse dopo aver giocato troverà risposta alla domanda
dell’estate: Black Or White? La nuova versione della piattaforma è
infatti White Ceramic, ma ciò che conta davvero è ciò che si può fare
con PSP™: si possono portare le foto sempre in tasca, ascoltare musica,
guardare video e addirittura film, navigare su internet e controllare
la posta connettendosi wireless. E poi si può giocare, magari sfidando
on line fino a 16 amici.

La realizzazione, l'organizzazione e la direzione artistica delle
serate sono affidate a Condé Nast, Condénet a G.I. Guide Italiane, con
la collaborazione di GDI Guida Discoteche Italiane.

Il calendario del tour è disponibile anche su GQ.com, m2o ed EnjoyTV.

PSP™ ClubTour by GQ.com, le date:

9/6 Nikita (Grumello, Bg)
10/6 Meccanò (Firenze)
16/6 Mivida (Albissola, Sv)
24/6 Area (Roma)
1/7 L'Angelo (Mn)
22/7 Seven Apples (Forte dei Marmi)
28/7 Villa Papeete (Milano Marittima)
9/8 MClub (Porto Rotondo)
11/8 Il Ruscello (Alghero)

GQ
Dall’ottobre 1999 GQ è il lifestyle magazine maschile di Condé Nast
che racconta il tempo scandito dallo stile: sport, avventura, motori,
cinema, donne, moda e modi, viaggi e tutte le mille passioni che
riempiono il cuore di un uomo. Dopo gli straordinari successi
dell’autunno 1999 e del 2000 che vedono il lancio della rivista, la
diffusione si è consolidata attorno alle 150.000 copie, un risultato
rafforzato dagli oltre 40.000 abbonamenti (molti dei quali a due anni)
che confermano il rapporto di fiducia e fedeltà fra GQ e i suoi
lettori. GQ è live attraverso GQ.com che sviluppa in rete e per la rete
il concept editoriale del magazine attraendo quasi un milione di unique
visitors ogni mese con filmati, backstage, concorsi e progetti
speciali. Il punto di forza di GQ è e sarà sempre l’alta qualità
giornalistica, nella scrittura e nell’immagine, grazie alla
collaborazione di grandi firme e di maestri della fotografia come Gian
Paolo Barbieri, Mark Seliger e Fabrizio Ferri.


GQ.com
Nato nel 2000 e affermatosi rapidamente come sito leader del comparto
dell’infotainment al maschile, ha registrato nel tempo una crescita
continua dei propri visitatori, che si assesta oggi intorno ai 900.000
utenti unici mensili,10.000.000 di pagine viste mensili, 53.000 utenti
registrati e raggiungibili dalla newsletter settimanale, un pubblico
vasto e di alto profilo che per il 30% è anche lettore del magazine.
News, approfondimento, video, interazione: quattro nuove chiavi di
accesso all’universo delle passioni maschili integrano una tradizione
giornalistica dalla vena seducente, elegante, provocatoria. In primo
piano, i temi - sport, cinema, musica, tendenze, moda e design,
celebrities - particolarmente cari a GQ e che GQ.com ha saputo, da
sempre, interpretare in modo particolarmente congeniale allo spirito e
alle possibilità comunicative della rete, in rivoluzione permanente.

Ago (www.agovoice.com)
Ago è di Mantova, ma vive da sempre in giro per l’Italia. Spostandosi
tra Brescia, Verona, Roma e Napoli, non smette mai d’essere a stretto
contatto con la nightlife e le nuove tendenze. A soli 23 anni è uno dei
vocalist emergenti più richiesti nei fashion club italiani, a partire
dal Bambù di Mantova (premiato al Bybloscar 2005 come miglior locale
italiano) per arrivare in Versilia, in Costa Smeralda, a Milano e poi
via via tutta l’Italia, compresa quella del sud. I suoi set danno al
pubblico una carica particolare, regalando un po’ di quell’energia che
Alessandro Agosta, questo il suo vero nome, ha anche nella vita.
Infatti Ago non si limita certo a lavorare di notte. Ha ideato il
format ClubTour (www.club-tour.it) e l’ha coprodotto con la sua
società, G. I. Guide Italiane, collaborando in meno di un anno con
marchi e aziende top (citiamo almeno Gq, Glamour, Sony Playstation,
Vichy, Daggs, Piston, Nod, Maffiawear ed Uomogetto). E non finisce qui:
Ago è anche editore e ha appena pubblicato, G.D.I., la prima Guida alle
Discoteche Italiane (www.guidadiscotecheitaliane.it), 160 pagine piene
di top club, top dj e consigli per vivere la notte al meglio.


Stefano Pain (www.stefanopain.it)
Stefano Pain, dj e produttore nasce ad Alessandria in Piemonte. La sua
passione innata lo porta a soli 15 anni nel mondo della musica.
Giovanissimo inizia a lavorare nei migliori Club della sua provincia,
spinto da un’amore per la musica e da una naturale determinazione.
Brucia le tappe raggiungendo subito “piazze” importanti come Milano
dove da anni suona come resident nella one night “Fidelio”, il martedì
notte più fashion e più conosciuto del nord Italia. Stefanino (così
come lo chiamano gli amici), negli anni si è esibito in locali come Old
Fashion, Cafè Solare, Casablanca e Shocking di Milano, Fluid di
Bergamo, Matis di Bologna, Bambù di Mantova, Seven Apples di Marina di
Pietrasanta, Circus di Brescia, Art Cafè, Piper e Maison di Roma,
Ciarlis di Cortina, M-Club e Country Club in Costa Smeralda solo per
citarne alcuni. All’estero ha girato i dischi all’ Avex di Tokio, al
Paradise Beach Club di Mikonos e al Club 58 di Ginevra. Il suo stile
musicale? Una spiccata predilezione per la house music nella quale
convivono melodie e ritmi in maniera solare e positiva, proprio come il
suo carattere e il suo approccio con il prossimo. Notevole anche il suo
curriculum discografico: progetti come Soul Elementz (insieme a Sabrina
Johnston), Get Up con cui nel 1995 ha scalato le classifiche giapponesi
e hits quali “Hands Up Everybody” disco estate 2005 presente nella
Ministry of Sound compilation, The Room, Funky Diva e il rmx di “Need U
Tonight” degli Inxs vs The RogueTraders gli hanno spalancato le porte
dei mercati internazionali. Stefano Pain collabora con le etichette
discografiche, tra cui Motivo, Stereo Seven e Molto Rec.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl