I Nuovi profeti di Pace del tempo stravolgono le regole e usano i talenti loro affidati a servizio del bene comune e della Pace

Agnese Ginocchio nell’ambito del Meeting di didattica della Musica dedicato alla “Pacem in Terris

Monopoli(Bari)- Quest’anno il Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli(Bari) diretto dal maestro Gianpaolo Schiavo, nell’ambito del 4° Meeting di didattica della musica dedicato alla: “Pacem in terrisMusica, intercultura e pace tra i popoli del Mediterraneo, ha aperto le porte alla pace impegnata e ha ospitato la testimonial della Pace casertana ( nativa di Alife) Agnese Ginocchio, artista partenopea insignita del titolo di cantautrice ed Ambasciatrice internazionale per la Pace. L’evento partito il 28 e terminato il giorno 31 si é concluso proprio con l’intervento in musica e parole della cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio, che ha spiegato, attraverso un’intervista realizzata dal valevole musicista Francesco Coppola (nella foto con Agnese) con il quale ha anche duettato alcuni brani, a docenti ed allievi del conservatorio la sua esperienza ed il suo impegno di artista e di donna nel campo sociale e civile per la difesa della cultura della Pace, della legalità, dei diritti e dell’ambiente. Agnese Ginocchio ha fatto ascoltare dal vivo qualche suo brano d’impegno per la Pace duettando insieme al giovane musicista di sassofono Francesco Coppola e ha presentato il suo ultimo progetto video-canzone sul tema dei Diritti Umani(vedi quì), dedicato al 60° anniversario della dichiarazione dei diritti umani che ricorre proprio quest’anno. “Scopo del meeting di didattica della musica, biennio di secondo livello - ha spiegato il coordinatore del programma prof. Galliano Ciliberti -é finalizzato alla formazione di docenti nella classe di consorso di educazione musicale e di strumento musicale. Abbiamo ricordato anche la nascita di Olivier Messiaen nel centenario della scomparsa(1908-2008). Il nostro conservatorio é stato molto attento alle parole e all’ insegnamento dell’artista ed ambasciatrice di Pace Agnese Ginocchio, simbolo della difesa dei diritti, voce contro tutte le guerre e le ingiustizie, artista che ha fatto della Pace il suo impegno e la sua scelta di vita. La musica -  ha continuato a spiegare il musicista Francesco Coppola durante l’intervista con Agnese- come ribadito più volte dalla Ginocchio, é vera ed é completa solo quando sa essere musica ‘di’ e ‘a’ servizio della Pace, dei diritti e del bene comune. La musica, quando viene usata come strumento e veicolo di bene é un elemento fondamentale che può essere in grado di cambiare il cuore dell’uomo, come le sorti del mondo. A nulla serve cantare, suonare insegnare, se non si é in grado di associare e quindi di unire a questo talento l’essenza, ovvero l’anima, cioé quella forza necessaria che nasce solo attraverso l’impegno ed il movimento, per questo diventa necessario dare l’ esempio in prima persona. Un ruolo molto difficile- ha ammesso il musicista Coppola-cui non tutti e forse solo pochissimi sono in grado di pensarla così. Di Agnese Ginocchio ce ne sono appunto poche, ecco perché il nostro Conservatorio Nino Rota ha voluto fare un passo avanti, aggiornarsi con le urgenze del tempo ed aprire appunto le porte alla Pace fatta non sol di belle parole, discorsi e musiche, ma a quella Pace realizzata soprattutto con fatti e azioni concrete. Agnese Ginocchio ci ha dato l’occasione di riflettere su importanti argomenti che spesso, per chi come noi é sempre più preso nel vortice della carriera artistica e dalla commercializzazione della musica, si perdono di vista e cosa ancora più grave si dimenticano del tutto”. Alle risposte di Agnese che hano seguito le domande poste dal musicista Coppola non sono mancate domande e curiosità rivolte a questa grande artista e Donna di Pace da parte dei musicisti e dei docenti presenti alla manifestazione, in merito alle quali poter ricevere lume e migliori indicazioni sull’essenza del discernerimento e del fare vera musica. ‘Non chi dice Signore Signore erediterà il regno dei cieli, ma colui che fà la volontà del Padre mio, ci ricorda il buon maetro che ci ha insegnato l’arte della Pace...’ Siamo stati onorati di ospitare questa grande Donna, Artista e Testimonial di Pace. Tutti noi che l’abbiamo ascoltata - ha concluso il musicista Francesco Coppola- siamo stati travolti come da un grande fuoco che ci ha trasmesso, una carica emanata direttamente dal suo cuore (risultato di chi vive in prima persona un ideale) di donna impegnata, mentre ci parlava della sua esperienza. Voce profetica di questo tempo” . Si ricorda che il Comitato scientifico dell’organizzazione del Meeting é stato costituito da: Roberto Beccaceci, Filippo Maria Bressan, Galliano Ciliberti, Gianmarco Renzi, Grazia Sebastiani . Coordinamento organizzativo a cura di Giuseppe Castellaneta. Il Meeting di didattica della musica é stato patrocinato da: Ministero dell’Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica. Con il riconoscimento scientifico dell’associazione culturale “Il saggiatore musicale- gruppo per l’educazione musicale” Saggem. Per leggere l’intero programma collegarsi al sito del conservatorio Nino Rota di Monopoli ( http://www.conservatoriodimonopoli.org/avvisi/Programma%20Meeting%20IV.pdf  ) (Fonte Comunicato stampa da redazione cultura matesina)

Note- Didascalia foto: Agnese Ginocchio e il musicista sassofosista Francesco Coppola del Conservatorio Nino Rota di Monopoli.:Autore: Andrea Pioltini, fotoreporter

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Link di collegamento alla pagina dell'articolo:

http://altocasertano.wordpress.com/2008/06/06/monopolibari-4-meeting-didattica-musica-agnese-ginocchio-al-conservatorio-nino-rota-per-parlare-del-suo-impegno-di-artista-per-la-pace/

_________________________________________________________________

 
Dalla testata web e cartacea della provincia e regione Campania: "Corriere di San Nicola" diretto dal giornalista Nicola Ciaramella, che si ringrazia per l'articolo.
Il giornalista Nicola Ciaramella é stato nominato dall'Ambasciatrice di Pace Ginocchio: "Amico e Testimone della Pace (clicca quì per leggere la motivazione della nomina)"
 
 
“ALZA LA VOCE” con Agnese Ginocchio
Stampa
domenica 27 gennaio 2008

 




Incessante l’impegno sociale della pluridecorata peace-singer casertana. Il suo ultimo capolavoro videodiscografico sarà la colonna sonora “campana” delle celebrazioni per i 60 anni della Carta Universale dei Diritti Umani.

 

Cantautrice, insignita del titolo “internazionale”  per la Pace, conferitole proprio ad Assisi, con un ricco curriculum alle spalle, finalista e vincitrice di concorsi canori nazionali, é sempre lei, Agnese, la stessa persona autrice di tante canzoni sulla Pace, come l'inno alle bandiere arcobaleno di Pace, quella dedicata alla memoria della pacifista americana Rachel Corrie, quella contro la guerra dedicata alla giornata mondiale della Pace, quella dedicata ad Emergency e tante altre. Senza dimenticare, fra le ultime ma non ultima, la ormai mitica “Fermate il Mostro”, l’inno all’ambiente che ha accompagnato per oltre un anno la “madre di tutte le battaglie” ovvero la forte, incisiva e sempre civile protesta contro la discarica Lo Uttaro e contro la negligenza degli amministratori che hanno permesso uno dei più gravi disastri ecologici del mondo moderno.

"Tutti i diritti Umani di (e per) tutti gli Uomini dovrà essere, secondo gli auspici della peace-singer, la colonna sonora su cui si svolgeranno per tutto l’anno le celebrazioni del sessantesimo anniversario della Dichiarazione della Carta Universale dei Diritti Umani approvata il 10 dicembre 1948 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Agnese Ginocchio presenterà personalmente la canzone presso le scuole, gli enti e le associazioni della provincia di Caserta e della regione Campania che la vorranno usare come materiale di sensibilizzazione, divulgazione, approfondimento e ricerca nell'ambito di progetti sulla pace. Per coloro invece che vivono altrove o all'estero, è a disposizione il sito internet della cantautrice e tanti altri (compreso ovviamente quello del Corriere di San Nicola) che si pregeranno di ospitarla.

Ma la vera “chicca” è il video correlato alla canzone, realizzato dal regista Marino Cataudo di Benevento, dal forte impatto con il pubblico letteralmente rapito dal desiderio di denuncia contro gli scandali dei potenti del mondo che si legge tra le righe (ma soprattutto tra le note) della canzone. Un “cantico” appassionante sul tema dei diritti umani e della pace, probabilmente unico in Italia, dove la magica voce di una sempre tenace Agnese diventa più marcata del solito, più grintosa, certamente più coinvolgente che non i tutte le sue altre mirabili interpretazioni.

Agnese Ginocchio invoca la vita, la pace, la giustizia, l'equità, valori tutti che prevarranno solo quando l'uomo ad ogni atteggiamento di divisione, di chiusura, di prepotenza, di arroganza, lascerà prevalere la forza disarmante dell' amore, sinonimo insostituibile della nonviolenza. Quell'amore che, come ricorda Ginocchio, “ci ha insegnato per primo Cristo Re e Profeta della Pace e poi tanti suoi seguaci come Gandhi, Martin Luther King, Oscar Romero, don Tonino Bello, madre Teresa di Calcutta, Giovanni Paolo II, don Peppe Diana, Falcone e Borsellino e tanti altri. Quell’amore che restituisce la dignità perduta all'uomo, ridonandogli, sostenuto dagli sforzi e dalla condivisione da parte di tutti i suoi consimili giusti ed onesti, la speranza di liberarsi per sempre dai veri mali che affliggono il mondo, come le speculazioni, gli interessi commerciali, il profitto, il potere, l’omertà, l’ambiguità.

Casertana, nativa del comune matesino di Alife, Agnese Ginocchio é voce di donna di un sud travagliato dai mille problemi di precarietà, camorra e di rifiuti. Le sue canzoni sono il risultato dell'esperienza di un impegno umano sociale e civile, che vive giorno dopo giorno senza alcun scopo di lucro, per la difesa di tutti i diritti umani e per la fratellanza fra i popoli.

"Tutti i diritti Umani di tutti gli Uomini" merita una audizione speciale. In apnea, con l’ossigeno del cuore e fermiamoci un attimo: tra qualche minuto saremo tutti più ricchi.

 

Per accedere alla pagina relativa al testo, file musicale canzone,  video e recensioni su Video canzone: "Tutti i diritti Umani di tutti gli uomini " di Agnese Ginocchio(www.agneseginocchio.it ) cliccare su questo link di seguito:

 

http://www.agneseginocchio.it/Canzoni_agnese/Tutti%20i%20diritti%20Umani.(Agnese).htm

articolo a cura del dott. Nicola Ciaramella, giornalista e direttore del Corriere di San Nicola

 

 

(Copyright @ by: Andrea Pioltini)

 

Il link di collegamento all'articolo é:

 

Note: Agnese Ginocchio, testimonial per la Pace, è tra le più note peace-singers del mondo, certamente la numero uno in Italia per l’impegno artistico interamente finalizzato al sociale. "Ambasciatrice di Pace", testimonial di numerose iniziative internazionali per la pace e la solidarietà, è particolarmente impegnata sui temi dei diritti sociali e civili. In merito al suo impegno per la Pace e la fratellanza fra i popoli, la difesa dei diritti sociali e della Legalità, é stata insignita di diversi riconoscimenti, fra cui il Premio Speciale Unicef Campania (per l'Impegno di Artista per la Pace), la Colomba della Pace di Assisi, Ambasciatrice di Pace e di Riconciliazione nel mondo (Memorial Cesare Alterio), Premio nazionale "Donne all'opera" da Assessorato città della cultura e del sapere di Ercolano(Napoli), Attestato di benemerenza per la Pace e la Legalità da Ass. nazionale onlus Deasport Bellona città dei 54 martiri in Campania), Premio nazionale per la Legalità Paolo Borsellino per l'impegno sociale e civile. Premio nazionale in memoria delle vittime delle morti bianche (Ass. Progetto Orfeo Roma). Agnese Ginocchio, orgoglio della provincia di Caserta e della Regione Campania!

 

Info: Per incontri di testimonianza e per ospitare la testimonial, artista ed ambasciatrice per la Pace e la Legalità Agnese Ginocchio nella v.s. scuola, ente , associaizone, manifestazione ,parrocchia, oratorio, istituzione etc. scrivere e-mail a: info@agneseginocchio.it (sito: www.agneseginocchio.it )

 

articolo a cura del dott. Nicola Ciaramella, giornalista e direttore del Corriere di San Nicola

 




Tutti i diritti Umani di (e per) tutti gli Uomini


-
Testo e Musica di Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace
Deposito SIAE. Copyright-


Tutti gli uomini nascon liberi in diritti e dignità
senza distinzione o altra condizione                                                                 

Tutti gli uomini son eguali per legge e libertà

senza alcuna discriminazione! ...


Tutti i diritti umani di tutti gli uomini
Tutti i diritti umani di tutti i popoli
Vanno difesi! 
Alza la voce, Tu!
Per dare voce  a chi non ha voce più
perché i suoi diritti sono proprio i tuoi! 

Quanti i giorni che  mancano al diritto e all’equità?

Perché si rispetti il "volto" d’ogni Uomo!
Pace e Giustizia prevarranno solo quando noi
All' arroganza reclameremo Amore!  

Dove si va? ....





"Tutti i diritti Umani di (e per) tutti gli Uomini " non è stato soltanto lo slogan dell'edizione 2007 della “Marcia per la Pace” di Perugia-Assisi, ma è oggi soprattutto una canzone d'impegno per la pace e per i diritti umani, per i diritti del popolo africano e delle popolazioni violentate dalla guerra e per i diritti degli ultimi della terra.
La firma su questo ineguagliabile capolavoro dal sapore “socio-artistico” non poteva non essere di Agnese Ginocchio, una delle più grandi personalità campane del nostro tempo, che prima di portare per il mondo la sua coinvolgente musica e i suoi profondissimi versi è testimone quotidiana di umiltà, dote primaria di quell’inesauribile bagaglio che si porta dietro, colmo di esempi costanti di solidarietà e di fede.
ALZA la VOCE..Nell’anno dedicato ai Diritti Umani, arriva Video canzone in tema

Campania (Caserta)- Nel 60° anniversario della dichiarazione dei Diritti Umani, partito lo scorso 10 dicembre 2007, ha scritto e dedicato una canzone di impegno per la Pace correlata di un video dal titolo: “Tutti i diritti umani di ( e per ) tutti gli uomini”. “Scopo di questa canzone e del video che ha la minima durata di una canzone ( 5 minuti)- spiega Agnese Ginocchio- è quello di sensibilizzare verso queste tematiche così importanti dalle quali dipende il futuro dell’uomo. Infatti- continua- la difesa dei diritti umani non riguarda solo alcune fasce di popoli o nazioni, ma riguarda davvero tutti gli uomini, a partire dal nostro territorio, perché fin quanto ci saranno ingiustizie, sfruttamento, povertà, degrado e scempio ambientale, inquinamento, illegalità e criminalità diffusa, precarietà e disoccupazione, insicurezza nel lavoro( morti bianche)violazioni di diritti a cominciare da quelli fondamentali che almeno consentono quel minimo a realizzare un tenore di vita dignitoso (cibo, vestiario, cure mediche, alimentazione, istruzione, abitazione, pari opportunità…) non ci sarà mai giustizia, condizione necessaria per creare e vivere in Pace e sicurezza. Il compito- conclude la testimonial per la Pace Agnese Ginocchio- è quello appunto di diffondere ad ampio raggio queste tematiche, ma diffonderle soprattutto fra i giovani, che rappresentano il futuro dell’umanità, quel futuro oggi tanto minacciato a causa di tanti mali. Ecco perché in sinergia con i distretti, i dirigenti scolastici ed i referenti dei progetti Pace, Diritti e Legalità, ho deciso che questo video con la canzone sarà ampiamente diffuso e spiegato direttamente dalla sottoscritta nelle scuole del nostro territorio( province e Regione Campania) ed in tutte quelle realtà dove ci sarà la possibilità di farlo”.

Le riprese del video, ad opera del regista Marino Cataudo di Benevento, già autore dei video sulle Marce della Pace Benevento-Pietrelcina promossa dalle Acli, sono state effettuate in alcuni dei luoghi più degradati della città di Benevento in Campania. Accanto al video sono state associate ed inserite delle foto tratte da vari reportage: "Gli angeli del Piauì" , "Vita blindata : Hebron e Gerusalemme nella vita quotidiana",

"Kukes viaggio della speranza" , "Cuba l’altra faccia dell’amerika" a cura del fotoreporter Ernesto Pietrantonio (www.ernestopietrantonio.org) effettuati in Brasile, Israele, Albania, e Cuba.

Le foto mostrano la misera condizione in cui versano i profughi, i poveri dei tre quarti d’umanità del mondo privati di quelli che dovrebbero essere i beni fondamentali di libero e comune accesso a tutti ( acqua, cibo, vestiario, abitazione), ma che invece sono solo un privilegio riservato a pochi. La povertà, la fame, la sete, lo sfruttamento minorile, l’infanzia rubata sono le più grosse violazioni dei diritti umani. Ma i diritti umani richiamano anche quelli della salute e dell’ambiente. Ecco perché sono state inserite delle immagini tratte dai reportage delle manifestazioni contro i rifiuti svoltasi in Campania, regione abbandonata al degrado e alle infinite emergenze.

La foto dove si legge lo slogan: ”Fermate il Mostro” titolo della canzone di denuncia di Agnese Ginocchio scritta contro la discarica casertana Lo Uttaro e contro lo scempio ambientale dei rifiuti in Campania è tratta dal reportage fotografico di Andrea Pioltini, inerente ad una delle manifestazioni cittadine di protesta contro la discarica illecita de Lo Uttaro e contro i rifiuti svoltasi a Caserta e a Napoli ( Campania- Italy)

Altre immagini inserite nel video (Alex Zanotelli, Madre Teresa di Calcutta, Mons. Raffaele Nogaro, il grande Martin Luther King jr, i giudici antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino , Nelson Mandela, Bambini africani, Famiglia, Donna dell’ Afghanistan che indossa il burqa, “Guernica” di Pablo Picasso, L’ “Urlo di Munch” ed alcune scene tratte dal video della Marcia nazionale della Pace Benevento-Pietrelcina ( giovani di Platì nelle Locride e bandierone Arcobaleno della Pace). Scene tratte dalla Strage di Capaci in Sicilia (quest’ ultima insieme all’immagine dei giudici Falcone-Borsellino é stata inserita per rendere omaggio al recente premio naz. legalità Paolo Borsellino che la cantautrice ha ricevuto), il filo spinato ed il Campo di concentramento Auschwitz, immagini della guerra (carri armati, aerei, bombe), etc sono state tratte dai vari reportage in tema, curati da: Andrea Pioltini, Marino Cataudo ed Enzo Gravina.

L’ arrangiamento della canzone che accompagna il video dal titolo omonimo:”Tutti i diritti umani di( e per) tutti gli uomini” è stato curato dal maestro Niky Saggiomo di Napoli.

Per leggere il testo, ascoltare la canzone, visualizzare il video collegarsi a questo link

http://www.agneseginocchio.it/Canzoni_agnese/Tutti%20i%20diritti%20Umani.(Agnese).htm