Alife(Ce)-Pippo star 'Arcobaleno' il tenero bastardino handicappato immortalato con la tanto discussa bandiera arcobaleno. Anche gli animali si convertono ai simboli...

06/lug/2008 22.49.00 assgentedel2000 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Pippo star 'Arcobaleno' il tenero bastardino handicappato immortalato con la tanto discussa bandiera arcobaleno di Pace. Anche gli animali si convertono ai simboli...
 
Proprio così. Coincidenza? Certo é che nulla capita a caso. Sabato 5 Luglio 2008 mentre si faceva una passeggiata sulla strada in direzione di via cartiera di Alife(Caserta), dove da circa una settimana si era svolta una singolare manifestazione, il raduno di writers,  in memoria del giovane Pietro D'Ascoli di Alife, ci eravamo soffermati a guardare i magnifici graffiti eseguiti da giovani artisti italiani immortalando attraverso la loro creatività artistica in quei graffiti al muro la memoria di questo giovanissimo scomparso prematuramente "-a parlare é la testimonial della Agnese Ginocchio, originaria proprio di Alife. Ma continuiamo a leggere la sua storia- "Ad un certo punto -continua Agnese Ginocchio- mentre ero lì a sostare ad ammirare le immagini sulla grande muraglia mi sento abbaiare alle spalle. In un primo momento non presto attenzione. Ma quegli ululi continuano con una tale insistenza al punto tale da costringermi a voltare lo sguardo e vedere da quale direzione provenissero. Mi volto  e noto dietro di me un cagnolino, bastardino, piccolo sì, ma caparbo e dalla forte timbrica vocale. Lo fisso e lo osservo bene, egli continua ad abbaiare con insistenza, ad un certo punto noto un particolare: aveva 3 zampe. Chiamo immediatamente il fotografo Andrea Pioltini (lì con me a scattare qualche foto ai murales in memoria di Pietro D'Ascoli) e gli domando il favore di scattarmi una foto a questo cagnolino a 3 zampe. Veramente il particolare delle 3 zampe mi fa provare tanta commozione. Nel frattempo ad uno dei balconi dalle palazzine delle casi popolari lì adiacenti si affaccia una signora la quale mi dice: "Non vi preoccupate, il cane abbaia ma non é pericoloso". Io gli domando: "E' suo il cagnolino? Come mai ha 3 zampe, colpa di qualche incidente"? La signora mi risponde: "Si é mio, purtroppo ha 3 zampe perché é stato investito da una macchina "( quella strada sulla quale ci trovavamo infatti, é una strada molto trafficata da auto e altri mezzi di trasporto, in quanto é una circumvallazione di collegamento con la strada provinciale e statale dei comuni limitrofi). Nel frattempo il cagnolino continua ad abbaiare. Continuo a guardarlo, poi con la mano gli faccio segno di avvicinarsi. Il cagnolino sembra ubbidirmi, dopo un attimo smette immediatamente di abbaiare e mi viene vicino, si siede per terra in segno di familiarità, io mi abbasso e comincio ad accarezzarlo. Chiedo al fotografo Pioltini di scattare una foto. Per intuito (ispirazione dall'alto?!?!) prendo la mia fascetta Arcobaleno( che porto sempre legata alla borsetta, miniatura della grande Bandiera Arcobaleno simbolo della Pace, tanto contestata e discussa in questo periodo, specie dopo l'incredibile e sconcertante comunicato lanciato dalla FIDES[...] ) . Accosto la fascetta al capo della tenera bestiola, la quale guardandomi sembrava ben accogliere il gesto insieme alla carezze che gli davo. Così da quel particolare accaduto ho capito, attraverso un'animale, il sendo di quell'incontro. Gli animali sono dono della creazione di Dio, questa volta però con un particolare o meglio una diversità in più: l'animale aveva un handicap ( 3 zampe), era un diverso insomma...come diversi oggi sono considerati tutti quelli che appartengono alle categorie più deboli e meno fortunate rispetto a quelle dei grandi del sistema, ovvero mi riferisco alle fasce degli oppressi, dei poveri, degli emarginati, dei clandestini, degli immigrati, dei bistrattati, degli storpi, dei diversamente abili, degli ignoranti, dei barboni, dei gay..si anche i tanto discussi gay... , evvero tutti coloro che, come si legge nel vangelo, un giorno presero parte al grande banchetto nunziale imbadito dal Re... Si dice oggi, che queste persone vengono trattate come cani..manco a farla apposta..guarda un pò in questo caso, che coincidenza...mi era capitato soffermarmi proprio con un cane, diverso. Purtroppo oggi a causa di certi atteggiamenti di chiusura da parte della chiesa per i quali si fa tanta fatica e si ostenta a capire il messaggio originale di Cristo (la Carità e la convivialità delle differenze come ci ricordava don Tonino Bello) che, al contrario di certe imposizioni fuorvianti,  é un messaggio di  provocazione e di liberazione dalla schiavitù e dall'oppressione, rappresentata ieri come oggi da tutte quelle catene del male che si diffonde e si materializza a livello personale e a livello sociale, ed ancora é un messaggio di Amore e di fratellanza, non di imposizione o di altri schemi mentali inutili che non fanno altro che trasformare la nostra fede in un' ingranaggio di catene e di paure e di regole farisaiche che fanno di noi cristiani dei perfetti sepolcri inbiancati, belli fuori ma dentro pieni di monnezza e di putridume demoniaco...
 
Il Vangelo, come il messaggio di Cristo, é stato più volte speculato e diffamato nella sua essenza. Dove sta la povertà evangelica nella chiesa, se le nostre chiese, (come tutti i suoi beni ecclesiastici) sono belle e piene di addobbi esteriori, curati nei minimi particolari, e poi, cosa ancora più grave, poi sono vuote e sterili interiormente, perché purtroppo viene amancare sempre più quel vero spirito di preghiera e di servizio, cioé  mi riferisco a quel carisma di profezia, capace di infiammare e di rinnovare i cuori della comunità? Ormai la nostra é divenuta una fede abitudinaria ma non vissuta nella sua essenza. La prova?  Fuori da queste enormi mura c'é gente abbandonata a se stessa, gente che rischia di morire per la fame, immigrati e clandestini che non hanno dove alloggiare, muoino stremati dalle forze e dal caldo durante i loro lunghi viaggi nei barconi che oltrepassano i mari perché fuggono da situazioni di ingiustizia e di guerra. Non hanno dove trovare casa, ogni giorno fanno i conti con una vita precaria, amara... Poi che fa la chiesa? Invece di pensare a risolvere questi gravi problemi umanitari e sociali, pensa a bacchettare e ad ammonire i movimenti, le associazioni cattoliche come alcuni preti che si sono permessi di adottare il simbolo della bandiera Arcobaleno. Stolti, doppiamente stolti, vi ricordo le parole di Gesù, Buon Maestro che ci ha insegnato l'arte della vera Pace, quel Gesù che in quel tempo fu preso per pazzo proprio da quegli uomini che, come voi oggi , dottori della legge, erano in quel tempo i rappresentanti della chiesa. "Ipocriti-disse Gesù agli scribi che lo mettevano alla prova- non scioglie alcuno di voi di sabato dalla mangiatoia il proprio bue o asino per condurlo ad abbeverarsi? E questa figlia di Abramo, che satana ha tenuto legata diciott'anni, non doveva essere sciolta da questo legame proprio in giorno di sabato?". Quando egli diceva queste cose, tutti i suoi avversari si vergognavano, mentre la folla intera esultava per tutte le meraviglie da lui compiute. Fu sempre Gesù a dire poi" Ogni volta che avrete fatto queste cose ad uno dei miei fratelli più piccoli e bisognosi, le avrete fate a me"..Dunque quì, secondo quanto ci trasmette l'esempio di Gesù mi pare che prevalga lo spirito del servizio e della carità verso gli ultimi e i bisognosi.  Ed Allora:
Bandiere arcobaleno a sette colori, bandiere a sei colori, colori rovesciati, teorie teosofiche, new -age, movimenti no global, gay e roba varia...chi più ce ne ha più ce ne metta...insomma, queste fantomatiche bandiere oggetto del misfatto,  sarebberosecondo voi tutti demoni abbattuti sulla terra da esorcizzare dunque a costo di abolire una volta per tutte questo simbolo segno di discordia e di confusione fra gli uomini, perché ad esso va sostituita la Croce di Cristo, vero simbolo della Pace. Quindi stiamo ritornando ai tempi dell'inquisizione e della caccia alle streghe?Anzichè essere ai passi dei tempi si ritorna indietro? Ma cara FIDES, lei non sa quel che dice? Ma le pare che i movimenti cattolici abbiano pensato a sostituire la Bandiera alla Croce? Piuttosto perché non associare il vero significato della bandiera alla Croce. E qual'é? Possibile che in tutto questo contesto voi,  persone così astute, intelligenti e rigorose non l'abbiate ancora capito? O piuttosto avete preferito omettere ed ignorare la Verità, per far prevalere solamente le vostre ragioni e teorie da medioevo?
Dunque se proprio voi non lo volete capire,  ancora una volta noi, che abbiamo intuito il vero significato che trapela dal profondo messaggio di questo simbolo nel quale ci identifichiamo, ve lo ribadiamo: Bando ad ogni speculazione che sia stata fatta dai soliti furbi, nel simbolo biblico della bandiera Arcobaleno vi é il significato teologico della profezia della "Convivialità delle differenze" come diceva il caro don Tonino Bello, vescovo di Pace di Molfetta, per il quale da alcuni mesi é stato aperto anche il processo di beatificazione.
La bandiera Arcobaleno della Pace non é per noi simbolo di relativismo o di un pacifismo ideologico, ma, seguendo le orme del Buon Maestro di Pace Gesù, diventa simbolo, e simbolo laico sottolineo,  di dialogo e di riconciliazione fra i popoli che perseguono lo stesso spirito di Pace, indipendentemente delle proprie differenze di veduta.
La Bandiera della Pace non é mai stata oggetto di sterminio, di stragi di sangue, di dittature e di morte come invece la croce, sulla quale Cristo Re e profeta fu violentemente giustiziato in risposta al sistema imperiale del tempo. Ora perché voi vi accanite e avete così tanto paura di questo simbolo?
Ritornando alle teorie teosofiche, della madama medium che ideò questo simbolo e cianfrusaglia varia.... vorrei domandare ancora un'altra cosa: perché non facciamo conoscere anche il rovescio della medaglia?
E cioé che ieri come oggi anche i simboli per eccellenza sacri della chiesa come la croce, i sacramenti, gli oggetti e le immagini benedette  vengono continuamente diffamati, speculati e sconsacrati mediante la demoniaca pratica dell'occultismo, della superstizione, della magia nera & d. Allora a causa di queste pratiche malefiche dovremmo abolire tutto? E invece c'é una parte dei cristiani che con il loro esempio di vita continua ad esercitare e ad affermare  la lotta del bene contro le oscure potenze del male.  Ed é per questa parte di cristiani che i simboli sacri recuperano il loro vero significato e valore.
Allora ritornando al significato della Bandiera: perché fare di tutta l'erba un fascio? Perché volete escludere a priori tutta quella parte d'umanità che mediante questo simbolo é riuscita a fare un cambio di rotta, a trasformare la propria esistenza nella pratica di opere di bene, mettendo così la propria vita a servizio dell'umanità sofferente, corpo mistico di Cristo, per afferrare infine in questa maniera quel vero messaggio della fede cristiana trasmessoci da Gesù (il servizio, la carità fraterna)? "Non chi dice Signore..Signore...Ma chi fa la volontà del padre mio", ci ricorda il buon Maestro. E' importante pregare, trovare forza dai sacramenti, si è molto importante. Ma non basta per chi vive nel mondo, bisogna  renderli vivi quedsti sacramenti. Diventa quindi necessario non starsene fermi ma agire di conseguenza, uscire e andare incontro al mondo,  rompere il muro di indifferenza, ovvero il muro di questo sistema che oggi come ieri ai tempi di Gesù, continua a mietere vittime, a seminare orrore, morte, ingiustizia, devastazione, distruzione e guerra nel mondo. Certo la Pace é un dono di Dio, solo Lui può donarci la Pace. Ma Lui ci domanda anche di impegnarci e di essere testimoni nel mondo.Non ci sarà Pace al mondo se l'uomo non ritornerà a Dio. Ritornare a Dio significa esercitare l'amore e la carità verso il prossimo. Chi pratica azioni di Pace, ( la Pace é il nome di Dio ) diventa testimone e apostolo del suo amore. Sono tante le espressioni di cui Dio si serve per testimoniare il suo messaggio d'amore. Ma queste, senza la pratica dell'esercizio continuo della disponibilità, dell' apertura e della carità verso il prossimo, rischiano di divenire espressioni sterili prive del vero carisma profetico, l'unico in grado di possedere la potenza (ruah)di trasformare e di rinnovare i cuori.
 Gesù ci propose la sua Pace (“vi do la mia pace”, Gv 14,27) attraverso l'esercizio e la pratica della nonviolenza attiva nell’incontro con la gente lì dove essa viveva; Papa Giovanni Paolo II disse che il futuro della Chiesa veniva affidato ai laici, nella misura in cui essi sarebbero divenuti ferventi laici missionari (testimoniare con la vita negli ambienti dove si é chiamati a vivere e ad esercitare il proprio ruolo e professione) nel mondo. Anche la bandiera Arcobaleno é un simbolo laico. A questo particolare, cara FIDES,  non ci avete pensato? Allora il modesto consiglio di una cristiana laica che si sforza dal basso di vivere coerentemente la sua vita di credente: si cominci a scendere dalle poltrone e si cominci a vedere anche il rovescio della medaglia, e a non pensare che tutto sia male e demoniaco. I cosiddetti diversi ( movimenti non global, omosessuali etc...) che oggi fanno tanto discutere in questa chiesa, per i quali voi manifestate tanto riserbo, paraocchi e severità, quasi a chiudere completamente le porte e sbarrare loro i muri degli edifici sacri, (mancando perciò nell'esercizio principale della carità fraterna) non dimenticate che anche loro sono, come voi e come tutti, figli dello stesso Dio. Gesù disse di essere venuto a chiamare i peccatori non i giusti. E disse ancora che in cielo c'era più gioia per un figliol prodigo ritrovato che per 99 giusti.
Ma a questo punto mi sorge seriamente un dubbio e mi domando: Chi sono in realtà i veri peccatori? E voglio ricordare ancora quei moniti di Gesù in quella parte in cui si legge: "Guai a voi..."(che voi dottori della legge conoscete benissimo...). Chissà quel guai a voi , oggi a chi sarebbe più giusto indirizzare?
Anche i diversi( i cosiddetti gay) hanno qualcosa da insegnarci...Ho letto delle testimonianze di gay convertiti al cristianesimo che hanno partecipato a quelle parate-raduni di omosessuali annuali; vi assicuro che le parole lette hanno suscitato e rafforzato in me ancora di più il significato autentico e profondo che trapela dalla bandiera Arcobaleno. Quello di cui anche Gesù dice:  "In realtà coloro che sono considerati diversi e ultimi in questo mondo vi sorpasseranno per la loro testimonianza nel regno del padre mio, cosìcché i primi in questo mondo saranno gli ultimi e gli ultimi in questo mondo saranno i primi  nel regno dei cieli"
Che grandi parole..Ma vedete che il dolce Gesù ha portato un messaggio di 'Liberazione' e non di oppressione! Meditate gente, meditate prima di parlare e di giudicare il prossimo. Prima di tutto si pratichi il comandamento: Ama il prossimo tuo come te stesso. Oggi molti dottori della chiesa  a causa di regole troppo rigide e chiuse anziché avvicinare i lontani, rischiano di scandalizzare.
Il comunicato lanciato dalla FIDES, nel quale si screditava i movimenti e le persone che avevano abbracciato il simbolo laico della convivialità delle differenze, ovvero la Bandiera Arcobaleno della Pace, é stato discriminatorio, irrispettoso e manchevole di carità nei riguardi di tanti cristiani credenti che, a partire dalla sottoscritta, cercano ogni giorno di onorare e di restituire a questo simbolo mediante la pratica dell'esercizio e dell'impegno missionario costante nel mondo,  il vero valore e significato di questa bandiera e di questi colori (la convivialità delle differenze), col dare voce a chi non ha voce, coll'essere di parte e schierarsi sempre dalla parte degli ultimi e di difendere la Verità pura e reale che proviene dal messaggio autentico della fede trasmessoci da Gesù: "Il vostro parlare sia si- si, no- no, il di più viene dal maligno"."Spogliatevi dunque di tutti i vostri beni (impero, potere)e dateli ai poveri ( rivestirsi di umiltà)..."
In ultimo: la Croce. Chi ha mai pensato di abolirla? La prova? Guardate la foto:  Agnese mentre accarezza il cagnolino "Pippo star Arcobaleno(soprannominato da Agnese)" immortalandolo con la mini bandiera Arcobaleno, indossa al collo la Croce, sulla quale, guarda caso, sono dipinti proprio i colori dell'Arcobaleno (Iride) della Pace. Questa é la Croce Missionaria della Pace. Simbolo della fede cristiana e del credo della testimonial della Pace. La storia di questa misteriosa e straordinaria Croce? La troverete sul sito della cantautrice per la Pace, una Pace che prima di cantarla cerca di praticarla concretamente mediante l'impegno e l' esempio di vita costante associato alla pratica sacramentale, al di là delle proprie caducità e debolezze umane. E poi non venite a dire che siamo ingenui.
A quel o quei 'ctali ' che si sono permessi di suggerire alla testimonial della Pace, di prendersi una pausa di riflessione, Agnese Ginocchio ora risponde che il messaggio lo ha caldamente accolto, la pausa se l'é presa ed ora ha risposto con questa missiva, che si prega di accogliere benevolmente e di diffondere largamente.
Ah dimenticavo la parte essenziale: Molto tempo fa, anni e secoli prima che la madame medium della famosa  teoria teosofica che avete tirato in ballo e cianfrusaglia varia (altre teorie di cui si legge  sempre nell'articolo della Fides) inventasse questo simbolo, fu Dio stesso ad usarlo per primo, guarda caso. Se oggi questo é un simbolo laico ed ecumenico, già allora Dio dimostrò di essere Egli per primo il Dio laico e dalla parte dei laici. Dopo il diluvio universale fu Dio a porre il suo Arco come segno di Pace, di alleanza e di riconciliazione con l'uomo. Sempre con questo 'segno' Dio promise ad un profeta laico 'Noe' che non avrebbe più distrutto più il mondo.
Oggi invece é l'uomo che lo sta distruggendo e lo sta devastando a causa delle sue azioni inique e di potere, con le leggi fuorvianti e la poca carità nell'assumere uno spirito di apertura e di dialogo e di non rispetto verso il prossimo e l'ambiente donod el creatore.
Ancora: l' Arcobaleno rappresenta anche la Madonna,  Maria Santissima Regina della Pace, Regina dell'Universo e del mondo. Rinfrescatevi la mente e andatevi a leggere  a fondo la storia dell' ultima apparizione della Madonna di Fatima del 13 ottobre 1917. L'Arcobaleno anche in questo straordinario evento soprannaturale e paradisiaco comparve quasi a fare da cornice alla Madonna dopo la grande pioggia, poi subito a seguire il maestoso miracolo del sole. Ancora protagonista l'Arcobaleno, simbolo biblico per eccellenza,  fu visto nella visione dell'apostolo Giovanni di cui si legge nell'Apocalisse cap. X,1-7.(...Vidi un Angelo possente discendere dal cielo: era avvolto da una nube e l'Arcobaleno cingeva il suo capo...etc..etc..) ".
"Sarà eretica e fuori di testa per quello che ha scritto la testimonial della Pace? Maah..ognuno é libero di pensare ciò che vuole...Alla fine sarà Dio a leggere nei cuori di ciascuno e a giudicare a seconda delle nostre opere di bene l'umanità. Noi non ne siamo degni, ne abbiamo potere di farlo perché siamo creature misere impastate di polvere e fango. Per quel che le riguarda d'ora in poi: Agnese andrà avanti per la sua strada con una maggiore consapevolezza: quella cioé di stare e di sentirsi nel posto giusto a compiere esattamente una missione (un disegno) che le é stata affidata dall'Alto. Non é un caso che sia nata e sia venuta al mondo proprio nel giorno di San Francesco d'Assisi,strumento di Pace,  un' altro grande personaggio che prendendo esempio da Cristo si spogliò di tutti i suoi averi per abbracciare la povertà. Francesco sconvolse le regole del tempo dando così una bella lezione(mazzata) alla chiesa ormai immischiata nei troppi affari temporali di potere e ricchezze, dimenticando l'essenza, cioé la spiritualità ed il servizio".
Ma ormai, ritornando alla storia iniziale, e grazie soprattutto all' Arcobaleno Agnese Ginocchio ci fa sapere di avere oggni un'amico in più con il quale é entrata in piena sintonia: "Pippo star Arcobaleno"..! "Cara FIDES -conclude la testimonial della Pace- attenti a non scandalizzare più quella parte di chiesa laica costituita da tanti uomini e donne di Pace che si sforzano di praticare la carità, la povertà e la nonviolenza evangelica"..."La mia casa é casa di preghiera -disse Cristo, Profeta e Re della Pace ai banditori e speculatori del suo Tempio-e voi ne avete fatto una spelonca di ladri..." Shalom!
 
Fonte: da Agnese Ginocchio-cantautrice e testimonial per la Pace. 
www.agneseginocchio.it
 
Premio Unicef Campania per l'impegno Arte a servizio della Pace;
Premio nazionale legalità Paolo Borsellino, per l''impegno sociale e civile;
Colomba Pace Assisi;
titolo Ambasciatrice di Pace;
Premio nazionale in memoria delle vittime su lavoro-morti bianche;
 
Foto in allegato: Autore: Andrea Pioltini, fotoreporter
 
P.s: Agnese Ginocchio desidera ricordare di trovarsi in piena sintonia con gli articoli in risposta alla Fides scritti dai giornalisti "Carlo Gubitosa" (vera origine bandiera dal Movimento Nonviolento di Aldo Capitini) e "Giacomo Alessandroni" di Peacelink, con l'articolo di don Vitaliano della Sala, con quello di Giovani e Missioni (comboniani) e con quello di padre Alex Zanotelli
 
Vedi alcuni articoli correlati:
 
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl