18/9: Bolgia presente The City of Angels con Boosta Subsonica, Cirillo, Intrallazzi // altri eventi Bolgia

18/9: Bolgia presente The City of Angels con Boosta Subsonica, Cirillo, Intrallazzi // altri eventi BolgiaMedia Info Ufficio Stampa: Lorenzo Tiezzi + 39 3393433962

15/set/2004 18.28.47 LTC Lorenzo Tiezzi Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Media Info Ufficio Stampa: Lorenzo Tiezzi + 39 3393433962
lt@lorenzotiezzi.it


Alcuni dei prossimi eventi Bolgia (Bg) www.bolgia.it:

18/9: L’Inaugurazione del sabato notte The City Of Angels con Boosta
from Subsonica, dj Cirillo, Roberto Intrallazzi.

25/9 Terapia Intensiva Airport Night con Farfa, Lorenzo LSP e Justin
Drake from Peace Division

16/10 Terapia Intensiva e compleanno del Bolgia con in consolle Todd
Terry

31/10 Halloween Night: X Press 2, Rob Mello, Lottie. Ovvero i dj più
raffinati dell'Uk (quelli di Lazy, nel cui video David Byrne non si
alzava mai da un divano), uno dei nomi top dell'underground, e la dj
girl più famosa del mondo.

20/11: Tom Stephan Aka Superchumbo, Pete Heller, ovvero due nomi top
della house made in Uk

E poi, prossimamente, Convention, una assoluta novità in Italia: una
serata in cui tutti i dj che suonano sono internazionali. Per una
notte, e senza spostarsi dall'A4, si potrà ballare al ritmo di Londra,
Ibiza, New York.

Contatti Bolgia
www.bolgia.it info@bolgia.it
335465818 3471430373 035506742
Osio Sopra (Bg) Austrada A4 Milano Venezia Uscita Dalmine. Primo
semaforo sinistra - 2,5 km direzione Milano - sulla destra





Luogo è in inferno detto Malebolge,
tutto di pietra di color ferrigno,
come la cerchia che dintorno il volge.
(Da l’Inferno di Dante, Canto XVIII)

Il 18/09 riapre il Bolgia (bg), senz'altro il club più 'in vista' del
panorama italiano (si vede chiaramente passando sull'A4, all'altezza
dell'uscita Dalmine): dopo due anni di successi, la stagione 2004-2005
è all'insegna della house music più coinvolgente e delle atmosfere
forti e teatrali che tanto hanno fatto parlare, e sopratutto, ballare.

Media Info Ufficio Stampa: Lorenzo Tiezzi + 39 3393433962
lt@lorenzotiezzi.it

18/09: Bolgia presenta The City Of Angels www.bolgia.it

18/9: L’Inaugurazione del sabato notte The City Of Angels. Per la prima
serata della stagione 2004/2005 alla consolle del Bolgia saranno Boosta
from Subsonica, Cirillo (Dc 10 Ibiza, Peter Pan Riccione), Roberto
Intrallazzi, Enrico Logallo, Matthe. Le notti del Bolgia sono lunghe,
ma con l’house music che propongono i top dj del club, passano in un
attimo.

Sabato Notte 2004: The City Of Angels
The City of Angels è una evoluzione dei gironi di Dante, ma con un
tocco ancora più spettacolare. Due angeli di 6 metri, con un’apertura
alare di 7 metri, saranno posti all’ingresso del Bolgia, a proteggere
chi la notte la passa ballando. Sempre all’esterno del club, una
piramide con all’interno un dj che propone la sua musica. Gli Angeli
scacciati dal Paradiso sono quelli che abitano il livello più basso del
club, via via salendo si trovano le gerarchie superiori. Tutto ciò
perché al Bolgia la dimensione teatrale dell’animazione è sempre
presente e coinvolge i ragazzi che vengono a ballare. “In un certo
senso, gli angeli che vengono a ballare al Bolgia sono proprio loro, i
ragazzi", racconta Giordano Vecchi, che al Bolgia si occupa di molte
cose tra cui la direzione artistica: "Gente normale, ma che vive la
notte in una sua dimensione parallela, diversa da quella di chi, di
notte, dorme soltanto”. Tutto questo, giova ricordarlo, a pochi metri
dall’A4, dove il traffico, anche di notte, non dorme mai.

25/9: Terapia Intensiva Airport Night, l’Evento. E’ la one night del
Bolgia, quella che in molti aspettano per poter ballare da mezzanotte a
mezzogiorno. In molti, anzi, decidono di perdersi la parte iniziale
della serata ed entrare solo quando il sole sta sorgendo, alle 7 di
mattina. Per la prima Terapia Intensiva in consolle ci sono Farfa,
Lorenzo LSP e Justin Drake from Peace Division. Il tema della prima
Terapia Intensiva sarà l'aeroporto, ed i ricordi che tutti abbiamo
dell'11 settembre 2001. "E' un monito per non dimenticare ciò che è
avvenuto 3 anni fa, lascia il segno e ce ne dimentichiamo. Non è un
party per 'festeggiare' o mettere in ridicolo quell'evento. Vogliamo
portare anche la riflessione in un luogo di divertimento", racconta
Giordano Vecchi.


Il nome: Perché Bolgia? “Perché è un nome particolare, che esce dagli
schemi e dalla banalità dell’inglese”, racconta Giordano Vecchi, che
non ama definirsi art director del Bolgia, perché si occupa di tutto,
all’interno del club. Tornando al nome, prosegue: “Bolgia è un nome
forte, ovviamente, spesso legato agli stadi (“era una bolgia, si sente
dire), o alle situazioni più coinvolgenti, anche in senso positivo, ma
nessuno lo aveva mai legato a un club. E poi, il Bolgia si chiama così
perché situato su tre livelli comunicanti uniti da una rampa…”. Una
vera Bolgia dantesca che si muove all’unisono al ritmo della house
music più potente a 5 metri dalla autostrada A4 Milano Venezia.

La Location: a 5 metri dall’A4.
Il locale, situato su 3 livelli collegati da una rampa, è situato nella
zona industriale di Dalmine. Non una zona ‘alla moda’, quindi; non una
zona post-industriale, una di quelle considerate ‘cool’ per allestire
bar e ritrovi. Una vera zona industriale, con tir, luci accese giorno e
notte, e l’A4 a 5 metri dall’A4, l’arteria che collega Torino, Milano,
Venezia, Trieste. Il club è tutt'uno col parcheggio, luogo in cui già
si balla quando si è in coda. Eccezionale è anche l'impianto audio del
Bolgia, potente e nitido.

Bolgia: la notte come luogo d’incontro e d’espressione artistica.
Non sono molte le discoteche che danno grande spazio ai dj con
cartelloni e striscioni in cui è scritto chiaramente il nome di chi
sarà in consolle. Poca grafica, e molta sostanza: a caratteri cubitali
si legge il nome dell’artista. Il Bolgia lo fa per un motivo preciso,
proprio come accade, ad esempio, all’Apollo di New York: il pubblico
viene per un artista preciso, per quel dj e non per un altro. “A molti
apparirà strano, ma la nostra esperienza è che i ragazzi vengono al
Bolgia per vivere un’esperienza che mescola divertimento ed esperienza
artistica”, racconta Giordano Vecchi: “ad esempio, quando abbiamo
organizzato una one-night dedicata alla caduta del Muro di Berlino,
abbiamo costruito un muro in polistirolo, e i ragazzi hanno iniziato a
buttarlo giù proprio al momento in cui avevamo pensato che ciò
accadesse. Non prima, e non dopo”.

La Musica del Bolgia: solo House
House in tutte le sue sfumature, House internazionale, con una grande
attenzione per nomi top del panorama britannico, da sempre il più
innovativo. Anche gli italiani come Intrallazzi, che al Bolgia suona 2
sabato al mese, hanno un sound house elettronico decisamente
internazionale (di Intrallazzi la produzione di The Pleasure is All
Mine, l'ultimo album della leggenda housei Kym Mazelle). E poi Enrico
Logallo, il cui nome non stona, per qualità musicale, accanto a guest
come Tom Stephan Aka Superchumbo, Todd Terry, Farfa, Lorenzo LSP e
Justin Drake from Peace Division, Boosta from Subsonica, Cirillo.

Il Bolgia e i media. Del club hanno scritto tutti i pià importanti
media italiani. Lucignolo di Italia 1 è praticamente di casa, Panorama
lo scorso anno ha dedicato lunghi articoli al club, così come il
Corriere della Sera. Non c’è da meravigliarsi. Nell'asfittico panorama
dei club italiani, lo staff del Bolgia ha il coraggio di osare e
proporre nuove idee. Dopo la Demolition Night (in cui una macchina
veniva distrutta sotto gli occhi dei clubber), dopo la Notte
dell'Impiccato (in cui alcuni fantocci erano impiccati a pochi metri
dall'autostrada), anche nella stagione 2004-5 ci sarà di che far
parlare i media, a partire proprio dalla Airport Night del 25/9. Non
accade ogni giorno che un club leghi una serata all'11 settembre. E
poi, media a parte, tanta musica per far ballare chi la notte
preferisce non dormire.




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl