COMUNICATO: "NELLA NOTTE BIANCA DEL MONDO" - MAYA CANTA LA CANZONE UFFICIALE DELLA NOTTE BIANCA DI BRESCIA

21/set/2009 14.29.42 merendinemusica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 COMUNICATO: "NELLA NOTTE BIANCA DEL MONDO" - MAYA CANTA LA CANZONE UFFICIALE DELLA NOTTE BIANCA DI BRESCIA

MAYA - “NELLA NOTTE BIANCA DEL MONDO”
Canzone Ufficiale della Notte Bianca di Brescia – 03/10/09


Si intitola "Nella Notte Bianca del Mondo" e sarà la canzone ufficiale della Notte Bianca di Brescia, in programma sabato 3 ottobre 2009.
A cantarla è Maya, la giovane bresciana che nella notte tra sabato e domenica sarà insieme a Francesco Renga la voce di Brescia nella Notte Bianca Internazionale.

"Nella Notte Bianca del Mondo" è scritta da un altro bresciano, il cantautore Beppe Donadio.

Luce, tempo, parola e vita moderna. Questi gli ingredienti tematici della Notte Bianca di Brescia, sintetizzati nella canzone "Nella Notte Bianca del Mondo", un inno alla condivisione, voluto dall'Amministrazione Comunale per celebrare l'evento. La canzone si snoda tra riferimenti all'arte, al tempo e allo spazio, gli stessi concetti da vivere e condividere a longitudini diverse, nel medesimo istante, in tutte le città coinvolte.
Un canto che è riflessione sull'attività umana, intenta nei secoli a scrivere la storia ("un lungo racconto"), quell' umanità che in questa occasione celebra in musica il suo " percorso continuo e infinito".
"Nella Notte Bianca del Mondo" ha sullo sfondo il Tempio, uno dei simboli della città di Brescia ed insieme la location storica che accoglierà l'esibizione di Maya, sabato 3 ottobre.

Maya e la canzone ufficiale della Notte Bianca, insieme alla sua versione in lingua francese ("Dans la Nuit Blanche de la Terre"), vedranno presto la luce su un cd contenente tre brani stampato su iniziativa del Comune di Brescia per l'occasione, completato da una bonus track in lingua inglese ("Still the only Way").

Grazie per l'attenzione.

Maria Chiusolo
Ufficio Stampa MerendineMusica>
maria@merendinemusica.com
www.merendinemusica.com




“NELLA NOTTE BIANCA DEL MONDO”
Testo e musica di Beppe Donadio

La luce stasera mi svela un tempio
E' storia che vedi anche con il giorno
Nessun dorma, perche' non e' stato mai tanto grande
Lo spazio che ci unira' con la gente
La luce stasera mi sembra tanta
E passa sul mondo come una grande onda
Nessun dorma, perche' adesso siamo noi questa onda
Che parte e che arrivera' fino in fondo
A mille chilometri da questa piazza intorno a me

Nella notte bianca del mondo
Tra le mura di questa citta'
A rincorrere il filo del tempo
Di una notte che ci abbraccera'
Nella notte bianca del mondo
Le persone si trovano qui
A riscrivere un lungo racconto
Il percorso continuo e infinito
Dell'umanita'

La vita moderna ci spegne dentro
E dimentichiamo che esiste un senso piu' profondo
Nessun dorma, perche' non c'e' stata mai tanta voglia
Di un'alba che arrivera'
E che e' la stessa a mille chilometri
Da questa piazza intorno a me

Nella notte bianca del mondo
Tra le mura di questa citta'
A rincorrere il filo del tempo
Di una notte che ci abbraccera'
Nella notte bianca del mondo
Le persone si trovano qui
A riscrivere un lungo racconto
Il percorso continuo e infinito
Dell'umanita'

E intanto l'uomo si ritrova qui
E cerca un sole che ritrova qui
E le nazioni sono tutte qui
Per chiamare a raccolta le stelle

Nessun dorma
Perche' non c'e' stata mai
Una notte che non ho pensato di
Di volare a mille chilometri
Da questa piazza intorno a me

Nella notte bianca del mondo
Tutti insieme a riscrivere il film
Di una vita che dura un secondo
Ma che a noi sembra l'eternita'

Nella notte bianca del mondo
Le persone si trovano qui
A riscrivere un lungo racconto
Il percorso continuo e infinito
Dell'umanita'

La luce stasera mi svela un tempio



“DANS LA NUIT BLANCHE DE LA TERRE”
Testo italiano e musica di Beppe Donadio
Traduzione di Elena Galati
Adattamento di Beppe Donadio

La lumière ce soir me révèle ce temple
C'est de l'histoire que l'on peut voir de jour
Nessun dorma, l'espace qui nous unira avec les gens
n'a jamais été aussi, aussi grand

Quelle belle lumière dans le monde
elle passe sur la terre comme la plus grande des ondes
Nessun dorma, désormais nous sommes ces ondes
ces ondes qui partent, qui s'en vont e qui arriveront
jusq'au fond, à plus de mille kilomètres
de cette place autour de moi

Dans la nuit blanche de la terre
parmi les murs de cette ville
en poursuivant le fil du temps
d'une nuit qui nous embrassera

Dans la nuit blanche de la terre
les personnes se trouvent ici
et écrivent à nouveau un long récit
le parcours continu et infini de l'humanité

La vie de nos jours éteint notre âme
Et bien des fois on oublie le sens profond
Nessun dorma, on languit de voir ce sens
ce sens profond qui se lève et vit dans l'aube
qui est la même à mille et mille kilomètres
de cette place autour de moi

Dans la nuit blanche de la terre
parmi les murs de cette ville
en poursuivant le fil du temps
d'une nuit qui nous embrassera

Dans la nuit blanche de la terre
les personnes se trouvent ici
et écrivent à nouveau un long récit
le parcours continu et infini de l'humanité

et l'homme se retrouve ici
le soleil se retrouve ici
tous les pays sont ici
tous ensemble rassembler les étoiles

Nessun dorma car toutes les nuits j'ai rêvé
de voler, avec l'imagination, de planer
à mille et mille kilomètres
de cette place autour de moi

Dans la nuit blanche de la terre
tous ensemble nous regardons ce film
c'est la vie qui ne dure qu'un instant
mais qui nous semble l'éternité

Dans la nuit blanche de la terre
les personnes se trouvent ici
et écrivent à nouveau un long récit
le parcours continu et infini de l'humanité

La lumière ce soir me révèle ce temple

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl