MORBID ANGEL E PUNKREAS AL LIVE

Allegati

03/apr/2005 03.23.05 L'altoparlante diffusione di notizie e suoni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 
 
via Fratelli Bandiera 15 Trezzo sull' Adda (MI) Tel. 02/9092478 info@liveclub.it  www.liveclub.it   

 
giovedi 7 aprile MORBID ANGEL
 
 
 
Quartetto proveniente da Tampa, Florida. Altars of Madness (1989), il loro primo album, è diventato una sorta di Bibbia per i gruppi death che seguiranno, ispirati dalla morbosa brutalità di brani come Visions from the Darkside, Chapel of Ghouls, Maze of Torment e Bleed for the Devil. Le anime del gruppo sono i chitarristi Trey Azagtoth e Richard Brunelle. Azagtoth, fino a qualche anno fa, godeva di una fama piuttosto discutibile: raccontava di essere in realtà un vampiro vecchio di trecento anni. E spesso sul palco andava soggetto ad atti di autolesionismo come il morsicarsi e succhiare il proprio sangue dalle ferite davanti a un pubblico allibito. Cita come film preferito in assoluto il romeriano Day of The Dead e tra le letture più frequentate Lovecraft, il Necronomicon e la Bibbia Satanica. Il successivo Blessed are the Sick (1991) ha una splendida cover che riproduce il quadro Les Tresors de Satan, del belga J. Delville (1867-1952). Registrato al mitico Morrisound Studio di Tampa, contiene brani come Unholy Blasphemies, The Ancient Ones, Abominations, Day of Suffering, Fall From Grace e Doomsday Celebration, introdotti da brevi aperture orchestrali, con cori da chiesa, organi, fiati, chitarra classica, flauto. Piccoli frammenti di quiete, insomma, nel mare violentissimo del suono proposto dal gruppo. Autori di testi oscuri e, talvolta, demoniaci, i Morbid Angel sono comunque molto lontani dall'esaltazione fanatica dei Deicide e coltivano con compiaciuta soddisfazione un'estetica decadente e morbosa: "Usiamo l'oscuro, la parte più buia della natura che pochi conoscono ed hanno esplorato. Il messaggio del nostro gruppo è quello di resistere a ogni oppressione e fare quello che si ritiene più giusto per se stessi". La voce rauca di David Vincent si scaglia spesso contro i problemi sociali con un occhio di riguardo, in particolare, verso l'ipocrisia religiosa.
Dopo l’uscita del loro ultimo album “Heretic”, tornano in tournee  con il The Masters of Chaos tour con la loro formazione originale.
www.morbidangel.com
venerdì 8 aprile PUNKREAS
  

Nascono nell'89. Esordio con Isterico. 8 brani registrati e mixati in 12 ore. 6.000 copie vendute con una distribuzione totalmente underground e un singolo, “Il vicino”, diventato presto anthem dello ska-core italiano. Nel 92 esce il secondo album: United Rumours of Punkreas. Ancora otto i brani inclusi. Questa volta si fanno distribuire da un’etichetta storica: la TVOR di Stiv Valli, nel cui catalogo si trovano tutti i gruppi di riferimento dell’harcore italiano anni 80, da Negazione a Indigesti, Crash box e Peggio Punx. “Occhi puntati” è il singolo che rimarrà imprescindibile nella scaletta dei concerti degli anni a venire

Il 95 è tempo di Paranoia e Potere. Questa volta i pezzi sono 13. Forse anche l’utilizzo di una tecnologia bassa ma decisamente calda, contribuisce al grande risultato finale. “Paranoia e potere” è un disco compatto dall’inizio alla fine, senza cedimenti. Alcuni brani, tra cui “Aca toro”, “La canzone del bosco” e “Tutti in pista” sono a tutt’oggi momenti imprescindibili del live. L’ultimo report indica che in questi dieci anni state vendute 45.000 copie del disco. E’ facile prevedere che “Paranoia e Potere”, ormai identificato come un classico del punk rock italiano, continuerà ad essere richiesto.

Concerti, concerti e ancora concerti. Il live è un vero punto di forza della band, oltre a costituire all’epoca pressoché l’unico valido strumento promozionale.

L’interesse sempre maggiore verso la band, dovuto soprattutto al grande impatto dei Punkreas dal vivo, porta naturalmente alla ristampa di Isterico e United Rumours Of Punkreas.

I Punkreas fondano la loro etichetta ATOMO DISCHI e pubblicano Elettrodomestico. Dieci nuovi brani che danno spazio a nuove sonorità, oltre la consolidata formula punk.

Partecipano a Teste Vuote Tour e al Warped Tour, insieme a gruppi di culto come NOFX, Bad Religion, Specials, Rancid, Primus, Lagwagon, No use for a name e altri.

A Settembre 99 partecipano all’Independent Day suonando con Offspring e Joe Strummer e fanno un tour trionfale di 12 date in preparazione di Pelle che conferma l’altissimo tasso di interesse da parte del pubblico.

Il 18 febbraio 2000 la band pubblica Pelle, registrato con la collaborazione di Carlo Rossi. È il primo disco in cui i Punkreas lavorano a fondo sulla produzione, sui singoli suoni. Il disco è arrivato a vendere 35.000 copie e, come insegna “Paranoia e Potere”, non ha ancora esaurito le sue potenzialità. Tra i brani di maggior successo, “Voglio armarmi” e “Sosta”. Per questo, come per il disco successivo, i Punkreas saranno prodotti da Discopiù, una piccola ma dinamica etichetta milanese, già nota per aver messo sotto contratto i Prodigy, prima della loro esplosione a livello mondiale.

La band viene invitata a partecipare all’Heineken Music Festival e all’Independent Day dove ottiene consensi entusiastici. In queste occasioni ha la possibilità di suonare con Rage Agaist The Machine, Blink 182, Limp Bizkit, Deftones.

Il lunghissimo tour del 2001 (100 date) registra il “sold out” ovunque.

A giugno 2002 esce Falso. Il primo singolo "Canapa", dopo una iniziale censura da parte di alcune emittenti televisive e radiofoniche, viene “sdoganato” da Radio Dee Jay e quindi ripreso, in versione video, da MTV. Ovviamente, per il pubblico dei Punkreas, diventa subito il nuovo anthem che va ad aggiungersi ai precedenti

Il 2002 vede anche il cambio di line up: Mastino, il batterista, ha lasciato il suo posto a Gagno, da anni attivo nella scena punk. Il suono della band resta granitico, ultracinetico, energico Il gruppo viene invitato a partecipare all'MTV BRAND:NEW:TOUR.

Continua anche nel 2003 il lungo tour di “Falso”, che comprenderà anche una nuova esibizione all’Heineken Jammin Festival, questa volta di fronte ai 60.000 accorsi per la serata dei Metallica. Inoltre, per la prima volta, i Punkreas escono dai confini nazionali, con un minitour in Germania, che culmina con una doppia esibizione a Wild at Heart di Berlino. Il 26 novembre del 2004, i Punkreas torneranno a Berlino come headliner dello storico festival punk organizzato annualmente presso lo SO 36.

Dopo più di un anno di pausa live e di lavoro in studio, il 4 Febbraio uscirà Quello Che Sei, ultimo lavoro della band,

Quello che sei conterrà 11 nuove canzoni, e le prime 15.000 copie avranno in omaggio un DVD in cui i Punkreas illustreranno un’interessante ipotesi sull’origine della legislazione punitiva nei confronti dei consumatori di canapa. Il titolo del DVD sarà “La grande truffa della marijuana”.

Un disco in puro stile Punkreas, sia nei testi che nelle musiche: caldo, diretto, senza fronzoli. Piacerà a chi ci piace e disturberà chi ci disturba, e questo.

"Quello Che Sei" è un album che vede i Punkreas ribadire il loro status di punk-rock band impegnata politicamente: con titoli del calibro di "American Dream", "Fratello Poliziotto", "Un Giorno Migliore", "Chirurgo Plastico", "L'Uomo Con Le Branchie" i cinque rockers sono decisi a "non prendere prigionieri".

Le canzoni presenti avrebbero in realtà dovuto essere 12. La dodicesima era una cover di “What a wonderful world”, canzone portata al successo, tra gli altri, da Louis Armstrong.

Purtroppo la riscrittura ironica del mielosissimo testo originario, non è affatto piaciuta alla casa editrice americana che detiene i diritti del brano, e che è in odore di forti simpatie pro-Bush.

Si capisce che, in tempo di guerra, dei conservatori possano irrigidirsi sentendo cantare di missili traccianti che oscurano l’arcobaleno e di stelle cadenti che distruggono intere città, il tutto condito dal sarcastico commento “e io penso tra me, ma che bel mondo è”.

Così i diritti di pubblicazione sono stati decisamente negati sine die, e la canzone in versione Punkreas, benché registrata e mixata, potrà essere ascoltata in via confidenziale e privata solo da qualche sparuto gruppo di amici e fans del gruppo. Come sempre, i Punkreas si sono occupati anche della grafica di copertine e manifesti. www.punkreas.net

 


sabato 2 aprile RAD1

I RAD1 hanno decisamente cambiato il modo di fare cover. La personalità, lo stile e la poliedricità dei cinque "RADdi" si espletano sul palco in modo sensibile tanto da farli definire una "NON COVER BAND". Nel loro show, decisamente molto alternativo, si passa con coerenza dal rock allo ska, dal new metal al canto a cappella, dal jazz alla samba, senza trascurare i particolari che fanno dei RAD1 una band decisamente speciale e inimitabile. Giudicata dai più la miglior band del momento, propongono una serie di brani completamente riarrangiati in modo da renderli adatti ad un'atmosfera esplosiva. Lo spettacolo, di forte impatto emotivo, è composto anche dalle ballerine che li accompagnano ed è di quelli che lasciano col fiato sospeso per tutte le due ore del concerto, lasciando spazio a tutto quello che d'imprevedibile può accadere quando questi 5 tizi si radunano sul palco.

 

 

 PRIMA E DOPO I CONCERTI DANCE ALL NIGHT CON DJ FROST E DJ DARKO IN CONSOLLE, AL RITMO DI: ELECTRODANCE, ROCK, SKA, PUNK, CROSSOVER, HIP-HOP, REGGAE, AND MORE..
 
 
mercoledi 6 aprile ANTHONY B E STARTRAIL FAMILY
giovedi 7 aprile MORBID ANGEL
venerdi 8 aprile PUNKREAS
sabato 9 aprile RAD1
venerdi 15 aprile GIULIANO PALMA & THE BLUBEATERS
sabato 16 aprile ASILO REPUBLIC
giovedi 21 aprile ITALIAN REGGAE CONTEST
venerdi 22 aprile SIR OLIVER SKARDY
sabato 23 aprile BAR MARIO
domenica 24 aprile OLLY MEETS THE GOOD FELLAS
venerdì 29 aprile ITALIAN TRASH NIGHT!
sabato 30 aprile MUPPET SUICIDE+Q-BASE
giovedi 5 maggio MARLENE KUNTZ
venerdi 6 maggio SKA J
giovedi 12 maggio GENTLEMAN & FAR EAST BAND


Queste segnalazioni vengono inviate a scopo informativo, per la Vs attività giornalistica e non sono oggetto nè di "spamming" nè di disturbo e, nel rispetto della legge 675/96, il trattamento dei  vostri dati, provenienti da elenchi o servizi di pubblico dominio, avviene solo all'interno del nostro ufficio. Per modifiche, aggiornamenti, esclusioni scrivere all'indirizzo sopra indicato.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl