La Nuit de la Chatte - Rock Against Violence a Roma

Da sempre in prima linea in una serie di battaglie sociali che considerano necessarie al progresso dell'umanità, sono da tempo schierati nella lotta contro il cancro silenzioso della violenza domestica e hanno dato il loro contributo più volte affinchè donne e uomini perbene si mobilitassero per debellarlo.

23/feb/2011 12.27.32 AnnoZeroLive Events Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Martedì 8 Marzo 2011
Live @ Angelo Mai
Via delle Terme di Caracalla 55a
apertura 22,00

...

PARTY FOR THE REVOLUTION

Presenta

LA NUIT DE LA CHATTE
Rock Against Violence


BETTY POISON
www.myspace.com/bettypoison

KYUURI
www.myspace.com/kyuuri

FRANCESCA ROMANA MICELI PICARDI
www.facebook.com/pages/Francesca-Romana-Miceli/272552400460



***

È l’8 Marzo ed è anche Martedì Grasso. Avete due possibilità: se siete
donne qualunque potete festeggiare l’8 Marzo in una discoteca e
infilare banconote nelle mutande di qualche spogliarellista, se siete
uomini qualunque potete mettervi un buffo costume e ubriacarvi in uno
dei tanti locali che offrono questa possibilità. Se invece siete
persone pensanti potete fare, anche oggi, il vostro pezzetto di
rivoluzione.

Ci illudiamo che la violenza sulle donne sia un problema che riguarda
ormai altre culture, altri paesi, altre religioni o almeno altre
classi sociali. Vibriamo di doveroso sdegno alla notizia di pratiche
barbariche e abusi che avvengono a centinaia di migliaia di chilometri
da casa nostra e ci sentiamo al sicuro: siamo occidentali progressisti
della classe media, non abbiamo di questi problemi.

La violenza sulle donne, quasi sempre commessa nell’ambito domestico,
è un male silenzioso e diffusissimo che colpisce tutte le classi
sociali, per mano di carnefici di tutte le età e delle più svariate
estrazioni. Esistono violenze fisiche, psicologiche, economiche e -
più spesso- violenze e basta, che si articolano in tutti i campi
dell’esistenza di donne che faticano ad ammettere di avere un
problema, sotto gli occhi di famiglie, amici e conoscenti che voltano
pudicamente lo sguardo da un’altra parte ogni volta che una donna
“cade dalle scale”.

Chi conosce Party for the Revolution sa che il nostro modo di cambiare
le cose passa per i canali dell’arte e della musica e che il nostro
obiettivo è la consapevolezza del fatto che abbiamo in noi i mezzi per
migliorare l’ambiente che ci circonda.
AND NOW LET’S ROCK!

Ancora una volta è attraverso questi mezzi che intendiamo fare la
rivoluzione. Due band sul palco, la presentazione di una piece
teatrale, musica da ballare per tutta la notte, perché è pur sempre un
party, è pur sempre carnevale, è pur sempre la rivoluzione!

E PORTA UN’AMICA!

All’interno della struttura sarà presente un punto informativo della
coperativa Be Free, che da anni lotta contro tratta, violenze e
discriminazioni si impegna, fin dalla sua fondazione (febbraio 2007),
a promuovere una cultura della relazione e del rispetto tra i generi.
Costituita da professioniste specializzate nella violenza di genere
opera nel territorio nazionale ed internazionale attraverso azioni di
ricerca-intervento, formazione, sensibilizzazione, prevenzione e
accoglienza.
Se anche voi avete “un’amica che ha un problema” loro possono offrirle
un aiuto concreto. Presso il loro stand troverete materiale
informativo e personale preparato: se, come auspichiamo, non avete
neanche l’ombra di un problema, vi invitiamo comunque a conoscere
questa realtà che svolge un lavoro prezioso per la città di Roma.



ON STAGE:



BETTY POISON
www.myspace.com/bettypoison1


I Betty Poison sono un combo di violenza, fragilità, passione,
desiderio e riscatto, un trio magnetico che fa perno su una donna
"estrema", un gruppo di randagi solo parzialmente addomesticati che
visitano spudoratamente le regioni del rock nelle sue propaggini più
sensuali e strafottenti e che pur partecipando delle suggestioni del
grunge, del foxcore, del postpunk e del noise, continuano a rifiutare
ogni etichetta e a ritenersi fondamentalmente scrittori di canzoni
piene di lividi.
Di ritorno da un fortunatissimo tour negli Stati Uniti (da New York
City hanno attraversato l'East Coast suonando in Virginia,
Pennsylvania, New York, Washington D.C., New Jersey fino ad arrivare
in Vermont...) e pronti a tornarci dopo l'estate, nonchè ormai di casa
in tutta Europa con all'attivo concerti in Francia, Germania, Francia,
Belgio, Ungheria e Repubblica Ceca, i Betty vantano quattro brani
distribuiti dalla 20th Century Fox HE in allegato al dvd del colossal
hollywoodiano "Megiddo", hanno diviso il palco due volte con gli Hole
di Courtney Love, a Milano e a Roma, e sono stati colonna sonora di
una recente performance realizzata a New York da Anton Perich,
fotografo ufficiale di Andy Warhol, e documentata dalla Minimal
Cinema.
A Jackie Kennedy preferiscono Anna Magnani, amano il nero, il rosso, i
torbati, il kajal, Orson Welles, Kafka e Mishima.
Da sempre in prima linea in una serie di battaglie sociali che
considerano necessarie al progresso dell'umanità, sono da tempo
schierati nella lotta contro il cancro silenzioso della violenza
domestica e hanno dato il loro contributo più volte affinchè donne e
uomini perbene si mobilitassero per debellarlo.
Con questo spirito sono pronti a salire sul palco dell'Angelo Mai.
E vi aspettano con amore.



KYUURI
www.myspace.com/kyuuri

Le KYUURI non sono abbastanza indie, anche se non possono essere
mainstream. Non assomigliano abbastanza a nessuno e non hanno
abbastanza di nessun genere, insomma non sono nè zuppa nè pesce. Per
alcuni sono soltanto ragazzine, per altri fanno la musica del demonio.

In effetti, a loro sta piuttosto bene non essere in alcun modo
etichettate, anche se, dopo ripetute e insistenti domande su quale
fosse, in una parola, il loro genere musicale, hanno deciso di
inventare il termine “SkleROCKitch”.
Hanno chiamato così anche il loro primo album, uscito nel 2009 per
l’etichetta indipendente Think Positive. Dalle KYUURI aspettatevi:
riff distorti, irriverenti e pruriginosi, melodie taglienti e
fantasiose e una sessione ritmica potente, sincopata e a tratti
danzereccia; il tutto inglobato da una matrice rock e accompagnato da
liriche che riflettono una visione obliqua, distaccata e ironica del
mondo in cui viviamo. Dal vivo presentano uno show contaminato da
elementi scenografici e teatrali di ambientazione casalinga, avvolti
da atmosfere oscure e fanciullesche e inseriti in una cornice
elegantemente kitsch.



FRANCESCA ROMANA MICELI PICARDI

È un’attrice eccezionale, un’autrice con la rara capacità di cogliere
il sorriso amaro nella tragedia e il dolore nell’ilarità, nonché una
donna tenace, capace e un conduttore universale di emozioni.

Tempo fa si è imbattuta frontalmente nelle “120 giornate di Sodoma”.
A lettura completata ha preso carta e penna ed è nato “Chi è senza
paura scagli la prima pinzetta”.
Ha voluto dare voce a 4 Donne fragilissime e fortissime nello stesso tempo.
Quattro fiori del deserto. Piene di acqua ristoratrice all’interno
delle loro viscere.
Quattro voci che nessuno ascolterebbe, se non su un palco.
Renata, una puttana di strada, come ci tiene a precisare: non una
escort e nemmeno una signorina di “corte”.
Irma, una casalinga napoletana, picchiata dal marito. Ironica e
selvaggia. Come la vita.
Margherita, ammalata di un male del nostro tempo.
Ermanna, la saggezza del tempo che è trascorso sul suo corpo.
Nella sede dell’Angelo Mai, presenteremo le prime due.

In un giorno(l’8 marzo) che è diventato l’ennesima operazione
commerciale, tenteremo di urlare e sussurrare che le Donne (e ci tengo
alla d maiuscola) sono carne e volontà.
Quella stessa volontà che dopo mille ferite ci da il coraggio di
partorire bellezza.
E il rispetto che da sempre chiediamo.

***
... e fino a notte fonda vi faremo ballare!
Alla consolle troverete nuovamente dj Saretta, graditissima e
specialissima guest direttamente dalle fortunate e affollatissime
notti di Bassa Fedeltà!
Rock, indie, italian hits…


"A revolution without dancing is a revolution not worth having"
V.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl