Dal 24 aprile "Involitudine", il nuovo album di Zorama.

Il cantautore rock campano, Zorama, pubblicherà il prossimo 24 aprile il suo terzo album dal titolo "Involitudine".

Persone Michelangelo Iossa, Carmine Aymone, Gianni Morandi, Patty Pravo, Eduardo De Crescenzo, Domenico Modugno, Franco Migliacci, Roberto Zimermann, Cosimo Lombardi, Ciro Genno, Carmine Fanigliulo, Chiara Gandolfi, Marco Mignano, Davide Ferrante, John Tammaro, Luciano Zimmermann, Corrado Calignano, Gianni Varone, Andrea Palazzo, Aldo Granese, Mark Shirer, Mauro
Luoghi Napoli, Londra, Zurigo, San Giorgio a Cremano
Organizzazioni Amazon
Argomenti musica

09/mar/2012 20.57.28 Showbiza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Napoli – Un silenzio discografico durato quattro anni. Il cantautore rock campano, Zorama, pubblicherà il prossimo 24 aprile il suo terzo album dal titolo “Involitudine”. Il nuovo progetto musicale si presenta ancora una volta sotto forma di concept-album e si snoda in ben 18 tracce che sforano di poco la soglia dei sessanta minuti. Brani più fluidi, alleggeriti da quelle durate “kilometriche” alle quali Zorama ci aveva abituato in precedenza. Il disco, che è stato masterizzato a Londra da Mark Shirer (già collaboratore de i “Placebo” e “The Cure”), annovera numerose featuring come: Laye Ba, Luna Di Nardo, Aldo Granese, Varnadi, Jen & Spider of Resurrextion e una schiera di ottimi musicisti come i chitarristi Andrea Palazzo, Mauro statti e Gianni Varone, i bassisti Corrado Calignano, Saughelli, Luciano Zimmermann e John Tammaro, i batteristi Davide Ferrante e Marco Mignano, la flautista Chiara Gandolfi, il violista Carmine Fanigliulo e i pianisti e tastieristi Ciro Genno, Cosimo Lombardi e Roberto Zimermann. “Involitudine” è un “volo solitario in musica e parole”, Zorama denuda la sua anima di cantautore nelle stanze disadorne del suo piglio rock e le arreda di ambientazioni e di atmosfere che vanno dal gotico al dark e dal progressive al brit, sostenendo in maniera più che convincente i suoi contenuti e rendendo il suo impianto musicale ben lubrificato con accattivanti armonie e suggestive melodie. Nel disco c’è anche un brano scritto con il grande Franco Migliacci, autore tra le tante, di “Nel blu dipinto di blu – Volare” per Domenico Modugno, “Ancora” per Eduardo De Crescenzo, “La Bambola” per Patty Pravo e “C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones” per Gianni Morandi. Involitudine è il terzo capitolo, l’atto finale di una trilogia iniziata nel 2005 con “Cerchi e Semicerchi” e proseguita nel 2008 con “Frequento il Vento”, ma brilla di luce propria ed anche chi non ha ascoltato i precedenti dischi può comunque “interagire” con i contenuti del progetto. Edito da Zurigo Ed. Mus. per l’etichetta indipendente Smile Records, il nuovo concept di Zorama sarà presentato da i giornalisti e critici musicali Carmine Aymone e Michelangelo Iossa il prossimo 24 aprile alle ore 20:30 presso la Sala Fonderia di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano (Na). L’ingresso è gratuito e si potrà acquistare in anteprima il disco ad un prezzo speciale di lancio. Successivamente “Involitudine” verrà distribuito anche in digitale nei maggiori negozi virtuali del settore come Itunes, Amazon, E Music, Believe, ecc. www.zoramaofficial.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl