Are Rock Festival: il 29 febbraio a Barletta Mouse on My Shoulder, The River e Yes,Daddy,Yes

Are Rock Festival: il 29 febbraio a Barletta Mouse on My Shoulder, The River e Yes,Daddy,Yes E' partitoall'insegna del ritmo l'ArèRock Festival, che lo scorso 22 febbraio ha inaugurato la secondaedizione conVirnevera, 7 rose più tardi e Strani Giorni.

25/feb/2008 18.31.00 Ufficio Stampa Arè Rock Festival - J. S. Imbornon Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ partitoall’insegna del ritmo l’ArèRock Festival, che lo scorso 22 febbraio ha inaugurato la secondaedizione conVirnevera, 7 rose più tardi e Strani Giorni. Il concorso nazionale peremergenti organizzato a Barletta dall’associazione culturale EuropaGiovaneprosegue venerdì 29 dalle 21:30 in poi al pub “I Bucanieri” di vicoGloria conMouse On My Shoulder (Rock/Funk/Disco, Bari), The River (Alternativerock,Trani, BA) e Yes, Daddy, Yes (Indie-rock, Paestum, SA).

 
Mouse On MyShoulder
Rock/Funk/Disco (
Bari)
http://www.myspace.com/mouseonmyshoulder

Ilgruppo si base sull’alchimia che risiede nel funk, nel rock ‘n rollalla LedZeppelin e nei giochi vocali di Jeff Buckley. Dopo un primo demoautoprodotto,si sono dedicati all’attività live; i componenti provengono da varieformazioniprecedenti: Enzo Nezi (Zionè) ha militato in gruppi come Chewmytongue,Gianluigi Giorgio (Bulldog) da varie band e coverband pugliesi, ilcantanteMariano Rotunno ha registrato un LP con i Blindness. Hanno registratoinsiemeun primo album, ma è nei live che esprimono a pieno il loro potenziale,le lorocapacità tecniche e il feeling tra i loro musicisti; a marzo, sarannoall’Atmosphere Live Jazz di Milano e a La Cattedrale di Cusano Milanino. 

Formazione:
Mariano Rotunno – voce
Giorgio Gianluigi – basso
Enzo Nezi – chitarra
Giorgio Zaatar – batteria

 

The River
Alternative rock (Trani, BA)
www.theriverband.net
http://www.myspace.com/theriverbandmusic
 

L’idea della band nasce dalla comune passione perla scenamusicale britannica di Davide Leone e Andrea Cignarelli. Completatol’organicodel gruppo, il nome viene scelto come un omaggio alle sensazioni che lanaturaprovoca in loro. Nel novembre 2007 hanno registrato i brani che farannopartedel loro primo demo omonimo. Molto popolari al livello locale, hannoottenutoil terzo posto al concorso Contaminazione 2007 di Risceglie, sono statitra i10 semifinalisti al Rockcontest di Firenze (su 800 gruppi), e hannopartecipatoalle selezioni provinciali di Italia Wave 2008, dove hanno vinto ilpremio diControradio come band rivelazione. La loro “Don’t Give Back” haattiratol’attenzione della EMI.

Formazione:
Vincenzo Davide Leone – voce, chitarre, piano
Andrea Cignarelli – chitarre
Massimiliano Di Lauro – basso
Tommaso Sgarangella – batteria

Yes, Daddy, Yes
Indie-rock (Paestum, SA)
http://www.myspace.com/yesdaddyyes

La band prende forma agli inizi del 2006 e amadefinirsiindie-rock, ma il suo sound viene definito dagli addetti del settorecome acidoe crudo. Hanno all’attivo due demo che hanno permesso loro di aprirenumerosiconcerti di artisti affermati in Italia e all’estero come A ToysOrchestra, 65days of statis e Les Fauves. Attualmente stanno lavorando ad un nuovoEP, conla collaborazione speciale di Enzo Moretto degli A Toys Orchestra aisynth.Cercano di proporre un sound nuovo, che prende spunto dal sano rock n’rolldegli anni ’70.

Formazione:
Fabio Amitrano – voce, batteria
Paolo Coppola – voce, chitarra
Sergio Lotoro – basso
Andrea Benevento – chitarra

 

Anche quest’anno, inun solo mesee nonostante il bando sia stato lanciato durante le feste natalizie,numerosissime sono state le bandche hanno risposto all’appello: alla fine gli organizzatori hanno cosìcontato122 iscrizioni provenienti ancora una volta da tutt’Italia, dalla Valled’Aostaalla Sicilia, dalla Sardegna alla Toscana, dalla Calabria alla Puglia.I 30artisti selezionati per l’edizione 2008 ancora una volta porteranno inscenageneri diversi per influenze, pubblico e storia, come l’hard rock, ilpop,l’indie, l’elettronica, il cantautorato, il reggae, il gothic, il folke ilprogressive.

Per dare alla musicadei gruppiemergenti un palco grande quanto il mondo, o almeno quanto il WorldWide Web,gli show dell’Arè Rock Festival 2008 saranno riprodotti anche ne LaCittadellasu Second Life. Inoltre, mediapartner del festival saranno anchequest’anno ilportale di informazione musicale Musicalnews.com, quinto in Italia pernumerodi visitatori, la testata giornalistica quotidiana telematica CultTimee la BBCgroup produzioni by RiScatti di Sabino Balestrucci, Dario Battaglia edEnzoCampanella. Nuovi mediaparner invece il canale televisivo Amica9, lastessaCittadella e il primo mensile gratuito di musica e concerti nato inItalia,MusicClub.

 

Le migliori 6 band,accuratamenteselezionate da una giuria composta da esperti del settore, musicisti,giornalisti e appassionati, parteciperanno alla finale del concorso esicontenderanno i 2000 euro in palio. Ad uno deigruppi saràinoltre offerto un video-clip realizzato dalla BBC group, che si staoccupandoanche della produzione televisiva dell’evento. Per questa edizione, laCommissione artistica ha raccolto anche i brani checoncorreranno per laSezione Speciale “Una canzone per il Darfur”. Durante tutte le seratedellamanifestazione, sarà d’altra parte promosso dal movimento “Italians forDarfur”un appello rivolto a Rai, Mediaset e La7 per dare maggior spazioall’informazione sulla gravissima situazione della tormentata regionesudanese,dove da oltre quattro anni si combatte una sanguinosa guerra che haprovocatooltre 300.000 morti e 2.500.000  disfollati. Lo scopo e l’obiettivo è quello di squarciare il velo diindifferenzache periodicamente ricade sulle vicende del Darfur, come su altriconflittidimenticati di varie parti del mondo; secondo i dati del movimento, nel2006infatti sarebbe stata dedicata complessivamente solo un’ora in tv algenocidiodella regione sahariana.

 

La prima edizionedellamanifestazione è stata un successo di pubblico e di critica. Unfoltissimogruppo di appassionati ha seguito tutte le tappe del festival, dalle 12seratedi qualificazione presso il pub “I Bucanieri” di Barletta, cominciate afebbraio 2007, fino alla finalissima al Castello Svevo, inserita nellaprogrammazione degli eventi dell’estate barlettana promossi dal Comunedi Barletta.

Tra i sei finalistidell’edizione2007 (B.l.o.z., C.F.F. e il Nomade Venerabile, Giovanni Block e iMasnada, HopeLeaves, Leitmotiv, U’ Papun), presentati con maestria e professionalitàdaRosaria Renna, voce di RDS Radio Dimensione Suono, e dall'attore comicoUccioDe Santis, la giuria tecnica di calibro nazionale, composta da Paola De Simone (Radio in Blu), CorradoMinervini (Rockstar), Beppe Massara (produttore Gel Studio), JurijRicotti(Rockhard), Floriana Casiero (insegnante di canto e laureanda alConservatorio), Giuseppe Dimiccoli (Gazzetta del Mezzogiorno) e DorianaTozzi(Barlettaonline, Il Meridiano) incoronò vincitore Block e isuoi, la cuistraordinaria maturità, a fronte della giovane età, ha conquistatoanche ilClub Tenco, che pochi mesi dopo gli ha consegnato al Teatro Ariston diSanremoil prestigioso Premio Siae/Club Tenco dedicato agli autori emergenti. Aconcludere la finale dell’Arè, fu l’atteso concerto dell’icone italichedelpost-rock, i Giardini di Mirò, nell’ambito del tour dell’acclamatoalbum“Dividing Opinions”.

 

Jole Silvia Imbornone
Ufficio stampa Arè Rock Festivalufficiostampa[at]arerockfestival.it

 
Per informazioni
Viviana Chieffi 338.23.60.515
info[at]arerockfestival.it
Giuseppe Defazio 349.12.72.722
direzioneartistica[at]arerockfestival.it
Francesco Scatigno (presidenteEuropa Giovane) 328.18.50.120
organizzazione[at]arerockfestival.it

http://www.arerockfestival.it

http://www.myspace.com/arerockfestival

http://it.groups.yahoo.com/group/arerockfestival/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl