COMUNICATO STAMPA: domani 13 agosto RENATO SELLANI a Meldola (FC)

Marco Benini Ufficio Stampa Festival Musicale Estivo JCE IL GRANDE RENATO SELLANI COLORA LA NOTTE DI JAZZ Domani sera (mercoledì 13 agosto) prosegue il JCE Festival Musicale Estivo nei suoi toni più intimamente Jazz.

12/ago/2008 11.30.00 JCE - Festival Musicale Estivo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Salve,

invio il comunicato stampa di cui all'oggetto con preghiera di pubblicazione.

Allego alcune foto degli artisti.

Per ulteriori informazioni potete contattarmi al 347/4948654 o al 320/9274942.

Grazie, cordiali saluti.

 

Marco Benini

Ufficio Stampa Festival Musicale Estivo JCE


 

IL GRANDE RENATO SELLANI COLORA LA NOTTE DI JAZZ

 

Domani sera (mercoledì 13 agosto) prosegue il JCE Festival Musicale Estivo nei suoi toni più intimamente Jazz. L’Arena Hesperia di Meldola ospiterà infatti un grande nome di questa cultura musicale, per un concerto da assaporare sotto il cielo stellato di agosto: Renato Sellani in trio.

Esistono alcuni pianisti Jazz la cui personalità traspare evidente già dal tocco delle primissime note di un brano; uno di questi “grandi” è appunto Sellani. La sua lunghissima carriera artistica è costellata da infinite collaborazioni con i più grandi del jazz e della musica leggera, italiana ed internazionale: da Bill Coleman a Mina, da Lee Konitz a Fred Bongusto, da Chet Baker a Ginger Rogers, e tanti altri che hanno voluto concedersi il lusso di questo “tocco magico” nei loro dischi o concerti.  

In ogni situazione la sua fertile musicalità gli ha sempre permesso, con splendida naturalezza, di essere elemento coinvolgente, trainante e caratterizzante sia per l’ascoltatore che per il musicista che con lui si esibisce.

Da anni collabora con il Festival JCE regalando emozioni con i suoi concerti e offrendo i suoi insegnamenti con il corso di canto e improvvisazione jazz che tiene nell’ambito dei seminari organizzati in concomitanza con la kermesse; nel 2006 ha anche reinterpretato alcuni brani di Mozart in chiave jazz, per il disco “Su Mozart” prodotto dallo stesso Festival JCE e dal CeUB di Bertinoro.

E sono affezionati alla manifestazione anche gli altri due splendidi musicisti che completano il trio: Massimo Moriconi al basso e Gianluca Nanni alla batteria, già noti anche per le loro esibizioni in Quartetto Freud, Quartetto Pamplona e Music Train Quintet. Con loro Sellani ha maturato nel corso degli anni un affiatamento tale da riuscire a coinvolgere qualunque spettatore, anche i meno esperti del genere. Il repertorio infatti prevede alcuni standard jazz, ma anche brani di musica leggera nel Novecento italiano e internazionale, ovviamente interpretati, destrutturati e “distillati” per coglierne l’essenza in una chiave di lettura mai banale.

“Renato Sellani - dice il direttore artistico Marco Papeschi - non è solo un musicista straordinario, ma una vera e propria Eredità Artistica per la nostra manifestazione. Il suo ritorno sul nostro palcoscenico e nei nostri progetti è sempre un grande onore”.

Il concerto inizia alle 21,30 e in caso di maltempo si terrà all’interno dell’adiacente Teatro Dragoni.

Biglietti da 6 a 8 euro.
Per informazioni e prenotazioni: www.bertinoromusica.it, 0543/446553


Massimo Moriconi Nato a Roma nel ‘55, inizia a suonare il basso all'età di 13 anni. Dopo studi classici presso il Conservatorio ”L. Refice” di Frosinone inizia un’intensa attività di side man in prestigiose formazioni italiane e internazionali. Dalle prime esperienze con i pionieri del jazz italiano come M. Rosa, R. Mussolini, A. Trovajoli, N.Arigliano, L. Luttazzi, la sua carriera accelera costantemente, arrivando a collaborazioni indimenticabili, in tournée e dischi, con nomi del calibro di: Sestetto Valdambrini/Piana, T.de Piscopo, G.Basso, R.Sellani Duo, P.Fresu, E.Rava, M.Giammarco Quartet, Trio D.Rea, G.Coscia, e tanti altri. Si sono avvalsi della sua collaborazione artisti quali: L.Konitz, J.Griffin, C.Baker, D.Goikowich, B.Cobham, S.Grossman, ecc. In questi anni partecipa ad importanti festival jazz come Madrid, Alassio, Umbria Jazz, Pompei, Nizza, Ancona, Ravenna, Caveau du Jazz (Lione), Praga ecc.Dall’80 all’89 è stato il bassista dell’Orchestra dei ritmi leggeri della RAI di Roma. In questo periodo ha avuto modo di suonare per autentici miti come Jerry Lewis (Tour italiano ‘84), Mirelle Matieu, Liza Minnelli ecc., sotto la direzione di Maestri quali B.Canfora, G.Ferrio, P.Calvi, R.Pregadio ecc. Ha inciso colonne sonore per film con compositori e direttori di fama mondiale come E.Morricone, A.Trovajoli, L.Bachalov, R.Ortolani, N.Piovani, P.Piccioni ecc. Ha registrato circa 200 CD, di cui 4 come leader. Nel gennaio 2001 è uscito “D’improvviso” con ospiti quali Mina, Concato, P.Woods, E.Marienthall, D.Rea, E.Bandini, R.Sellani, Ambrosetti ecc. Le sue doti di eclettismo lo rendono particolarmente richiesto anche nel mondo della musica leggera. Tra le collaborazioni più durature spiccano quella con Mina (dall’83 ad oggi é il bassista di tutte le sue produzioni)e quella con Fabio Concato Nel 1995 vince il referendum nazionale di Guitar Club come miglior contrabbassista e come miglior bassista di sala di registrazione e nel ’96 come miglior bassista Jazz-Fusion per la rivista “Chitarre”. Svolge anche una intensa attività Didattica.

 

Gianluca Nanni Giovanissimo si appassiona alla batteria, studia con Giovanni D’Angelo e poi con Giulio Capiozzo. Esplora negli anni diversi stili musicali approfondendo la propria preparazione e le proprie conoscenze. In tale contesto si inseriscono le sue partecipazioni a stages tenuti da musicisti di fama internazionale quali: Steve Ellington, Bruce Forman, Gary Bartz, George Cables, Jimmy Owens. Il continuo studio e l’incontro con alcuni personaggi del jazz lo stimolano poi a proseguire professionalmente in questa direzione, effettuando concerti in importanti festival con musicisti internazionali: Bruce Forman, , Renato Sellani, Marco Tamburini, Jimmy Villotti, Paolo Fresu, Stefania Rava, Carlo Atti, Gabriele Mirabassi, Gianni Basso, Gianni Coscia, Fabrizio Bosso, e altri. Parallelamente la sua attività di musicista si esprime in diverse partecipazioni ed esperienze musicali. Fra le più importanti si sottolinea: “Tour 99” di Fabio Concato, numerosi concerti e collaborazioni con grandi orchestre d’archi  Picture e big band (Moon Cin Jazz Orchestra, che ha contribuito a fondare nell’inverno 1992). Ha eseguito repertori che spaziano dal Jazz tradizionale, alla musica da film e musical a quello classico contemporaneo eseguiti da solisti d'eccezione quali Federico Mondelci, Massimo Mazzoni, Fabrizio Meloni. Insieme a M.Moriconi, L.Zadro, S.Nanni e Danilo Rossi, è fondatore del Music Train Quintet. Il progetto racchiude in sé un pezzo di vita artistica di ciascun musicista. Alle serate dal vivo, si affianca il lavoro come batterista in studi discografici (200 dischi al suo attivo). Tra i suoi lavori più importanti: “Ti adoro” di Luciano Pavarotti, “La chitarra del cuore” di Tom Sinatra, “My little Francis” di Gian Marco Gualandi, Moon Cin Jazz Orchestra, Prandi Sound Records ecc. Da ultimo, non certo per importanza, la sua attività come insegnante dal 1994 presso la Scuola Jazz Cesena e dal 2000 la docenza al corso di perfezionamento per sezione ritmica a Bertinoro.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl