METTI UNA SERA TRA MUSICA E TEATRO CON PIERO PELÙ

18/feb/2009 17.18.42 Teatro dei Venti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Il 20 febbraio a San Giovanni in Persiceto l'anteprima del tour italiano dell'artista. Sconti a soci Arci e studenti universitari per un posto in galleria


 

Un inedito Piero Pelù sul palco in uno spettacolo tra musica e teatro. L'appuntamento è il 20 febbraio dalle 21.00 al Cineteatro Fanin di San Giovanni in Persiceto per uno show che sorprenderà anche i fan più affezionati.

Dopo un lungo tour estivo che l’ha visto protagonista in tutte le più importanti arene e piazze italiane, Pelù si presenta nella veste di cantante e attore. Collabora con lui firmando anche la regia Sergio Bini, in arte Bustric, autore, regista, attore, uno dei volti più originali ed affermati del teatro italiano. Bustric scrive e interpreta spettacoli che uniscono, in modo imprevedibile e creativo, tecniche diverse, dal gioco di prestigio alla pantomima, dal canto alla recitazione, in un ritmo narrativo che riempie ogni storia di sorprese. Sul palco con Piero Pelù ci saranno: "Zio Paul" Baglioni (batteria,percussioni); Daniele “Tom Tom Barni” (basso, contrabbasso, voce); Cosimo “Zanna” Zannelli (chitarra acustica, chitarraelettrica, effetti, voce);Federico ”Sago” Sagona (tastiere, fisarmonica, effetti,voce). Dopo l'anteprima a San Giovanni in Persiceto il Fenomenti Tour farà la prima tappa ufficiale a Novara il 26 febbraio.

Il costo del biglietto è di 27,5 euro con l'aggiunta della prevendita e si può comprare sul sito di Ticketone (www.ticketone.it) o presso la biglietteria del teatro (telefono: 051821388 oppure info@cineteatrofanin.it). Inoltre, per i soci Arci e per gli studenti universitari è disponibile dal 18 febbraio, solo presso la biglietteria del teatro, un biglietto speciale a 15 euro in galleria.


 

Piero Pelù - Cresciuto a Firenze, il giovane Pelù inizia ad appassionarsi alla musica e soprattutto al canto mentre frequenta il liceo classico. Terminate le scuole, parte per un viaggio a Londra, culla del punk, movimento che lo affascina, deciso a trasferirsi per sempre nella capitale inglese, ma deluso dai punk ormai imborghesiti torna a Firenze e si unisce a Ghigo Renzulli, Antonio Aiazzi, Gianni Maroccolo e Francesco Calamai fondando i Litfiba.

L'attività nella band inizia nel 1980, precisamente l'8 dicembre, il giorno della morte di John Lennon quando i Litfiba si presentano al Rokkoteca Brighton di Firenze per il loro primo live. Il concerto non fu dei migliori e tra le tante distrazioni e imprecisioni della prima esibizione il frontman si ruppe anche una costola gettandosi dal palco e cadendo sul pavimento: il pubblico non si prestò alla presa volante. La svolta artistica si ha nel 1982 grazie alla vittoria del Festival Rock di Bologna con la quale incidono il singolo "Luna/La preda". Seguono numerosi altri Ep ma il vero e proprio album arriva solo nel 1985, questo si intitolava "Desaparecido". Prima di "Desaparecido" il repertorio Litfiba, però, già contava numerosi lavori di altà qualità che inevitabilmente e senza obiezione alcuna li inserivano nel panorama new wave nazionale assieme ad altri gruppi fiorentini contemporanei quali Diaframma e Neon. Dopo "Desaparecido" è la volta del doppio LP "17 Re" ancora oggi considerato da molti uno dei più grandi dischi della storia del rock italiano. Dopo 9 anni Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo decidono di lasciare ufficialmente il gruppo seppur collaborarono ancora, in particolare Antonio Aiazzi che rimarrà fino al 1995, così Piero Pelù, Ghigo Renzulli e Ringo De Palma (che aveva sostituito Renzo Franchi alla batteria che era susseguito a Calamai) rimangono i soli membri ufficiali dei Litfiba. Da questo avvenimento la casa discografica propone a Piero Pelù un contratto da solista nel caso il gruppo si sciogliesse e a proposito di questo nel 2000 esce "Nè buoni nè cattivi", un album un po' imposto, un po' voluto. Lo stesso Pelù afferma che nel momento in cui decise di abbandonare il progetto Litfiba, nel 1999, non voleva rientrare a far parte del mondo della musica ma grazie all'aiuto morale degli altri componenti della band Roberto Terzani (tastiere e chitarre), Daniele Bagni (basso) e Franco Caforio (batteria) ha riaperto la sua strada musicale ritornando con un rock mediterraneo (Med Rock) sperimentale non da tutti compreso.

Il debutto di Pelù da solista è nel 1999, quando è ancora impegnato nella promozione del disco e nei preparativi del tour con i Litfiba, con il singolo Il mio nome è mai più firmato LigaJovaPelù. Lo stesso anno incide con Mina Stay With Me, una cover - in italiano - di Stay delle Shakespears Sister ed inclusa nel solo disco della "tigre" dal titolo Olio. È invece del 2000, come prima detto, la pubblicazione del suo primo album: "Né buoni né cattivi", trainato dai singoli "Io ci sarò", "Toro loco", "Buongiorno mattina" e "Bomba boomerang". Con questo album si apre ufficialmente la carriera dell'ex frontman dei Litfiba; ad accompagnarlo il Supercombo composto dagli altri ex componenti litfibiani più Cristiano "Cris" Maramotti. In seguito ha pubblicato U.D.S. - L'uomo della strada (2002) già disco di platino ancora prima di essere pubblicato, il 100% Live, EP del 2003 con quattro tracce live tratte dal "Né buoni né cattivi tour", e Soggetti smarriti (2004) che chiude la "trilogia dei sopravvissuti". Pochi mesi più tardi pubblica il dvd "Tra cielo e terra",contente un concerto live davanti a 40.000 persone registrato a Pescara nello stadio Del Mare durante una data del "Soggetti smarriti tour". È del 2005 la raccolta Presente, contenente i suoi principali successi più due pezzi inediti: "Nel Mio Mondo" e "Presente", l'album verrà distribuito anche in un'edizione limitata con allegato un dvd con inclusi tutti i videoclip realizzati fra il 1999 e il 2005.

Nel 2005 partecipa per la regia di Tiziana Vasta ed in collaborazione con i Bisca alla realizzazione del cartone animato L'alba del giorno prima con il patrocinio della Commissione Europea. Piero partecipa con la canzone Il tuo futuro che verrà successivamente inserita come b-side nel nuovo singolo del 2006 Tribù.

Nel 2008 esce il singolo "Tutti fenomeni" che anticipa l'uscita dell'album "Fenomeni" che avviene il 18 aprile 2008 ed entra subito al terzo posto nella classifica degli album più venduti in Italia secondo FIMI. Lo stesso album si può scaricare da internet in versione "deluxe edition", con le tracce bonus Revolution, cover dei Beatles, e Jeeg Robot.

Durante l`inverno 2009, Piero è protagonista del proprio tour invernale Fenomeni che lo vede impegnato in vari teatri italiani, diretto dal regista Sergio Bustric

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl