Comunicato Royal Rock Festival : Gruppi in concorso

29/ago/2004 00.31.00 enzo gaudino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato stampa con preghiera di pubblicazione


16/17/18/19 Settembre: ROYAL ROCK FESTIVAL 2004 Città di Caserta
Ecco i diciotto gruppi in gara
Centoquaranta le bands che hanno partecipato alle selezioni

Si sono concluse, le selezioni delle bands in gara per la quarta edizione
del Royal Rock Festival Città di Caserta, il concorso regionale per gruppi
emergenti promossa dall’associazione omonima patrocinata da Comune di
Caserta, Provincia di Caserta, Camera di Commercio, Ente Provinciale
Turismo, Agenzia Giovani Provinciale e in collaborazione con Radionorba,
Canale 21 i periodici Rock Sound, Rock Star, Il Mucchio, e Mei e Università
della Musica di Roma che si terrà il 16/17/18/19 settembre come di consueto
ormai, nella suggestiva cornice dei giardini antistanti la Reggia
vanvitellina.
Quasi centoquaranta richieste sono pervenute alla commissione di esperti
presieduta dal direttore artistico Luigi Conte mediante il sito www.
royalrockfestival.org ; segno che la manifestazione, anno dopo anno, diviene
sempre più punto di riferimento per i musicisti emergenti della regione e
non solo. Anche quest’anno, l’apertura ad altri generi musicali oltre al
rock, quali pop, hip-hop, elettronica, funk, fusion, world, reggae,
trip-pop, si è rilevata una scelta felice: “Siamo stati impressionati dalla
quantità e soprattutto dalla qualità dei gruppi campani che hanno fatto
richiesta di partecipazione, questa è la prova che esistono ottimi
musicisti, ricchi di creatività e di voglia di emergere, ed è nostro compito
fare tutto il possibile per valorizzarli”, ha dichiarato Luigi Conte.
Dal canto suo Vincenzo Gaudino, presidente dell’associazione promotrice,
precisa che non è un caso che il concorso sia riservato esclusivamente alle
migliori band della regione Campania: “Vede, nel Nord Italia la musica
emergente è tenuta in grande considerazione, la si ritiene una risorsa
culturale ma anche economica con risvolti nel campo dell’occupazione, del
turismo e dell’intrattenimento. Nel nostro piccolo noi conduciamo proprio
questa battaglia, cercando di offrire ai gruppi musicali della nostra terra
una buona occasione di visibilità. Ciò non potrebbe avvenire, altrettanto
bene, se organizzassimo un concorso nazionale. Dovremmo, infatti, accettare
la partecipazione di band da tutta Italia e potremmo riservare uno spazio
alquanto modesto agli artisti di casa nostra. Dunque preferiamo invitare ed
ospitare a Caserta osservatori e rappresentati di case discografiche,
giornali specializzati, manager ed esperti del settore di livello nazionale
con l’augurio che qualcuno dei nostri partecipanti possa essere notato o
addirittura prodotto” .
Diciotto, quindi i gruppi ammessi in gara, La decisione è maturata in
seguito ad una lunga consultazione della commissione. “E’ sempre molto
difficile orientarsi nella scelta” ha spiegato Luigi Conte “Tentiamo di
selezionare musicisti che abbiano le carte in regola per continuare, dopo il
Royal, da soli nell’intricato e difficile mondo della musica; tantissimi i
parametri da tener presente, la tecnica, la composizione, l’arrangiamento,
lo stile, il possibile impatto col pubblico, questi solo alcune delle
variabili”.
Insomma l’intenzione dichiarata degli organizzatori è creare a Caserta una
fucina di talenti ponendo la città al centro di un crocevia
culturale-musicale che conduca i giovani emergenti a mondo del lavoro
Musica, come pure avviene in altre zone d’italia.

I gruppi in gara quest’anno sono:

45° PARALLELO Salerno
AMMUINA Nocera Inferiore (Sa)
ONE WAY ROAD Napoli
B.R.A.K.E. Napoli
DAYAFTER Napoli
S.O.S. Pomigliano D’Arco (Na)
I PENNELLI DI VERMEER Torre del Greco (Na)
JUDIE Napoli
LINIVE Caserta
MAPO Castelmorrone (Ce)
MARVIN Napoli
METEM San Giorgio del Sannio (Bn)
MICRO B Santa Maria a Vico (Ce)
IL MALPERTUGIO Nocelleto di Carinola (Ce)
MONKEY BUSINESS Caserta
SHA DONG Aversa (Ce)
THE ICELIGHTERS Piana di Sorrento (Na)
ZERO CONSEQUENCES Eboli (Sa)

Come già detto la miscela degli stili è ricchissima, si va dall’irruento
rock americano al rock progressive e contaminato, passando per un Rock di
matrice inglese , il folk rock di alcuni gruppi e il dub partenopeo, ma
anche l’elettronica e la psichedelica non mancheranno, fino ad esibizioni
umplagged. I testi in italiano, inglese e dialetto saranno oggetto durante
la manifestazione di attenta valutazione della giuria che come ogni anno
assegnerà anche il premio “miglior testo”. ALl vincitore il diritto di
partecipare al Mei Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza 2004.
Insomma è facile prevedere che qualcuno di questi “emergenti” possa
ritrovarsi accanto a grandi interpreti della musica contemporanea, sui
palchi dei festival nazionali ed internazionali o sugli schermi di qualche
emittente televisiva specializzata dopo essere approdato a Caserta, al Royal
Rock Festival naturalmente.





distinti saluti
Royal Rock Festival ONLUS
il presidente
Vincenzo Gaudino


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl