YPSIGROCK FESTIVAL CASTELBUONO 7 -9 AGOSTO SUL PALCO DEL CASTELLO KULA SHAKER, THE RAKES E JON HOPKINS

04/ago/2009 11.12.10 Ufficio Stampa Ypsigrock Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La tredicesima edizione della kermesse siciliana

su Virtual Festival e su Listen to Europe

 

Quaranta anni fa il mondo scopriva Woodstock e quei giorni di eccellenza fatta di musica, pace, amore e libertà. Quelle emozioni verranno ricordate ed idealmente continuate con Ypsigrock Festival, che dal 7 al 9 Agosto darà vita alla sua tredicesima edizione sempre a Castelbuono, con il main stage posto ai piedi dell’incantevole castello dei Ventimiglia.

 

L’Associazione culturale Glenn Gould anche per il 2009 ha lavorato sodo per mettere in piedi un’edizione da ricordare offrendo una line up quanto più rappresentativa della scena musicale esistente. L’intero gruppo organizzativo guidato da Mario Antonio Prestianni con enormi sacrifici ha dato vita ad un festival in puro stile britannico in Sicilia. La direzione artistica di Gianfranco Raimondo e Vincenzo Barreca ha puntato su un cartellone artistico di spessore pescando, per quest’edizione, tra i suoni e lo stile made in UK. Si spiega così il grande colpo messo a segno con l’unica data italiana dei Kula Shaker che proprio ad Ypsigrock Festival presenteranno in anteprima alcuni brani del loro nuovo album che sarà rilasciato in autunno. La line up della tredicesima edizione vedrà tra l’altro sul palco del Castello anche Jon Hopkins (accompagnato da Davide Rossi) e i The Rakes. Il cast della tredicesima, come di consueto, prevede anche le band vincitrici di “Avanti il Prossimo…” il contest riservato ai gruppi emergenti con il quale vengono selezionate le band da affiancare agli headliner.

 

Ad aprire la tredicesima edizione di Ypsigrock Festival saranno i Betty Ford Center (Avanti il prossimo) con i loro suoni potenti ed abrasivi. Quindi sarà la volta dei Luminal (Avanti il Prossimo) e del loro rock alternativo cantato in italiano che idealmente collega l’Inghilterra e l’America con il rock e il cantautorato made in Italy. A chiudere il primo giorno di Ypsigrock, direttamente da Londra saranno i The Rakes. Da poco sul mercato con il loro terzo album “Klag” la band inglese, che ha nel frontman  Alan Donohoe l’elemento più rappresentativo, proporrà il meglio del loro repertorio con un sound associato dai più alla migliore scena post-punk/art-rock britannica. Sabato 8 Agosto spetterà ai Takoma (Avanti il Prossimo) aprire la seconda serata del festival. Lo stile di questo duo, impegnato a reinterpretare il folk di vecchia scuola in maniera ricercata e personale, sarà un assoluta novità per il pubblico affezionato di Ypsigrock. A seguire sul palco del Castello saliranno gli Sparkle in Grey (Avanti il Prossimo) e il loro post rock elettronico e sperimentale. Saranno invece gli Ultravixen (Avanti il Prossimo), con il loro rock sporco che sintetizza alcuni tasselli non indifferenti dell’underground degli ultimi vent’anni, a precedere sul palco l’artista più atteso della seconda giornata di Ypsigrock: Jon Hopkins. Il musicista inglese, “alter ego” di Brian Eno, nonché produttore dell’ultimo disco dei Coldplay “Viva La Vida” (album più venduto al mondo nel 2008), è considerato in questo momento l’astro nascente dell’elettronica mondiale. Nella sua carriera Hopkins vanta collaborazione oltreché con Brian Eno anche con Herbie Hancock, King Creosote, Dan Arborise, David Holmes e i Massive Attack. Il popolo di Ypsigrock sarà estasiato da “Insides”, l’ultimo suo album uscito a maggio con il quale ha già deliziato il pubblico del Sonar di Barcellona del Glastonbury Festival, due degli appuntamenti musicali più importanti d’Europa. Sul palco del Castello Jon Hopkins sarà accompagnato dall’italiano Davide Rossi, autentico genio del violino elettrico. Il musicista italiano, molto conosciuto nella scena underground mondiale, deve l’esplosione del suo talento grazie ad incontro con Robert Fripp che lo ha spinto a Londra. Nella city Rossi ha conciliato la sua formazione classica con la sua passione per il rock e il pop. Il talentuoso musicista italiano ha collaborato con i Verve ed è membro stabile dell’organico live dei Goldfrapp. Sua la produzione di Junior/Senior, l’ultimo cd del duo norvegese Röyksopp, e gli arrangiamenti degli archi di “Viva La Vida” (Coldplay). Domenica 9 Ypsigrock vivrà il suo momento più esaltante. Ad aprire l’ultimo giorno di concerti saranno gli Albanopower (Avanti il Prossimo) quintetto che viaggia bordeline tra sperimentazione e mainstream e che da qualche anno a questa parte fa ben parlare di se per i suoi suoni eleganti, le atmosfere ricercate e le citazioni importanti. Il gruppo siciliano scalderà la scena per la perla della tredicesima edizione: dall’Inghilterra arrivano i Kula Shaker autentici mostri sacri della scena britannica con il loro britpop di matrice beatlesiana e le loro sonorità mistiche. La band capitanata da Crispian Mills arriva all’Ypsigrock con una carriera segnata da un brillante esordio, uno scioglimento ed una clamorosa reunion. Sul palco del Castello, oltre ai brani in anteprima del loro prossimo album in uscita in autunno, presenteranno il meglio della loro produzione che vede in “K” e in “Strangefolk” due dei momenti più alti della scena musicale mondiale.

 

Anche quest’anno Ypsigrock vede confermata la sua presenza dentro Listen To Europe (www.listentoeurope.com), la vetrina creata da otto webzine, che mette in mostra il meglio della musica fuori dal circuito anglossassone, al quale si aggiunge, con quest’edizione, anche la presenza su Virtual Festival (www.virtualfestival.com), il portale inglese che dal 1999 condensa in un unico sito il meglio della musica dal vivo proposta in tutta Europa. Elementi che confermano come in questi anni Ypsigrock è diventato un appuntamento fisso per tutti gli appassionati europei dello spirito indie.

 

Con la nuova edizione, inoltre, Ypsigrock  rinnova anche il coinvolgimento dei pazienti della Comunità Terapeutica Assistita Fauni, dando un importante risvolto sociale alla collaborazione. L’associazione Glenn Gould infatti, ha coinvolto i ragazzi in cura nelle manifestazioni collaterali del festival incentivando anche quest’anno una loro produzione artistica. I pazienti si sono adoperati nuovamente per dare vita ad un pannello pittorico in cui gli elementi irregolari, ribelli, disfunzionali (ispirati alla corrente Art Brut) emozionano e con il loro impatto perturbante ed estetico segnano ognuno di noi al nostro interno. Il pannello,insieme a quello dell’anno scorso, farà parte della grande esposizione “Art Brut – Ypsigrock – Retrosys” che raccoglie le produzioni visive legate al festival, che sarà ospitata all’interno dell’ex teatro de “Le Fontanelle”.

 

Tutti i concerti inizieranno alle 21.30. La cartella stampa si può scaricare dalla sezione download dell’ area press del sito internet di Ypsigrock (www.ypsigrock.it).

 

 

Castelbuono, 1 Agosto 2009

 

Per info. & Biglietti:
+39 349 31 82 488

+39 347 67 62 252                       

+39 338 25 33 119

www.ypsigrock.it

www.myspace.com/ypsigrock                                                               

    L’ufficio stampa

mpress@ypsigrock.it
+ 39 339 31 89 578 / + 39 328 55 11 352

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl