LE LEGGENDE DEL NAIMA

decennio il trio si unisce ai fratelli Barrett e inizia a conquistare la prima

Allegati

13/dic/2004 01.29.20 L'altoparlante diffusione di notizie e suoni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

 
 
 
 
 
NAIMA CLUB (since 1984)  FORLI' Via Somalia 2 
 
                info:     0543.722728      naima@naimaclub.it       www.naimaclub.it
 
 
mercoledì 15 dicembre:  THE WAILERS
 
 
Senza ombra di dubbio il nome The Wailers si collega a quello di Bob Marley e al reggae.
Gruppo tra i padri spirituali della musica giamaicana oltre che grandi diffusori del messaggio rastafariano (la religione giamaicana).
Continuano a portare avanti lo spirito e l'influenza musicale create da Bob Marley e da Aston "Familyman" Barrett, che guida ancora la band in tour per il mondo.
Riconosciuto come l'architetto del reggae, "Familyman" ha creato un genere musicale che ha conquistato il mondo quando poi, in qualità di bassista e direttore musicale, si è unito a Bob Marley.
"Familyman" e la sua band, The Wailers, hanno continuato a fare concerti in tutto il mondo senza lasciar dubbio sull'eredità musicale creata da lui e da Bob Marley.
Il nome Wailers inizialmente era del gruppo guidato da Bob Marley, Peter Tosh e Bunny Livingston a metà degli anni '60, quando il sound ska dominava la musica giamaicana. Alla fine di quel decennio il trio si unisce ai fratelli Barrett e inizia a conquistare la prima scena reggae, registrando hits per il produttore Lee "Scratch" Perry.
Dopo la firma con la Island Records nel 1971, il nome Wailers viene riferito alla band che accompagna Marley. Quando Peter e Bunny lasciano il gruppo due anni dopo, il nome passa ufficialmente ad Aston "Familyman" Barrett e a suo fartello Carlton, morto poi nel 1987.
Bob Marley e The Wailers avrebbero poi scritto la storia della musica vendendo più di 250 milioni di dischi in tutto il mondo. Chiaramente, "Familyman" è il solo erede dei The Wailers, è lui, bassista e arrangiatore musicale di Marley, che continua a diffonderne l'eredità musicale.
Oltre a "Familyman" stesso, la line-up attuale include il lead singer Gary "Nesta" Pine, considerato largamente il migliore front man dei The Wailers dopo il grande Bob.
 

 
Venerdì 17 dicembre: SUGAR BLUE & RUDY ROTTA BLUES BAND
 
Uno dei più grandi virtuosi dell'armonica si unisce alla band del più celebre chitarrista blues europeo.
 
Rudy Rotta, diabolico chitarrista ormai celebre nell'arco dell'intero circuito blues mondiale, è nato musicalmente a Lucerna (Svizzera) dove la famiglia era emigrata all' inizio degli anni '60. Rientrato in Italia all'età di diciotto anni ricco di un importante bagaglio tecnico e culturale affronta il duro cammino on the road senza compromessi ed esitazioni e rivela immediatamente, nel corso delle sue innumerevoli esibizioni live, le sue grandi doti di front-man. Il suo stile aggressivo e disciplinato al tempo stesso, abbinato alla strepitosa velocità sulle sei corde ed alla voce graffiante, gli permette ben presto di raccogliere le prime soddisfazioni all'estero nel corso delle sue partecipazioni ai festival europei più significativi.
Chitarrista, cantante ed eccellente compositore, viene ormai annoverato nell'Olimpo dei migliori artisti blues a livello internazionale dalla stampa più qualificata europea e statunitense. Con la sua strepitosa band, in questi ultimi tempi, ha scalato la scena mondiale partecipando con enorme successo ai piu' grandi festival americani, lasciando letteralmente entusiasmati dalla sua esibizione a tal punto da farlo eleggere quale massimo referente del blues europeo.
 
Sugar Blue (vero nome James Whiting) nasce a Harlem - New York, e fin da bimbo è immerso nella musica.  intraprendendo una carriera solista folgorante. Negli anni Sugar Blue registra o si esibisce con stelle che vanno da Willie Dixon a Stan Getz, da Frank Zappa a Johnny Shines , da Bob Dylan ai Rolling Stone. Ha attraversato in lungo e largo l’America, l’Europa e anche l’Africa partecipando ai più prestigiosi festival - Zurigo, Den Haag, Antibes, Nizza, Cannes, Montreal, Chicago- ed esibendosi con “classic artists” come Muddy Waters, B.B. King, Art Blakey e Lionel Hampton. Blue continua oggi con grande energia la sua inarrestabile attività, suonando nei club e nei festival di tutto il mondo.
 
 
 
PROSSIMI APPUNTAMENTI
 
Venerdì 24 dicembre: MISSISSIPPI GOSPEL CHOIR
 
 
La tessera del Naima costa 5 euro e si può fare la sera del concerto, oppure si può stampare la scheda di adesione dal sito  www.naimaclub.it 
 
Il Ristorantino del Naima offre ottimi salumi e formaggi misti, sottoli e ottimi vini (prenot. 328.1244762). 
 

                                                                            

                                                                                      

www.laltoparlante.it

             

                         info@laltoparlante.it

 

                                  +39.348.3650978

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl