Due secoli di musica per il Quartetto Kuss all'Auditorium Paganini

17/gen/2005 19.36.22 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 
 

Due secoli di musica per il Quartetto Kuss

Il quartetto d'archi esegue musiche

di Haydn, Kurtàg, Beethoven

Parma, Auditorium Niccolò Paganini

martedì 18 gennaio 2005, ore 20.30

       

        Un tuffo nel più puro repertorio cameristico, con la più classica delle formazioni cameristiche, quello che la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma offre ai tanti appassionati con il concerto che martedì 18 gennaio 2005 alle ore 20.30 (abbonamento turno A) all’Auditorium Paganini avrà per protagonista il Quartetto Kuss, una delle più accreditate formazioni a livello internazionale per questa che è la più classica delle formazioni.

        Particolarmente ricco ed importante il programma, che offre una ricognizione su quasi due secoli di storia del quartetto, partendo da colui che è il fondamento di questa ricchissima letteratura, Franz Joseph Haydn, di cui sarà eseguito il Quartetto in do maggiore op. 54 n. 2; alla pagina haydniana farà seguito, con un salto cronologico amplissimo, il Quartetto per archi op. 1 “a Marianne Stein” di Gyorgy Kurtag, mentre la seconda parte del concerto sarà tutta occupata da uno dei “monumenti” dell’intera storia della musica per quartetto d’archi, il Quartetto in la minore op. 132 di Ludwig van Beethoven, una delle sue ultime, capitali composizioni, vero messaggio lanciato ai posteri. “Presto - scrive Lucia Brighenti sul programma di sala del concerto - saranno chiamate grandissime le op. 127, 130, 131, 132 e 135: si compirà allora la profezia di chi intravede, nelle ultime produzioni di Beethoven, l’avvenire del Quartetto”: queste le parole dette in tono ironico nel 1857 da Oulibicheff a proposito degli ultimi quartetti di Beethoven, che risultavano strambi e incomprensibili alle orecchie dei suoi contemporanei. Parole che, nonostante l’intento spregiativo e di sberleffo con cui furono pronunciate, assumono un significato profetico agli occhi dell’ascoltatore moderno».

        Il Quartetto Kuss, formato da Jana Kuss e Oliver Wille (violino), William Coleman (viola) e Felix Nickel (violoncello), è nato nel 1991 e ha debuttato nel 1993 con un concerto in onore dell’ex Presidente tedesco Richard von Weizsäcker, iniziando da allora un’intensa attività concertistica.

        Il gruppo gode di borse di studio della Fondazione Karl Klinger e di vari Festival internazionali quali Aspen, Santander e del Mozarteum di Salisburgo, dove lavora con altri prestigiosi musicisti. Invitato da Paul Katz, nel 2001 il Quartetto è stato al New England Conservatory di Boston, dove ha preso parte ad un “Graduate Diploma Program” per quartetto d’archi. Attualmente il Quartetto studia con il Quartetto Alban Berg a Colonia.

        Il successo raggiunto dal Quartetto Kuss è confermato dalle numerose esecuzioni trasmesse da radio quali la Hessischer Rundfunk e la Sender Freies Berlin, dai premi internazionali ottenuti al Concorso Bubenreuth nel 1997, Concorso Karl Klinger del 1998 a Berlino e Concorso Internazionale per Quartetto d’archi di Banff in Canada nel 2001. Nel marzo 2002 inoltre il Quartetto ha vinto il premio del German Music Council e della Musikleben Foundation di Amburgo. Nel giugno 2002 si è aggiudicato il Primo Premio al Concorso Paolo Borciani. Parte del premio consisteva in un tour con oltre 30 concerti attraverso l’Europa, Stati Uniti e Giappone durante la stagione 2002/2003, con tappe a Londra, Parigi, Amburgo, Salisburgo, Venezia, Firenze, Washington DC e Tokyo. Contemporaneamente, il Quartetto è stato scelto come rappresentante della Germania al programma Rising Stars per il 2003-04 dell’European Concert Halls Organisation, con debutti in sale prestigiose quali il Concertgebouw di Amsterdam, Athens Concert Hall, Cologne Philharmonie e Carnegie Hall.

      Prossimo appuntamento con la Stagione concertistica, venerdì 28 gennaio 2005: ancora un importante appuntamento cameristico, questa volta col recital pianistico di Jonathan Gilad, che eseguirà musiche di Mozart, Rachmaninov e Liszt.

 

 

 

 

Stagione Concertistica 2004/2005

del Teatro Regio di Parma

Auditorium Niccolò Paganini

Ottobre 2004 - Aprile 2005

 

______________________

   

martedí 18 gennaio 2005, ore 20.30 Turno A

 

Franz Joseph Haydn

Quartetto n. 4 in do maggiore op. 54

 

György Kurtág

Quartetto per archi op. 1

 

Ludwig van Beethoven

Quartetto in la minore op. 132

 

Archi QUARTETTO KUSS

 

 

______________________

 

 

con il sostegno di

 

CARIPARMA & PIACENZA

 

GAZZETTA DI PARMA

 

   

 
 
Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org

 

AVVISO IMPORTANTE:

PERMANGONO PURTROPPO PROBLEMI RELATIVI A INDESIDERATI MULTIPLI INVII DELLE NOSTRE COMUNICAZIONI. CI SCUSIAMO DEL FASTIDIOSO DISGUIDO, INFORMANDO CHE PER LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA ABBIAMO ATTIVATO LE NECESSARIE E OPPORTUNE OPERAZIONI DI VERIFICA 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl