Stagione Musicale Luino 2010

Stagione Musicale Luino 2010 STAGIONE MUSICALE LUINO 2010 Dal 19 aprile al 24 settembre 2010 Riparte la Stagione Musicale di Luino organizzata dall'Associazione Rinascenze in collaborazione con il Comune di Luino, e anche quest'anno "l'intenzione è quella di appagare un pubblico ampio ed eterogeneo, di cultori o solo curiosi, di giovani e meno giovani, di appassionati che amano la musica in tutti i suoi generi (classica, jazz, popolare), con un mosaico di concerti che sappiano lasciare il segno, arrivare alla mente e al cuore ed infondere la voglia di approfondire, continuare ad esplorare un vasto panorama musicale senza confini", come sottolineato dal Direttore Artistico Francesca Galante.

08/apr/2010 13.54.20 Studio Doré Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                                                      STAGIONE MUSICALE LUINO 2010

Dal 19 aprile al 24 settembre 2010

 

Riparte la Stagione Musicale di Luino organizzata dall’Associazione Rinascenze in collaborazione con il Comune di Luino, e anche quest’anno “l’intenzione è quella di appagare un pubblico ampio ed eterogeneo, di cultori o solo curiosi, di giovani e meno giovani, di appassionati che amano la musica in tutti i suoi generi (classica, jazz, popolare), con un mosaico di concerti che sappiano lasciare il segno, arrivare alla mente e al cuore ed infondere la voglia di approfondire, continuare ad esplorare un vasto panorama musicale senza confini”, come sottolineato dal Direttore Artistico Francesca Galante. E ancora, si vuole offrire agli ascoltatori l’opportunità di apprezzare musicisti celebrati a livello nazionale ed internazionale.

Un apertura con una novità rispetto alle edizioni passate: il teatro musicale. Lunedì 19 aprile ore 21 al Teatro Sociale di Luino  Teatro Blu presenterà  Tango di periferia. Lo spettacolo racconta la nascita del tango attraverso momenti di narrazione, musica e coreografie che si fondono armoniosamente tra le pagine legate al tema dell’ immigrazione in Argentina.  Dedicato a tutti coloro che si accostano al tango rifuggendo dagli stereotipi facili. Testo e  regia sono di Silvia Priori e Roberto Carlos Gerbolès, anche interpreti di Maria e Cice, i due protagonisti della vicenda che fa da sfondo allo spettacolo;  la direzione musicale e gli arrangiamenti sono di Ciro Radice. Nell’ensemble musicale:  Ciro Radice,  pianoforte, fisarmonica, bandoneòn, Igor Della Corte, violino, Virgilio Monti,  contrabbasso, Norberto Cutillo,  percussioni, Francesca Galante,  voce. Angela Quacquarella e Mauro Rossi i ballerini.

Domenica 30 maggio a Palazzo Verbania, a cent’anni dalla nascita di Django Reinhart , è la volta del Manomanouche Quartet,. Una realtà di riferimento nel panorama gipsy-jazz, un caso unico per l’originale lavoro di ricerca del suono, degli strumenti e dell'approccio caratteristici dello swing manouche, una musica basata sull'improvvisazione, aperta alle contaminazioni e derivante principalmente dalla fusione dello swing, del folklore tzigano e della melodia Italiana. I Manomanouche sono Nunzio Barbieri, chitarra acustica, Luca Enipeo, chitarra acustica, Pierre Steeve Jino Touche, contrabbasso, Massimo Pitzianti (da 18 anni polistrumentista dell’Orchestra di Paolo Conte),  fisarmonica e bandoneón.

Venerdì 16 luglio a Luino nel Santuario della Madonna del Carmine, ore 21, un appuntamento con le grandi opere cameristiche insieme all’ Ensemble Galileo. Formato da musicisti affermati a livello nazionale e internazionale che ricoprono o hanno ricoperto il ruolo di prima parte in orchestre quali, per citarne alcune, l’Orchestra del Teatro di Cagliari, l’Orchestra del Teatro e la Filarmonica della Scala di Milano, l’Orchestra di Padova, l’ensemble proporrà il “Gran Settimino” in Si bemolle maggiore di Berwald e il “Settimino” in Mi bemolle maggiore op. 20 di Beethoven.  Piercarlo Sacco, violino, G.Roberto Mazzoni, viola, Giuseppe Laffranchini, violoncello, Massimo Clavenna, contrabbasso, Rocco Carbonara, clarinetto, Leonardo Dosso,  fagotto,  Alfredo Perdetti,  corno .

 E ancora un grande concerto per gli appassionati di musica classica, Venerdì 24 settembre a Palazzo Verbania, ore 21, con il recital chitarristico di Emanuele Segre, "considerato da molti il successore di Segovia " (Corriere della Sera). Chitarrista di fama mondiale, Segre ha suonato come solista con artisti del calibro di Yuri Bashmet,  i Solisti di Mosca e con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, per citare solo alcune delle sue prestigiose collaborazioni. In programma a Luino musiche di Albeniz, Powell, Dyens, Giuliani.

L’estate del 2010 vedrà anche la seconda edizione di Jazz in Maggiore, il festival itinerante di musica jazz cominciato l’anno scorso e  accolto dal pubblico e dai media con grande partecipazione ed entusiasmo. Quest’anno il titolo del Festival è “Ah Sudamerica!” (citando una nota canzone di Paolo Conte), perché è dall’immenso bacino musicale dell’America Latina che attingerà il jazz proposto dai grandi artisti invitati, una musica aperta alle contaminazioni provenienti da paesi e tradizioni che hanno fortemente contributo alla storia del jazz (il Brasile, l’Argentina, Cuba). Luino, Germignaga e Laveno le tappe dei quattro concerti di quest’anno.

Apertura in grande stile venerdì 30 luglio alle 21 a Palazzo Verbania,  Luino, con la prima nazionale del Danilo Perez Trio e Friends, in tour per presentare il nuovo cd in uscita in primavera. Danilo Perez, straordinario pianista e compositore panamense, è tra i musicisti più influenti del nostro tempo, già membro stabile del Wayne Shorte 4tet. Al trio, composto insieme a  Perez  dal contrabbassista Ben Street e dal batterista Adam Cruz, si aggiungono due fuoriclasse: l’indiano Rudresh Mahanthappa al sax alto e l’eclettico percussionista Jamey Haddad. 

La rassegna prosegue sabato 31 ore 21 nel cuore di Germignaga, in Piazza Partigiano, grazie al contributo del Corpo Musicale S. Cecilia. L’istituzione musicale festeggia il bicentenario di fondazione con l’eccezionale concerto di Javier Girotto e Luciano Biondini. I due musicisti, che vantano collaborazioni illustri del calibro di Kenny Wheeler, Randy Brecker e Tony Scott oltre ai  più grandi del jazz italiano, insieme elevano al grado più alto la fusione tra jazz e tradizioni argentine, “un abbraccio vigoroso simile a un tango”, in equilibrio perfetto tra improvvisazione, scrittura e arrangiamento.

Gabriele Mirabassi, uno dei massimi virtuosi odierni del clarinetto a livello internazionale, attende il pubblico domenica 1 agosto nella splendida cornice di Palazzo Perabò a Cerro di Laveno (ore 21) per presentare la sua ultima fatica, “Canto di ebano”, per la storica etichetta Egea. Il grande amore di Mirabassi è l’oceano di musiche afroamericane del Brasile, ampiamente esplorato nelle collaborazioni con artisti come Sergio Assad e Giunga, e ce n’è traccia consistente in una buona metà dei brani.

In concerto lo accompagnano spelendidamente il brasiliano Roberto Taufic alla chitarra, Salvatore Maiore al contrabbasso e Alfred Kramer  alla batteria e percussioni. Il prestigioso concerto è reso possibile grazie alla Comunità Montana Valli del Verbano, che ha inserito la tappa lavenese di Jazz in Maggiore nella rassegna Interreg “Interpretando Suoni e Luoghi”.

La rassegna Jazz in Maggiore si concluderà lunedì 1 agosto a Luino, Palazzo Verbania ore 21, in un’atmosfera più intima, con un grande ritorno in una nuova veste per uno degli artisti piu’ significativi del panorama musicale jazz americano: Garrison Fewell, in questo nuovo progetto affiancato al chitarrista e cantante argentino Guillermo Rozenthuler. Il continente americano ha sviluppato una sorprendente gamma di stili musicali, risultato della fusione tra culture locali, colonizzazione e immigrazione, quali il jazz, il tango, il bolero e la bossa nova. E’ da questo bacino musicale che il duo attingerà per recuperare melodie dimenticate e reinventare le più abusate con una logica semplice: una manciata di canzoni capaci di arrivare ai loro cuori (“canciones del corazon”).

Un ringraziamento agli enti pubblici e a tutte le realtà che hanno reso possibile la realizzazione dell’iniziativa.

Sponsor principali: IMF – ASSITECA – RETTIFICATRICI GHIRINGHELLI – ITALTRASFO – Centro Culturale FRONTIERA

Con il contributo di: LEGNAMI MARCHETTI  - PIANTE SPERTINI – FRANCESCO MARMINO FOTOGRAFO – UPIM Germignaga -

Ecco i concerti di entrambe le rassegne:

Lunedì 19 aprile ore 21 Luino Teatro Sociale: Teatro Blu presenta TANGO DI PERIFERIA

Domenica 30 maggio ore 21 Luino Palazzo Verbania: MANOMANOUCHE QUARTET Omaggio a Django Reinhart

Venerdì 16 luglio ore 21 Luino Santuario Madonna del Carmine: ENSEMBLE GALILEO (settetto) Musiche di Beethoven e Berwald

Venerdì 24 settembre ore 21 Luino Palazzo Verbania EMANUELE SEGRE recital di chitarra classica Musiche di Albeniz, Powell, Dyens, Giuliani

Jazz in Maggiore

Venerdì 30 luglio ore 21 Luino Teatro Sociale: DANILO PEREZ TRIO & FRIENDS

Sabato 31 luglio ore 21 Germignaga Piazza Partigiano (per il bicentenario del Corpo Musicale S. Cecilia Germignaga): JavierGirotto & Luciano Biondini Duo

Domenica 1 gosto Laveno Palazzo Perabò (concerto del circuito Interreg “Interpretando suoni e luoghi” ) : CANTO DI EBANO un progetto di GABRIELE MIRABASSI

Lunedì 2 agosto ore 21 Luino Palazzo Verbania: GARRISON FEWELL & GUILLERMO ROZENTHULER  DUO

 

Per informazioni : studiodore@gmail.com - Tel. 0332-533951

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl