Georges Prêtre sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini

turno A), della Filarmonica Arturo Toscanini: alla sua direzione ritorna infatti

18/mar/2005 05.27.40 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
  

 

Tutti i colori della musica

Auditorium esaurito per l'eccezionale appuntamento

con Georges Prêtre sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini

Parma, Auditorium Niccolò Paganini

venerdì 18 marzo 2005, ore 20.30

       

       

        Continua al Paganini la passerella dei grandi direttori d’orchestra e degli eccezionali appuntamenti sinfonici offerti dalla Stagione Concertistica del Teatro Regio: a poca distanza dal grande successo del concerto tenuto dall’Orchestra e dal Coro del Teatro Regio sotto la direzione di Rudolf Barshai, sarà ora la volta, venerdì 18 marzo alle ore 20.30  (abbonamento turno A), della Filarmonica Arturo Toscanini: alla sua direzione ritorna infatti un ospite d’eccezione, uno dei direttori più carismatici del nostro tempo, un artista la cui carriera lunghissima e piena di successi non necessita di troppe presentazioni, Georges Prêtre. Il grande direttore francese dirigerà un concerto che sembra costruito su misura per le sue doti di grande pittore della musica, un programma che è un viaggio dentro alcuni dei più noti e sfolgoranti esempi di tecnica e virtuosismo orchestrale, soprattutto francese.

        Il programma inizia infatti con alcuni estratti (Introduzione, Scena d’amore, Scherzo della Regina Mab) tratti dal Roméo et Juliette op. 17 di Hector Berlioz, pagine nelle quali la celebrata capacità d’orchestratore del grande compositore, direttore d’orchestra, teorico e critico musicale romantico francese ha trovato la migliore ispirazione. Ancora di Berlioz, quindi, la sfolgorante Ouverture op. 23 dal Benvenuto Cellini, una sigla di luminoso vigore e di grande virtuosismo. E ancora nel nome del virtosismo orchestrale, questa volta di marca tedesca, si apre la seconda parte del programma, con il poema sinfonico Don Juan op. 20 di Richard Strauss, per concludersi infine con un altro dei momenti “sacri” della musica orchestrale novecentesca, La valse di Maurice Ravel.

        Un vero e proprio “mostro sacro” è colui che, a capo della Filarmonica Toscanini è chiamato a dirigere queste musiche di così severo impegno: un artista che come pochi al mondo conosce ogni piega di questo repertorio, Georges Prêtre. Nato a Waziers, Douai, nel nord della Francia, compie gli studi musicali al Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi e nel 1946, all’età di 22 anni, debutta all’Opéra di Marsiglia. Nel 1956 entra all’Opéra Comique, dove ha l’opportunità di affrontare gran parte del repertorio operistico. Divenuto direttore stabile all’Opéra de Paris, ricopre tale incarico fino al 1963. In quegli stessi anni collabora con il Metropolitan di New York e con la Scala di Milano e dirige tutte le più importanti orchestre americane.

Nel 1966 viene nominato direttore musicale dell’Opéra de Paris e nel 1986 diventa primo direttore ospite dei Wiener Philharmoniker. Nel luglio del 1989 viene chiamato ad inaugurare l’Opéra Bastille di Parigi. Nel 1998 realizza una trionfale tournée in Giappone con l’Orchestre de Paris e dirige i Wiener Philharmoniker ne Le martyre de Saint-Sébastien di Debussy. Nel 1999 celebra il centenario della nascita di Francis Poulenc con una serie di concerti interamente dedicati al grande compositore francese e nel 2001, in occasione delle celebrazioni verdiane, dirige il Requiem di Verdi in varie città italiane. Nel corso dello stesso anno ritorna alla Scala di Milano per una nuova produzione di Turandot. Nel 2002 inizia una importante collaborazione con la Staatskapelle Dresden.

Tra le numerose orchestre con cui ha collaborato ricordiamo anche i Berliner Philharmoniker, la London Philharmonia, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Stoccarda, la Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra della RAI di Torino e l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli.

        Georges Prêtre ha ottenuto le più prestigiose onorificenze sia in Francia che all’estero. Recentemente è stato nominato “Commandeur” della Legione d’Onore francese. Nel 2004 è stato nominato membro onorario della “Gesellschaft der Musikfreunde in Wien”, il più alto riconoscimento del Musikverein di Vienna, e ha ricevuto la Croce d’Onore Austriaca per le Arti e le Scienze.

Ospite ormai abituale del palcoscenico del Paganini, così come di un humero sempre allargato di importanti sedi concertistiche italiane ed internazionali, la Filarmonica Toscanini ritorna con questo concerto per un impegno tra i più probanti che si inserisce in un programma d’attività del quale si segnalano le tappe più imprtanti dell’immediato futuro: nel corso del 2005 sarà in tournée in Giappone, Spagna, Germania e terrà concerti in Italia, Francia, Grecia e Svizzera. Nel biennio 2006/2007, in occasione del cinquantenario della morte di Arturo Toscanini, realizzerà un lungo tour negli Stati Uniti ripercorrendo le tappe delle due storiche tournée che il grande maestro compì nel 1920 con l’Orchestra “Arturo Toscanini” e nel 1950 con la NBC Orchestra. 

      

   

Stagione Concertistica 2004/2005

del Teatro Regio di Parma

Auditorium Niccolò Paganini

Ottobre 2004 - Aprile 2005

 
Con il sostegno di
CARIPARMA & PIACENZA

 

______________________

 

venerdí 18 marzo 2005, ore 20.30 Turno A

 

Hector Berlioz

Roméo et Juliette op. 17 (Introduzione, Scena d’amore, Scherzo della Regina Mab)

Benvenuto Cellini. Ouverture op. 23

 

Richard Strauss

Don Juan op. 20

 

Maurice Ravel

La valse

 

 

Direttore GEORGES PRÊTRE

 

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

 

______________________

 

 

 

 

 

 

 

Paolo Maier
Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl