Jeff Lorber Fusion: tre esclusivi concerti a Maggio

17/mag/2010 12.19.18 ultra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ulive Booking

presenta

 

Jeff Lorber Fusion

  in Italia per tre esclusivi concerti a Maggio

 

24|Teatro Metropolitan|Piombino (Li)

26|Lapsus|Torino

27|Groove Factory|Martignacco (UD)

 

Infoline: 02/89452015 – ulive@live.it

 

 

 

Jeff Lorber sarà in Italia per tre concerti unici, organizzati da Ulive: il 24/5 al Teatro Metropolitan di Piombino (LI), il 26/5 al Lapsus di Torino ed il 27/5 al Groove Factory di Martignacco (UD).

Dopo tre decadi dal suo successo con The Jeff Lorber Fusion, il compositore, produttore e tastierista Jeff Lorber, riesce ancora a conservare freschezza, belle vibrazioni, groove funky, facendo impazzire i fans del contemporary jazz in ogni parte del mondo. Con un suono delicato che mette insieme elementi di funk, R&B, rock e jazz, Lorber ha contribuito a dar forma al genere Fusion, (che solo più tardi sarebbe stato denominato NAC e contemporary jazz).  

Jeff Lorber inizia a suonare il piano all’età di quattro anni e dopo aver suonato in una serie di gruppi R&B quando era un teenager, si iscrive al Berklee College of Music, dove cresce il suo amore per il jazz.

Il suo primo gruppo è The Jeff Lorber Fusion con cui pubblica l’omonimo album nel 1977 su Inner City Records. Con il contributo di una serie di musicisti incredibili, come il batterista Dennis Bradford, Lorber registra ben cinque album da studio. Queste prime pubblicazioni mostrano un suono funk influenzato dal altri “praticanti” di jazz-fusion come Herbie Hancock, Weather Report e Return to Forever, fino a Chick Corea (che appare su diversi cut fusion degni di nota).

Come i suoi contemporanei Lorber si esibisce con strumentazione multi-tastiera che include pianoforte, piano Rhodes e vari sintetizzatori analogici, spesso preferendo il Minimoog.  Il gruppo diventa uno dei più popolari in ambito jazz di quel periodo, ed è incessantemente in tour, ottenendo anche una nomination al Grammy nella categoria R&B con la radio hit "Pacific Coast Highway.".

 

Jeff Lorber prosegue la sua carriera come solista (dal 1982) collaborando con il suo amico Kenny G ed il leggendario percussionista Paulinho Da Costa, oltre ad alcuni vocalists. I suoi album proseguono e si evolvono in una direzione smooth jazz. Due raccolte delle sue hit sono “The Definitive Collection” (2000) e  “The Very Best of Jeff Lorber” (2002). Ad oggi Lorber ha registrato una dozzina di album solisti, tra i quali il più recente “Flipside” è stato nominato per un Grammy Award nella categoria Best Pop Instrumental Album.

 

http://www.lorber.com/news.html

http://smoothjazzbuzz.wordpress.com/2010/05/05/jeff-lorber-now-on-fusion-again/

 

Discography:
1977 The Jeff Lorber Fusion
1978 Soft Space
1979 Water Sign
1980 Wizard Island
1981 Galaxian
1982 It's a Fact
1984 In the Heat of the Night
1984 Lift Off
1984 Step by Step
1990 Private Passion
1991 Worth Waiting For
1994 West Side Stories
1996 State of Grace
1998 Midnight Zebra
2001 Kickin' It
2003 Philly Style
2005 Flipside
2007 He Had a Hat

  

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl