STEVE HACKETT IN CONCERTO

STEVE HACKETT IN CONCERTO

Allegati

07/apr/2005 02.38.37 Guido Robustelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CONFERMATO IL CONCERTO DI

Fish

Home

 

Acoustic Trio 2005

 

GIOVEDI 28 APRILE

Teatro Elena V. Solferino 1 Sesto San Giovanni

(MM1 Sesto Rondò)  -  Tel 02  2480707

 

Platea     € 25,00 + prevendita

Galleria  € 18,00 + prevendita

 www.teatroelena.com

 

Prevendite abituali e sul sito www.ticketone.it

 

SUPPORTER:  Finisterre ore 21.00 - set acustico

Considerato il miglior gruppo progressive italiano prodotto da Franz Di Cioccio

per la sua etichetta Immaginifica     www.diedi.com

 

www.stevehackett.com

 

Steve Hackett torna per una nuova serie di concerti in Italia,  stavolta senza luci stroboscopiche e pedali per il basso, dal momento che col suo trio acustico (chitarra, flauto e tastiere) si prepara ad offrire un un-plugged  di bellissimi brani selezionati da “A Midsummer Night’s Dream” insieme ai memorabili  arrangiamenti composti per i brani di successo dei Genesis e all’ultimo disco ‘Metamorpheus’.

Chitarrista e compositore, Hackett, è considerato uno dei musicisti più innovativi sulla scena Britannica. Dopo aver contribuito al successo dei primi Genesis con uno stile sofisticato ed elegante ormai divenuto il suo marchio di fabbrica, ha nel corso degli anni consolidato il proprio successo a livello internazionale non solo come chitarrista rock e autore, ma guadagnandosi anche una stimabile reputazione come compositore classico.

Le sue composizioni  per chitarra classica e per orchestra, registrate con la Royal Philharmonic Orchestra in “A Midsummer Night’s Dream”,  e pubblicate dalla EMI Classicals, sono state  presenti nella classifica di musica classica del Regno Unito per settimane.

Il segreto di tale successo risiede nell’ammirazione unanime che l’abilità di Hackett suscita sia nei colleghi che appartengono alla scena del rock, sia tra i musicisti classici di rilievo.

  

Il repertorio che porterà in tour comprenderà pezzi tratti da ‘A Midsummer Night’s Dream’, e arrangiamenti di hit dei Genesis e materiale dai suoi album acustici. L’ultimo di questi,  ‘Metamorpheus’ uscita a fine marzo 2005 anche in Italia.

 

Nuovo cd di Steve Hackett “Metamorpheus”

 

Molta strada Steve Hackett ha percorso dai tempi dei Genesis ad oggi, mostrando una versatilità senza eguali combinata con una straordinaria passione.

 

Ben oltre il dilettantismo, ha mostrato una notevole dedizione alla realizzazione della sua vena classica. Sino ad oggi ha realizzato cinque album di chitarra classica, ha incantato le platee di tutto il mondo con i suoi concerti in acustico, ha suonato come solista con la London Chamber Orchestra, guadagnandosi la stima di esponenti della scena musicale rock e classica.

 

‘Methamorpheus’, l’ultimo progetto, è il successore naturale di ‘Midsummer Night’s Dream’ del 1997, che occupò per diverse settimane le classifiche inglesi, e combina senza soluzioni di continuità la nylon guitar con l’orchestra, in una fusione di piccole e grandi forze musicali.

 

In ogni generazione, c’è qualcuno che raggiunge e supera i limiti precedenti. Come musicista,  Hackett sicuramente rientra in questa descrizione. Come opera, Methamorpheus è il frutto di un musicista che ama tutti gli strumenti musicali in egual misura e riesce a fonderli in uno solo.

 

“Il gioco di parole nel titolo (tra le parole metamorfosi e Orfeo) può sembrare elitario, ma in realtà ho mantenuto la musica semplice” è il commento di Hackett.

 

Se Orfeo avesse la sua arpa e i Greci il loro intero Pantheon, la chitarra di Hackett li avrebbe di certo riportati tutti in vita.

 

Nel trio acustico Steve è accompagnato dal fratello maggiore, John Hackett al flauto e dal tastierista Roger King, suo collaboratore di vecchia data.

 

John Hackett, oltre ai concerti con il fratello, ha collaborato come solista con l’English Flute Quartet e negli anni più recenti con il gruppo ambient Symbiosis.

 

Roger King ha collaborato con Steve in diversi album. Musicista classico, autore e ingegnere del suono, ha alle spalle una carriera che ha toccato diversi aspetti dell’industria musicale (tra le altre cose, è stato il produttore musicale della Island Music e della Island Record e ha collaborato in film  come Cliffhanger e In nome del padre.

 

 

Ufficio Stampa

 

Guido Robustelli   Tel. 348 3906089   email: guido.robustelli@fastwebnet.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl