ParmaDanza 2005 - III Festival internazionale di danza ok

10/apr/2005 05.13.57 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 
 

ParmaDanza 2005

III Festival internazionale di danza

Sylvie Guillem, Roberto Bolle,

il ritorno del Béjart Ballet Lausanne e della Scala

Grandi titoli, classici e moderni,

nuove creazioni contemporanee

Teatro Regio

14 ottobre  - 20 novembre 2005

  

       

        Grandi titoli, classici e moderni, nuove creazioni contemporanee ed eccellente danza di carattere,  étoile internazionali e celebri coreografi. Saranno questi gli assi portanti di ParmaDanza 2005, III festival internazionale di danza, realizzato dalla Fondazione Teatro Regio di Parma, in collaborazione con ATER, con il sostegno di CariParma & Piacenza e Pinko, che nel confermare l’attenzione per i classici del passato si apre, nel contempo, alle novità della scena attuale, rinsalda il rapporto con un pubblico ormai fedele, ma mira ad attrarre anche nuove  platee. “Se la prima edizione ha rappresentato la novità e la seconda la conferma, la terza edizione di ParmaDanza - scrive Roberto Giovanardi, consulente artistico del Festival -  si pone come obiettivo il consolidato. Avere un buon esito di pubblico e consensi può essere dovuto alla novità, al caso o magari all’aver puntato sul facile consumo; il consolidato invece è raggiunto quando tra pubblico e teatro si instaura un rapporto di fiducia tale da prescindere dal titolo o dalla star.  Avendo cura di confermare scelte improntate alla qualità e tali da non scontentare le attese di un pubblico che si è confermato attento e curioso e piuttosto variegato, l’obiettivo parrebbe non impossibile. Questo festival non è per la critica specializzata (che però non manca di seguire ed apprezzare questa “new entry” nel panorama della danza nazionale ed internazionale), non è per gli addetti ai lavori (che hanno rapidamente capito l’importanza di un festival con queste caratteristiche e lo corteggiano in modo spesso vistoso). È un festival per il pubblico, per gli amanti di quest’arte, per chi sceglie comprando il biglietto in base all’offerta, al programma, alle sollecitazioni che si propone di dare”.

        Nel programma di ParmaDanza 2005, convivono ritorni graditi e inaspettate presenze, in un’ottica di continuità con le due precedenti edizioni e di apertura al futuro del festival. 

        Sarà dunque Maurice Béjart con il suo Béjart Ballet Lausanne ad aprire anche quest’anno il festival (14, 15, 16 ottobre), con un programma a trittico che oltre a due acclamati classici della modernità come L’Uccello di fuoco e Boléro, porterà a Parma anche una novità, fresca di creazione, firmata dal Maestro francese.

        Ancora danza d’autore con la Compagnia Aterballetto, che al festival ParmaDanza tornerà (22, 23 ottobre), dopo il successo delle scorse edizioni, con una nuova creazione firmata dal suo direttore e coreografo Mauro Bigonzetti. Dedicata a Wolfgang Amadeus Mozart, WAM è un omaggio della compagnia reggiana in vista delle celebrazioni per il 250° anniversario della nascita del compositore. Il programma per ParmaDanza 2005 sarà completato da Cantata, travolgente affresco danzante dedicato a Napoli e alla sua meravigliosa tradizione musicale.

        Ai capolavori del repertorio ottocentesco  delle prime due edizioni - Don Chisciotte, La bayadère, Giselle, Il lago dei cigni - si aggiunge quest’anno un classico del Novecento, L’histoire de Manon, del coreografo inglese Kenneth MacMillan. La scelta di questo titolo, che riflette nel libretto e nella musica l’opera Manon di Jules Massenet -in scena al Teatro Regio nella stagione lirica 2005/2006  -  sarà un modo ulteriore per legare il festival ParmaDanza alla città del melodramma per antonomasia. A danzare il balletto di MacMillan sarà il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano che torna a ParmaDanza (29, 30 ottobre) dopo i consensi raccolti con Don Chisciotte e con Il lago dei cigni, mentre l’atteso protagonista maschile sarà l’étoile Roberto Bolle.

        Altra étoile protagonista del festival è Sylvie Guillem, la famosa ballerina francese, che insieme ai Ballet Boys William Trevitt e Michael Nunn danzerà per la prima volta sul palcoscenico del Teatro Regio (3, 4 novembre) in Rise and Fall: un trittico di folgoranti coreografie contemporanee firmate dall’inglese Russell Maliphant, autore di spicco del panorama attuale.

        Torna anche in questa edizione a grande richiesta, (12, 13 novembre), il Galà di danza Roberto Bolle and Friends. Insieme al nostro ballerino più celebre nel mondo si avvicenderanno sulla scena étoile e primi ballerini provenienti dalle maggiori compagnie, in un programma di appassionanti  pas de deux ed estratti del repertorio classico e moderno.  

        Il Festival conclude (19, 20 novembre) nel segno del miglior flamenco con il Ballet Nacional de España, la grande compagnia dalle antiche tradizioni, custode del repertorio popolare spagnolo. A dirigerla è oggi José Antonio, celebre ballerino di flamenco e apprezzato coreografo, che porterà a Parma due nuovi balletti da lui firmati: Aires de Villa y Corte, in prima nazionale, e La Leyenda.

        Collaterale agli spettacoli, il festival propone anche quest’anno il ciclo La danza dietro le quinte, appuntamenti informativi, didattici e formativi, a ingresso libero, pensati per il pubblico e per gli allievi delle scuole di danza. Importante novità è rappresentata da Giochi di musica e danza, esercitazioni di analisi della danza condotte da Vittoria Ottolenghi, tre appuntamenti (Il balletto classico; la danza moderna; folk, altri spazi, la piazza, la strada) che coinvolgeranno le scuole di danza. Seguite da un folto e costante pubblico, torna il ciclo di proiezioni Danza in video, a cura di Valentina Bonelli, per conoscere meglio, attraverso filmati rari e preziosi, i le compagnie in scena al festival e gli interpreti famosi di ieri e di oggi.

        Prelazione per gli abbonati della scorsa stagione da martedì 19 a sabato 30 aprile 2005. Eventuali nuovi abbonamenti in vendita da sabato 14 a giovedì 19 maggio 2005. Biglietti per i singoli spettacoli disponibili presso la biglietteria del Teatro Regio da venerdì 20 maggio 2005 e on line al sito www.teatroregioparma.org da sabato 21 maggio 2005. Per informazioni: biglietteria Teatro Regio tel. 0521 039399 fax 0521 504224 ticket@teatroregioparma.org

 

 

 

 

 

ParmaDanza 2005

III Festival internazionale di danza

Teatro Regio

14 ottobre  - 20 novembre

 

_______________________________________________

 

 

 

 

venerdì 14 ottobre 2005, ore 20.30 Turno A

sabato 15 ottobre 2005, ore 20.30 Turno B

domenica 16 ottobre 2005, ore 15.30 fuori abbonamento

Béjart Ballet Lausanne

Direttore Maurice Béjart

Boléro

Coreografia MAURICE BÉJART

Musica Maurice Ravel

L’Uccello di fuoco

Coreografia MAURICE BÉJART

Musica Igor Stravinskij

Costumi Joëlle Roustan e Roger Bernard

Nuova creazione

Coreografia MAURICE BÉJART

 

 

 

sabato 22 ottobre 2005, ore 20.30 Turno A

domenica 23 ottobre 2005, ore 15.30 Turno B

Fondazione Nazionale della Danza

Compagnia Aterballetto

Direzione artistica Mauro Bigonzetti

WAM

Coreografia MAURO BIGONZETTI

Musiche W. A. Mozart eseguite dal vivo da Bruno Moretti

Consulenza musicale Bruno Moretti

Costumi Maurizio Millenotti

Luci Carlo Cerri

Prima mondiale Wolfsburg (Germania), Festival Movimentos, 11 maggio 2005

Prima italiana Reggio Emilia, ReggioParmaFestival, 20 maggio 2005

Cantata

Coreografia MAURO BIGONZETTI

Musiche originali e tradizionali registrate

arrangiate ed eseguite dal gruppo musicale Assurd:

voce, organetto, tammorra Cristina Vetrone

voce, tamburello, nacchere Lorella Monti - Enza Pagliara

voce, tammorra, tamburello Enza Prestia

Costumi Helena Medeiros

Luci  Carlo Cerri

Prima rappresentazione assoluta Ballet Gulbenkian, Porto, Rivoli Teatro Municipal, 29 giugno 2001

Prima rappresentazione Italiana Aterballetto, Pisa, Teatro Verdi, 31 gennaio 2002

 

 

 

sabato 29 ottobre 2005 ore 20.30 Turno A

domenica 30 ottobre 2005 ore 15.30  fuori abbonamento

domenica 30 ottobre 2005 ore 20.30 Turno B

Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

Direttore Frédéric Olivieri

L'histoire de Manon

Coreografia KENNETH MACMILLAN

ripresa da Monica Parker

Da musiche di Jules Massenet

arrangiate e riorchestrate da Leighton Lucas

(proprietà Royal Opera House, Covent Garden di Londra)

Scene e costumi Nicholas Georgiadis

Étoile Roberto Bolle (29, 30 ore 20.30)

Allestimento del Teatro alla Scala

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore David Garforth

 

 

giovedì 3 novembre 2005, ore 20.30 Turno A

venerdì 4 novembre 2005, ore 20.30 Turno B

Sylvie Guillem

Michael Nunn - William Trevitt

Rise and Fall

 

Torsion

Coreografia Russell Maliphant

Luci Michael Hulls

Musica Richard English

Interpreti Michael Nunn & William Trevitt

Sponsor della produzione Luscious Chocolate

Coreografia commissionata da The Place

Costumi gentilmente forniti da FCUK, French Connection, UK

Creazione 2002

 

Two

Coreografia Russell Maliphant

Luci Michael Hulls

Musica Andy Cowton

Interprete Sylvie Guillem

Coreografia commissionata dal Dance Umbrella Festival, Londra, 1998

 

Broken Fall

Coreografia Russell Maliphant

Luci Michael Hulls

Musica Barry Adamson

Interpreti Sylvie Guillem, Michael Nunn, William Trevitt

Creazione 2003

 

 

sabato 12 novembre 2004, ore 20.30 fuori abbonamento

domenica 13 novembre 2004, ore 20.30 fuori abbonamento

Marco Borelli presenta

Roberto Bolle and Friends

Galà di danza

Con  Roberto Bolle ètoile internazionale

e con ètoile e primi ballerini delle principali compagnie di balletto internazionali

Lighting designer Marco Borelli

Lighting designer Domenico De Martino

 

 

 

 sabato 19 novembre 2005 ore 20.30 Turno A

domenica 20 novembre 2005 ore 15.30  fuori abbonamento

domenica 20 novembre 2005 ore 20.30  Turno B

Ballet Nacional de España

Direttore José Antonio

Aires de Villa y Corte

Coreografia José Antonio

Musica  José Nieto

Luci Nicolás Fischtel (AAI)

Ideazione costumi Yvonne Blake

Realizzazione costumi González, Pipa y Milagros

Acconciature Hortensia

Calzature Arte FyL, Maty

PRIMA NAZIONALE

La Leyenda

Idea originale José Antonio

Coreografia José Antonio

Musica José Antonio Rodríguez

“Rondeña and Alegrías”: Juan Requena

“Embrujo del Fandango”: Rafael Marinelli

Luci Juan Gómez Cornejo(AAI), Paloma Contreras

Ideazione costumi Pedro Moreno

Scenografia José Antonio

Realizzazione costumi  “El Salao” y  González

Realizzazione scenografia Mambo Decorados

Calzature Arte y FyL

 

 

 

La danza dietro le quinte

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl