Teatro Regio gremito per Ernani a Imparolopera

06/mag/2005 07.30.51 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 
Teatro Regio gremito per Ernani
l'ultimo appuntamento di Imparolopera
Oltre seimila i bambini attesi al Regio

dalle province di Parma, Reggio Emilia, Mantova e persino dalla Val Magra

Teatro Regio di Parma,

venerdì 6, sabato 7 ore 10.00, martedì 10 ore 9.30 e 11.30,

mercoledì 11 maggio 2005, ore 10.00

 

 

        L'emozione è assicurata: "Si ridesti il leon di Castiglia" intonato dai piccoli protagonisti del Coro di voci bianche "Ars Canto-Giuseppe Verdi" guidati dal maestro Sebastiano Rolli e accompagnati dal Quintetto d'archi dell'Orchestra del Teatro Regio di Parma. Oltre seimila bambini provenienti dalle province di Parma, Reggio Emilia, Mantova e persino dalla Val Magra dai Comuni di La Spezia, Sarzana, Pontremoli, Lerici (nella sola giornata di martedì 10 maggio giungeranno in città 18 pullmann), sono attesi a Teatro Regio per il secondo e ultimo appuntamento con Imparolopera, la Stagione d’Opera pensata e costruita su misura per gli allievi delle scuole elementari e medie inferiori, per svelare ai giovanissimi gli affascinanti segreti del melodramma e della musica. L’iniziativa, ideata e realizzata dalla Fondazione Teatro Regio di Parma in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, che tanto in questi anni ha divertito e interessato migliaia di bambini e ragazzi della scuola dell’obbligo, chiude il suo cartellone con l'opera che ha da poco inaugurato il Festival Verdi, Ernani.

        E proprio fra le scene preziose che hanno raccolto l'applauso entusiasta del pubblico della prima del Festival Verdi, i giovani allievi di canto del Conservatorio di Musica "A. Boito" di Parma, Lee Sang Chul/Paek Seung-Hwa (Ernani), Valdis Jansons(Don Carlo), Marco Democratico (Don Ruy Gomez de Silva), Song Eun Hee/Maria Simona Cianchi (Elvira) ripercorreranno la storia di Ernani, proponendo le arie più celebri di un'opera che vanta versi proverbiali. Il libretto sarà come di consueto 'rigorosamente riscritto' dall’istrionico talento di Bruno Stori che svolgerà la trama dell’opera con divertenti improvvisazioni che, nel racconto, lasceranno ampio spazio all’interpretazione canora degli allievi del Conservatorio, in un'atmosfera nella quale il giovane pubblico sarà coinvolto a più riprese.

        “Quando ho cominciato a fare Imparolopera - ci racconta Stori - non sapevo nulla di lirica e immaginavo che fosse una cosa molto lontana dai bambini. Mi sono invece accorto che ancora una volta è questione di linguaggio: trovare il giusto modo per parlare ai più piccoli di cose che sono loro vicinissime, perché l’opera lirica tratta di sentimenti, “l’unica cosa storica”, come diceva Pasolini, che non muta nell’uomo al passare dei secoli. E i bambini sono molto sensibili ai sentimenti. Ho accettato così la sfida ostica di avvicinarli al canto e tradurre in spettacolo qualcosa di apparentemente lontano da loro. Tradurre parole antiche nella contemporaneità. Questo per me ha una grande valenza sociale. Credo che se deve cambiare qualcosa nella nostra società si debba cominciare dalla scuola e dai bambini. Il segreto è fare le cose con loro e non per loro. Giocare con loro allo stesso gioco. Per giocare bene bisogna farlo seriamente, nel rispetto delle regole onorando la verità della finzione, per far sperimentare la meraviglia per il canto, lo stupore per la bellezza e la potenza di un acuto. Gli appuntamenti di Imparolopera offrono ai più piccoli questa rara opportunità che la società tiene invece a loro distanza. Per questo sono necessari bravi cantanti e bravi musicisti”.

        Un successo rinnovato per un’iniziativa che ha raccolto plausi ed encomi internazionali e che ha conferito al Teatro Regio una nuova ragione di prestigio divenendo modello per molti altri teatri lirici italiani e internazionali. La formula di questa sesta edizione non è mutata: la sapienza attorale di Bruno Stori, autore dei testi e regista, unita alla dedizione di Donatella Saccardi che ha curato la preparazione degli allievi di canto del Conservatorio e di Elena Frambati Salvarani che ha coordinato l’aspetto didattico, coniugano ancora una volta la volontà di raccontare l’opera lirica stimolando la curiosità e contribuendo alla formazione culturale dei più piccoli, contribuendo alla formazione di nuovo, preparato e appassionato pubblico che possa essere custode e promotore della musica per le generazioni prossime.

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma

venerdì 6, sabato 7 ore 10.00, martedì 10 ore 9.30 e 11.30, mercoledì 11 maggio 2005, ore 10.00

Ernani

Musica Giuseppe Verdi

 

Personaggi                               Interpreti

Ernani                                   LEE SANG CHUL

                                             PAEK SEUNG-HWA

Don Carlo                              VALDIS JANSONS

Don Ruy Gomez de Silva         MARCO DEMOCRATICO

Elvira                                    SONG EUN HEE

                                             MARIA SIMONA CIANCHI

 

Quintetto d’archi dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma

 

Pianoforte Giuliana Panza, Raffaele Cortesi

 

Coro di voci bianche “Ars canto - G. Verdi”

 

Maestro del coro Sebastiano Rolli

 

Testi, attore e regia Bruno Stori

 

Allievi delle scuole di canto del Conservatorio “A. Boito” di Parma

 

Coordinamento musicale Donatella Saccardi

 

Coordinamento didattico Elena Frambati Salvarani

 

 

 
Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl