Roberto Bignoli conquista gli emigrati in Svizzera.

31/mag/2005 20.22.26 PRESS WORLD AGENCY Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roberto Bignoli conquista gli emigrati in Svizzera.

 

Entusiasmo e calore al concerto di venerdì 27 maggio, nel centro parrocchiale di Staefa, alle porte di Zurigo. Organizzata dalla Missione Cattolica Italiana, la serata con Roberto Bignoli ha visto la partecipazione di numerosi italiani emigrati in territorio elvetico. Non è la prima volta che il cantautore si esibisce in Svizzera, ma questa volta, le sue canzoni e soprattutto la sua toccante testimonianza cristiana, lasceranno un segno profondo e una continuità destinate a fare storia nei cuori di coloro che lo hanno applaudito. Per due ore ininterrotte, Roberto Bignoli ha proposto alcuni brani tra i più significativi del suo repertorio, percorrendo con il pubblico un itinerario di umanità e di fede. Il suo messaggio, semplice e sconvolgente nello stesso tempo, è quello che annuncia l’amore di Dio presente dietro l’angolo dei nostri momenti quotidiani, specialmente in quelli che sembrano segnati da fallimenti o insuccessi. “Io non vincerò mai un Oscar, né mai sarò nella Hit Parade - ha detto Roberto. Quello che conta, è che io sia me stesso e viva in pienezza ogni momento della mia vita nella certezza che Dio mi ama così come sono. In questo modo, sono già vincitore!”. Un’attenzione particolare è stata riservata alle varie famiglie presenti con i loro figli, ai quali il cantautore ha dedicato il finale del suo concerto, coinvolgendo attorno a sé i bambini e facendoli cantare con lui. Familiarità e amicizia possono essere trasmesse anche senza laser, palco, ballerini, cori o effetti speciali. Serve solo la semplicità e l’autenticità di un cantante come Roberto Bignoli.

 

D. Angelo Saporiti -giornalista : asaporiti@bluewin.ch

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl