La voce di Ada Montellanico e il piano di Enrico Pieranunzi per Tenco inedito

La voce di Ada Montellanico e il piano di Enrico Pieranunzi per Tenco ineditoLa voce di Ada Montellanico e il piano di Enrico Pieranunzi per Tenco

01/ago/2005 04.32.56 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La voce di Ada Montellanico e il piano di Enrico Pieranunzi per Tenco
inedito

Con Ho capito che ti amo Ada Montellanico ed Enrico Pieranunzi hanno aperto
Danza di una ninfa, concerto-omaggio a Luigi Tenco inserito nel cartellone
del Festival Note di Notte
Introducendo il loro lavoro - Danza di una ninfa è anche il titolo del cd
che sarà distribuito a partire da settembre - Ada Montellanico ha spiegato
la differenza con L’altro Tenco, il precedente cd dedicato al cantautore
“che conteneva il Tenco più sconosciuto ed intimo. In questo abbiamo
lavorato sui brani più noti e contiene quattro poesie concesse dalla
famiglia e musicate da noi”
Da quando, secondo brano eseguito, è stato musicato dalla Montellanico così
come Danza di una ninfa sotto la luna, mentre Mia cara amica e O me, il cui
testo fu scritto da Tenco al femminile, sono stati musicati da Pieranunzi
che ha anche curato gli arrangiamenti di tutti brani.
Insieme a questi inediti i due artisti romani hanno proposto le loro
versioni delle canzoni che hanno reso Tenco celebre e immortale - su tutte,
Mi sono innamorato di te - ed alcune composizioni di Pieranunzi che si è
confermato pianista fortemente comunicativo in grado di creare tutte le
magie di cui è capace la musica. Altrettanto straordinarie le capacità
vocali della Montellanico bravissima nell’armonizzare la lingua italiana e
le “esigenze” del jazz, interprete ora malinconica ora ironica, sempre
grintosa.
Il concerto si è chiuso con il bis In qualche parte del mondo dedicato dalla
Montellanico alla bellezza del luogo che ha li accolti, il cortile delle
Cantine Valle dell’Acate.
Introducendo gli artisti e salutando gli intervenuti, Mariolina Marino,
direttore artistico del Festival, ha ringraziato il Comune di Vittoria per
la collaborazione nel realizzare questa serata ed ha ricordato che proprio
grazie allo stimolo ricevuto da un suggerimento del Sindaco Francesco Aiello
Note di Notte ha assunto l’attuale connotazione itinerante. Il professore
Arturo Barbante, portando il saluto dell’amministrazione e ribadendo che la
manifestazione è vista come un importante mezzo di promozione del
territorio, ha illustrato brevemente le opere di Laura D’Amico
sintetizzandone in maniera efficace l’evoluzione artistica: “dal figurativo
all’innovativo per evocare radici antiche”. Importante corollario al
concerto è stata infatti l’esposizione di alcune opere della D’Andrea, un
percorso alla ricerca delle radici mediterranee raccontato attraverso
creazioni, datate dal 1963 ad oggi, con riferimenti alla cultura greca e
all’islam e realizzate con tecniche e materiali differenti.
Dopo il concerto ancora intrattenimento per il pubblico grazie al buffet
realizzato da Caffè Bistrò con i prodotti delle aziende Campi di Sicilia,
Perla dell’Etna, Gratia, Fortunato, Fioretta e Artigiana Biscotti. Perfetti
“padroni di casa” sulla tavola il Frappato il Cerasuolo di Vittoria e
l’Inzolia, ovviamente firmati Valle dell’Acate.

Modica 30 Luglio 2005

Ufficio Stampa
Stefania Pilato338 2343355
stefaniapilato@hotmail.com
Francesco Micalizzi 339 2878013
fmicalizzi@hotmail.com


Direzione artistica: MARIOLINA MARINO - Organizzazione: THE ENTERTAINER


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl