Note di Notte: musica manouche e sapori mediterranei

10/ago/2005 22.31.21 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Musica Manouche e sapori mediterranei nella serata chiaramontana di Note di
Notte

Le Note di Notte continuano a riecheggiare sotto il cielo ibleo e ad avere
cornici sempre più esclusive, espressioni del fascino e dell’eleganza delle
architetture locali.
Martedì 9 agosto è stata Villa Paravizzini, sede dell’Azienda Mediterranea
in Contrada Quaglio Mortilla, nel comune di Chiaramonte Gulfi, ad aprire i
cancelli e a vivere la sua inaugurazione come spazio per la musica.
Il grande bagolaro che troneggia nel cortile ha fatto da sfondo ai
Manomanouche, quartetto formato da Nunzio Barbieri e Luca Enipeo alle
chitarre, Jino Touche al contrabbasso e Massimo Pitzianti alla fisarmonica.
Protagonista la musica Manouche con i tanti brani di Django Rehinardt tra
cui Blues for Ike e Tears, Dans le regard de Laura del chitarrista Romane,
la composizione tradizionale Esprit ed alcune composizioni originali del
gruppo, ma non solo. Nel rispetto della libertà di espressione della musica
non sono mancati brani del tutto al di fuori dell’area jazz e swing manouche
come, ad esempio, l’omaggio alla Francia con Que rest-t-il de nos amours di
Charles Trenet “contaminato” con echi cinesi ed un accenno all’Inno
nazionale transalpino, o quello all’Italia con Vecchio Frac di Domenico
Modugno, ovviamente proposti con arrangiamenti manouche.
In chiusura, dopo il canonico bis richiesto e concesso, c’è stato anche un
riferimento alla musica siciliana quando le chitarre di Barbieri ed Enipeo
hanno suonato le ultime note della serata accennando Ciuri ciuri.
Salutando gli intervenuti, il Sindaco di Chiaramonte Giuseppe Nicastro ha
motivato l’adesione del Comune da lui amministrato al Festival Note di Notte
- il concerto è stato inserito nel cartellone dell’“Estate Chiaramontana” -
con “la validità del progetto culturale e di promozione del territorio; un
unicum in provincia”. D’obbligo un ringraziamento speciale al padrone di
casa Lucio Paravizzini che oltre ad aprire le porte della villa ha permesso
che il dopo concerto fosse non solo un rinfresco, ma una vera festa di
aromi. Grazie alla fantasia del Caffè Bistrò è stato proposto un ricco menù
di stuzzichini, bruschette e crostini conditi con le conserve salate e dolci
della Mediterranea.
Profumi e sapori mediterranei, e della Mediterranea, anche per condire gli
spaghetti di mezzanotte, e nei calici con il bianco La Contea e con i rossi
Manfredi e Cerasuolo di Vittoria Donmitu.
Hanno dato il loro contributo alla serata anche le aziende Fioretta e
Artigiana Biscotti.

Modica 10 Agosto 2005

Ufficio Stampa
Stefania Pilato338 2343355
stefaniapilato@hotmail.com
Francesco Micalizzi 339 2878013
fmicalizzi@hotmail.com




Direzione artistica: MARIOLINA MARINO - Organizzazione: THE ENTERTAINER


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl