Online il sito web sul borgo di SANGEMINI (Terni - Italy)

La tradizione vuole che il nome San Gemini derivi da un Santo proveniente dall'Oriente, di nome Yemin, che svolse in questi luoghi la sua opera di evangelizzazione.

22/set/2005 00.55.26 Terniweb.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Itinerariumbri.it e il suo staff hanno realizzato questo sito web per promuovere online il borgo di Sangemini.
 
SANGEMINI (Terni - Italy)

La tradizione vuole che il nome San Gemini derivi da un Santo proveniente dall'Oriente, di nome Yemin, che svolse in questi luoghi la sua opera di evangelizzazione. San Gemini è stata sicuramente abitata sin dall'epoca romana ed oggi come allora è famosa per le sue acque. Fu all'inizio uno degli agglomerati che si formarono, intorno a Carsulae, sulla Via Flaminia, che poi si ingrandì ulteriormente dopo il definitivo abbandono di Carsulae stessa. San Gemini assunse comunque solo nel periodo medioevale la fisionomia urbanistica che ancora oggi sostanzialmente conserva, con le sue mura, le sue torri fortificate e le sue porte. Devastato dai Saraceni nell'882, dal sec. XI al sec. XV, fu in possesso sia di Narni che della Chiesa . Nel 1524 fu concesso dal Pontefice Clemente VII agli Orsini, Nel 1527 fu devastato ad opera delle truppe del conestabile di Borbone diretto a Roma. Elevato a Ducato nel 1590 da Urbano VII a favore degli Orsini fu poi, nel secolo successivo dei Publicola di Santacroce. Pio VI nel 1781 elevò San Gemini al rango di città.
 
Per info visitare il sito web http://sangemini.altervista.org
 
ItinerariUmbri 2005 info@itinerariumbri.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl