Venerdi 29 Aprile Fondazione Puglisi Cosentino MTV Brand : New Art

Venerdi 29 Aprile Fondazione Puglisi Cosentino MTV Brand: New Art. Venerdi' 29 Aprile a partire dalle ore 19.30 Fondazione Puglisi Cosentino Viale Vittorio Emanuele 122 Catania, Italy MTV BRAND:NEW:ART finalmente a Catania!

20/apr/2011 13.07.54 Mercati Generali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Venerdi’ 29 Aprile a partire dalle ore 19.30

 

Fondazione Puglisi Cosentino

Viale Vittorio Emanuele 122

Catania, Italy

 

MTV BRAND:NEW:ART finalmente a Catania!
L'evento di MTV Italia che sposa la migliore musica internazionale all'arte e al design.
Dopo il tour 2010 nei più importanti musei di arte contemporanea italiani: Milano, Roma, Venezia, Rovereto, Perugia, l'evento organizzato da MTV Italia in collaborazione con CERES arriva alla Fondazione Puglisi Cosentino (CT).
Questa volta MTV ha scelto gli esclusivi spazi del Fondazione Puglisi Cosentino di Catania e come sempre durante la serata si potranno visitare gratuitamente le esposizioni e ascoltare il live dj set.

________________________________

LINE UP

// DJ KAOS (Berlin)

 

In principio furono i Terranova, con i loro suoni a metà tra elettronica europea ed hip-hop statunitense, ad allietare le nostre orecchie quando nel ‘97, da illustri sconosciuti o quasi, diedero alla luce probabilmente il “DJ Kicks” più coinvolgente e sensuale della lunga, esclusiva lista. Mente (e piatti) di quello splendido collettivo berlinese risponde al nome di Dennis Kaun aka Dj Kaos, semplicemente Kaos  per gli amici o per i fortunati avventori del Cookies di Berlino, del Culture Club di Gent e dell’APT di New York.), clubs “residenziati”  di Kaos.

Dopo quasi un decennio passato a deliziarci con i Terranova, Dennis ha prodotto nel 2005 il suo primo lavoro da solista, Hello Stranger, per l’etichetta berlinese K7.

Hello Stranger,  infatti altro non è che uno dei più completi ed elettrizanti album elletronici usciti nell’ultimo decennio. Con questo album (che vede partecipazioni autorevolissime: dall’onnipresente Erland Oye a Matt B. Safer dei Rapture), Kaos inaugura una sua nuova impostazione maggiormente orientata verso suoni di matrice techno ed italo senza però perdere l’eleganza primordiale dei suoi Terranova.

Kaos è anche produttore e direttore artistic di Cult Imprint Jolly Jams

 

// SYD (Live Italy)

 

See you downtown! Let’s go downtown. See you downtown! Ci vediamo giù in città? Andiamo giù in città? Cosa ci sarà mai di così interessante da quelle parti? Eppure ci sarà un perché se in molte canzoni e dischi di artisti inglesi o americani tornano spesso i riferimenti a questa particolare zona delle grosse città. Qualcosa, lì, deve succedere per forza. O no? Forse perché è proprio downtown che la gente si incontra e interagisce. È giù in città che si mescolano i sentimenti, i pensieri e le opinioni, che le anime sciolte vanno in cerca di libertà, di linfa[c1]  nuova e di emozioni. Perché, appunto, è spesso downtown il posto ideale in cui si respira l’aria giusta, in cui pulsa la creatività. Ed è proprio lì che ci danno appuntamento due musicisti catanesi a caccia di sogni e di suoni. John Lui (al secolo Marco Pettinato) e Cesare (Salvo Coppola), rispettivamente chitarrista/cantante e batterista (ma entrambi polistrumentisti), quell’aria la respirano da molti anni attraverso vari progetti musicali dalle forme mutevoli; tra questi i We Love Mamas - moniker con cui si sono fatti conoscere da critica e pubblico - diventati oggi i SYD (See You Downtown...). Accompagnati dal bassista Sebastiano “Seby” Barbagallo, i due amici lasciano confluire nelle loro canzoni anni di ascolti vari, ore di prove in studio e giornate intere passate a sperimentare suoni e atmosfere destinate poi ad essere riproposti dal vivo. Con questi presupposti e la volontà di creare qualcosa di diverso e coinvolgente, i SYD ci regalano una musica particolarmente accattivante in cui i suoni torridi dello stoner vengono raffreddati da atmosfere industrial, dove l’electro/dubstep si insinua tra le note sature di elettricità dell’indie-rock, in un mix sonoro intenso e teso, dance ed emozionale.

See You Downtown.

 

// 1984 (Italy)

________________________________

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl