COMUNICATO STAMPA dell’Associazione “Benedetto XVI?ÿ?Windows-1252?Q?” di Battipaglia

02/nov/2005 14.33.29 PRESS WORLD AGENCY Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


COMUNICATO STAMPA
I membri dell’Associazione “Benedetto XVI” di Battipaglia avevano pensato
erroneamente di aver assistito al top del pessimo gusto quando Adriano
Celentano ha definito il Papa “rock” e “hard-rock” nella sua trasmissione
televisiva. Ma, evidentemente, al peggio non c’è mai fine considerato che un
altro uomo di spettacolo, Beppe Grillo, ha addirittura dedicato un’intera
pagina del suo sito internet, all’indirizzo
www.beppegrillo.it/2005/04/la_felicita_dei.html, ad offese e veri e propri
insulti nei confronti di Benedetto XVI. Sia gli utenti registrati, sia lo
stesso Grillo hanno scritto e continuano a scrivere in quell’area del sito
frasi calunniose e diffamatorie per screditare il Santo Padre. Per la
verità, c’è anche chi ne prende le distanze, difendendo il Papa, ma la
maggior parte dello spazio è occupato da messaggi poco ingiustamente poco
lusinghieri nei confronti del Sommo Pontefice. In uno di questi, che Grillo
invece di censurare ha pubblicato tranquillamente, si fa addirittura l’equazione
MALE=RATZINGER. Basta visitare la pagina per rendersi conto dell’ispirazione
anti-papale che la caratterizza e che l’ha originata. L’iniziativa di Grillo
sembra essere nata proprio per giudicare e condannare mediaticamente il
Papa. Gli aderenti all’Associazione “Benedetto XVI”, meglio conosciuti come
i “Papaboys di Battipaglia”, per tramite del Presidente Gianluca Barile,
hanno intrapreso l’ennesima iniziativa legale per tutelare l’immagine di
Benedetto XVI da spregevoli e vili attacchi. Così, dopo aver dato mandato
per querelare il quotidiano “Liberazione” e Adriano Celentano per il reato
di offesa all’onore e al prestigio del Sommo Pontefice, il Presidente
Barile, le cui foto degli incontri con Benedetto XVI sono pubblicate all’indirizzo
Internet www.clubpapabenedetto.it, ha chiesto allo studio legale dell’avvocato
Vito Lupo di avanzare istanza all’autorità giudiziaria competente per il
sequestro della pagina anti-Papa del poco spiritoso Beppe Grillo. L’Associazione
intitolata all’attuale Pontefice sa bene che bisogna perdonare, ma offendere
il Vicario di Cristo, nonché successore di Pietro, appare blasfemo e di
pessimo gusto. Se questo poi avviene nei confronti di un Papa che in sei
mesi e mezzo di Pontificato ha già attirato l’attenzione e l’affetto di
milioni di persone, gli insulti e le offese appaiono ancor più fuori luogo.
Molti soci hanno elevato la loro protesta nei confronti dei contenuti
anti-Papa del sito di Grillo scrivendo all’e-mail clubbenedetto@libero.it.
Pur conscia che con le denunce non si risolvi tutto, l’Associazione
“Benedetto XVI” di Battipaglia (Sa) spera almeno, in questo modo, di far
scrivere la parola fine a processi mediatici che non hanno nulla a che
vedere con la libertà di espressione e che invece non fanno altro che
offendere la figura del Papa dell’unità e della pace: Benedetto XVI.

Per informazioni:
Gianluca Barile - 333/6597263 - e-mail: clubbenedetto@libero.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl