Radu Lupu in un recital dedicato a Robert Schumann

04/nov/2005 19.31.28 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________

 

 

Radu Lupu a Parma

Il grande pianista in un recital

interamente dedicato a Robert Schumann

Auditorium Niccolò Paganini,

giovedì 10 novembre 2005, ore 20.30

 

 

La stagione concertistica 2005-2006 del Teatro Regio di Parma ospiterà  giovedì 10 novembre, ore 20.30, uno dei massimi pianisti viventi. Radu Lupu sarà impegnato all’Auditorium Paganini in un recital dedicato esclusivamente alle musiche del grande compositore romantico Robert Schumann. In programma le Waldszenen op. 82,  Humoreske in si bemolle maggiore op. 20 e la Sonata n. 1 in fa diesis minore op.11.

 

Nato in Romania, Radu Lupu è stato il vincitore di tre importanti concorsi, il Van Cliburn nel 1966, l’Enescu International nel 1967 ed il Concorso di Leeds nel 1969, riceve nel 1989 il premio “Abbiati”, assegnato dall’Associazione dei Critici italiani. Radu Lupu suona regolarmente con le più importanti orchestre internazionali, tra cui i Berliner Philharmoniker, con i quali, nel 1978, ha fatto il suo debutto al Festival di Salisburgo sotto la direzione di Herbert von Karajan, i Filarmonici di Vienna, con cui ha inaugurato il Festival di Salisburgo 1986 sotto la direzione di Riccardo Muti, la Royal Concertgebouw Orchestra, le maggiori orchestre londinesi e tutte le grandi orchestre americane. I suoi primi importanti concerti negli Stati Uniti hanno avuto luogo nel 1972 con la Cleveland Orchestra diretta da Daniel Barenboim a New York e con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Carlo Maria Giulini.

 

Tra le sue incisioni discografiche da segnalare i Concerti per pianoforte di Beethoven con la Filarmonica di Israele diretta da Zubin Mehta, numerosi concerti di Mozart, il Concerto n. 1 di Brahms, i Concerti di Grieg e di Schumann.  l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Mozart con Szymon Goldberg, opere di Beethoven, Brahms, Schumann e Schubert con Daniel Barenboim. Nel 1995 ha vinto due premi nella categoria “Best Instrumental Record of the Year”: un Grammy per le Sonate D.664 e D.960 di Schubert e un Edison per Kinderszenen, Kreisleriana e Humoreske di Schumann.

 

La stagione del Teatro Regio propone un’eccezionale ribalta per bacchette di prestigio e grandi nomi del concertismo internazionale. Oltre a Lupu sono attesi solisti come Mikhail Pletnev, David Geringas, John Williams, Pavel Vernikov, mentre fra i direttori saliranno sul podio a Parma maestri come Riccardo Muti, Zubin Mehta, Rudolf Baršai, Lorin Maazel, Georges Prêtre, Mstilav Rostropovic, Kurt Masur, Vladimir Jurowski, Bruno Bartoletti.

 

La Stagione Concertistica 2005-2006 del Teatro Regio di Parma è realizzata grazie al contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS e con la collaborazione di Solares Fondazione Culturale - Società dei Concerti di Parma e della Fondazione Filarmonica ArturoToscanini.

 

Per informazioni: biglietteria del Teatro Regio tel. 0521 039399 biglietteria@teatroregioparma.org  www.teatroregioparma.org

 

 

 

 

RADU LUPU

Nasce in Romania, dove inizia a studiare pianoforte all’età di 6 anni, con Lia Busuioceanu, debuttando in pubblico a soli 12 anni con un programma completo di musiche da lui stesso composte. Per diversi anni continua gli studi con Florica Muzicescu e Cella Delavranca finché, nel 1961, vince una borsa di studio per il Conservatorio di Mosca, dove studia con Galina Eghyazarova, Heinrich Neuhaus e, più tardi, con Stanisalv Neuhaus. Fin dagli esordi suona con le maggiori orchestre internazionali. I suoi primi concerti importanti negli Stati Uniti hanno luogo nel 1972, con la Cleveland Symphony Orchestra diretta da Daniel Barenboim a New York e con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Carlo Maria Giulini. Viene invitato in tutti i più importanti festival musicali, debuttando nel 1978 al Festival di Salisburgo (di cui diventerà un ospite fisso) con i Berliner Philharmoniker, sotto la direzione di Herber von Karajan. Inaugura lo stesso Festival nel 1986 con i Wiener Philharmoniker diretti da Riccardo Muti. Tra le sue incisioni discografiche sono da ricordare: i Concerti per pianoforte di Beethoven con la Filarmonica di Israele diretta da Zubin Mehta; numerosi Concerti di Mozart; il Concerto n. 1 di Brahms; i Concerti di Grieg e di Schumann; l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Mozart con Szymon Goldberg; le Sonate per violino e pianoforte di Debussy e Frank con Kyung Wha Chung; le opere di Beethoven, Brahms, Schumann e Schubert con Daniel Barenboim. Ha inciso inoltre due dischi con Murray Perahia (CBS), due album di Lieder di Schubert con Barbara Hendricks (EMI) e un disco di brani di Schubert a quattro mani con Daniel Barenboim (Teldec). Nel 1995 ha vinto due premi nella categoria Best Instrumental Record of the Year: un Grammy per le Sonate D. 664 e D. 960 di Schubert e un Edison per Kinderszenen, Kreisleriana e Humoreske di Schumann. Vincitore di tre importanti concorsi, il Van Cliburn 1966, l’Enescu International 1967 e il Concorso di Leeds nel 1969, nel 1989 ha ricevuto il prestigioso premio Franco Abbiati della critica musicale italiana.  

 

 

 

STAGIONE CONCERTISTICA

2005 - 2006

Auditorium Paganini - Teatro Regio

 

 

Auditorium Paganini

giovedì 27 ottobre 2005, ore 20.30 Turno A

BALTIMORE SYMPHONY ORCHESTRA

Direttore YURI TEMIRKANOV

George Gershwin

Rhapsody in blue (Rapsodia in blu)

An American in Paris (Un americano a Parigi)

Antonín Dvorák

Sinfonia n.9 in mi minore “Dal nuovo mondo”

 

 

 

Auditorium Paganini

domenica 30 ottobre 2005, ore 20.30 Turno C

ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA

Direttore JEFFREY TATE

Benjamin Britten

Sinfonia da Requiem op. 20

Ernest Chausson

Soir de fête op. 32

Johannes Brahms

Sinfonia n. 4 in mi minore op. 98

 

 

 

Auditorium Paganini

giovedì 10 novembre 2005, ore 20.30 Turno A

Pianoforte RADU LUPU

Robert Schumann

Waldszenen op. 82

Humoreske in si bemolle maggiore op. 20

Sonata n. 1 in fa diesis minore op. 11

 

 

 

Auditorium Paganini

martedì 15 novembre 2005, ore 20.30 Turno A

ORCHESTRA DA CAMERA DI MANTOVA

Direttore UMBERTO BENEDETTI MICHELANGELI

Pianoforte PAOLO BORDONI

Maurice Ravel

Le tombeau de Couperin

Concerto in sol per pianoforte e orchestra

Franz Schubert

Sinfonia n. 4 in do minore D. 417 “Tragica”

 

 

 

Teatro Regio

giovedì 17 novembre 2005, ore 20.30 Turno C

ORCHESTRA CHERUBINI

Direttore RICCARDO MUTI

Violino FRANCESCO MANARA

Viola SIMONIDE BRACONI

Wolfgang Amadeus Mozart

Sinfonia concertante in mi bemolle maggiore per violino, viola e orchestra K. 364

Dmitrij Šostakovic

Sinfonia n. 5 in re minore op. 47

 

 

 

Auditorium Paganini

domenica 20 novembre 2005, ore 20.30 Turno B

BAYERISCHES STAATSORCHESTER

Direttore ZUBIN MEHTA

Mezzosoprano MARIANA LIPOVSEK

Tenore ROBERT DEAN SMITH

Franz Schubert

Sinfonia n. 8 in si minore D. 759 Incompiuta

Gustav Mahler

Das Lied von der Erde (Il Canto della Terra)

 

 

 

Teatro Regio

mercoledì 30 novembre 2005, ore 20.30 Turno A

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Direttore LORIN MAAZEL

Ludwig Van Beethoven

Fidelio. Ouverture

Franz Schubert

Sinfonia n. 8 in si minore D. 759 “Incompiuta”

Ludwig Van Beethoven

Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica”

 

 

 

Auditorium Paganini

mercoledì 11 gennaio 2006, ore 20.30 Turno A

giovedì 12 gennaio 2006, ore 20.30 Turno B

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore JONATHAN WEBB

Violino MICHELANGELO MAZZA

Soprano ANNICK MASSIS

Vito Frazzi

Preludio magico

Luigi Dallapiccola

Tartiniana seconda, per violino e orchestra

Gustav Mahler

Sinfonia n. 4 in sol maggiore

 

 

 

Teatro Regio

lunedì 16 gennaio 2006, ore 20.30 Turno A

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Direttore MSTISLAV ROSTROPOVIC?

Dmitrij Šostakovic

Sinfonia n. 7 in do maggiore op. 60 “Leningrado”

 

 

 

Auditorium Paganini

sabato 4 febbraio 2006, ore 20.30 Turno C

ORCHESTRA SINFONICA DI MILANO GIUSEPPE VERDI

Direttore VLADIMIR JUROWSKI

Dmitrij Šostakovic

Sinfonia n. 7 in do maggiore op. 60 “Leningrado”

 

 

 

Auditorium Paganini

mercoledì 8 febbraio 2006, ore 20.30 Turno A

TRIO CAJKOVSKIJ

Violino PAVEL VERNIKOV

Violoncello ANATOLE LIEBERMANN

Pianoforte KONSTANTIN BOGINO

Dmitrij Šostakovic

Trio in mi minore op. 67

Pëtr Il’ic Cajkovskij

Trio in la minore op. 50

 

 

Auditorium Paganini

venerdì 10 febbraio 2006, ore 20.30 Turno B

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl