Roberto Bolle and Friends

10/nov/2005 10.03.12 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

 

Roberto Bolle and Friends

L’étoile internazionale e nove primi ballerini

in un Galà dei pas de deux e degli assoli più belli

del repertorio classico, moderno e contemporaneo

Parma, Teatro Regio

12, 13 novembre 2005

 

 

È atteso sabato 12 e domenica 13 l’avvincente Galà di balletto Roberto Bolle and Friends, nuovo appuntamento di ParmaDanza, il III festival internazionale di danza della Fondazione Teatro Regio di Parma. Beniamino del pubblico di Parma, acclamato protagonista la scorsa settimana, proprio a ParmaDanza, de L’histoire de Manon, il ballerino étoile torna al Regio con un Galà di balletto a lui intitolato.

 

Uno spettacolo cui Bolle - come ha spesso dichiarato - tiene particolarmente, perché riunisce i brani coreografici da lui più amati,  i pas de deux e gli assoli più belli del repertorio classico, moderno e contemporaneo, nell’interpretazione degli amici ballerini provenienti dai migliori ensemble del mondo, conosciuti nelle sue numerose tournée intorno al mondo, nei teatri e nelle compagnie più prestigiose. Nella scorsa edizione di ParmaDanza lo spettacolo ebbe un successo trionfale, e quest’anno Roberto Bolle lo ripropone al suo pubblico con un nuovo, appassionante programma e con un’ugualmente splendida pléiade di ballerini.

 

Particolarmente attesi i due brani interpretati dallo stesso Bolle, perle del repertorio classico, ideali per esaltare le sue perfette qualità tecniche: il pas de deux del Cigno Nero dal Lago dei cigni e il celebre pas de deux detto “dello Schiavo e della Civiltà” del Ballo Excelsior. Accanto a Bolle saranno due partner pure brillantissime quanto a virtuosismi: la spagnola Zenaida Yanowsky, ballerina tra le predilette di Bolle, con cui fa coppia fissa al Royal Ballet di Londra, e l’italiana Monica Perego, di formazione inglese e carriera internazionale.

 

Altri brani classici della serata, ideali per scatenare entusiasmo con il fuoco d’artificio di prodezze tecniche, saranno i pas de deux di Diana e Atteone, e di Don Chisciotte. Il primo sarà interpretato da Monica Perego e dal giovane ballerino russo Anton Bogov; il secondo dalla ballerina napoletana stella del Birmingham Royal Ballet Ambra Vallo - già applaudita a Parma nella Giselle della scorsa stagione - e dal talentuoso emergente del Balletto Mariinskij di San Pietroburgo Andrej Merkur’ev. A quest’ultima coppia sarà affidato anche il Cajkovskij pas de deux, splendido esempio di neoclassicismo brillante firmato dal russo Balanchine su suggestioni imperiali. Non mancherà un capolavoro dei Ballet Russes come L’Uccello di fuoco di Fokin, danzato dai due primi ballerini del balletto di Dresda Olga Melnikova e Ivan Korneev. Loro sarà anche l’interpretazione di un passo a due moderno come  Voluntaries, del grande coreografo americano Glen Tetley. Ancora Lago dei cigni, ma nell’avvincente danza di carattere spagnola, per Lars van Cauwenbergh e Irena Veterova, brillante coppia di primi ballerini del Teatro dell’Opera di Wiesbaden, impegnati anche nel seducente duetto La vie en rose, su celeberrime canzoni di Edith Piaf e Jaques Brel.   

 

Per informazioni: biglietteria del Teatro Regio tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

 
Immagini ad alta definizione sono disponibili on line sul sito del teatro al link
http://www.teatroregioparma.org/parmadanza_2005/bolle/bolle.htm
 
 

Roberto Bolle

Nato a Casale Monferrato, Roberto Bolle è entrato giovanissimo alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala; il primo a notare il suo talento è stato Rudolf Nureyev, che lo ha scelto per interpretare il ruolo di Tadzio nel balletto Morte a Venezia. Nel 1996, appena due anni dopo il suo ingresso nel balletto scaligero, alla fine di un suo spettacolo di Romeo e Giulietta, viene nominato Primo Ballerino dall’allora direttrice del Ballo, Elisabetta Terabust.

Da quel momento è protagonista di balletti classici e contemporanei come La Bella addormentata, Cenerentola e Don Chisciotte (Nureyev), Il lago dei cigni (Nureyev-Dowell-Deane-Bourmeister), Lo schiaccianoci (Wright-Hynd-Deane-Bart), La bayadère (Makarova), Études (Lander), Excelsior (Dell’Ara), Giselle (anche nella nuova versione di Sylvie Guillem), Le spectre de la rose, La sylphide, L’histoire de Manon, Romeo e Giulietta (MacMillan-Deane), Onegin (Cranko), Notre-Dame de Paris (Petit), La vedova allegra (Hynd), Ondine, Rendez-vous e Thaïs (Ashton), In the middle, somewhat elevated (Forsythe), Tre Preludi (Stevenson). Molti anche i ruoli neoclassici: in Agon, Cajkovskij pas de deux ma soprattutto Apollon musagète, che gli ha permesso di ottenere una candidatura al Premio “Benois de la Danse”.

Dal 1996, all’età di soli ventun’anni, si è intensificata la sua carriera internazionale. Ha danzato con il Royal Ballet, il Balletto Nazionale Canadese, il Balletto di Stoccarda, il Balletto Nazionale Finlandese, la Staatsoper di Berlino, il Teatro dell’Opera di Vienna, la Staatsoper di Dresda, Il Teatro dell’Opera di Monaco di Baviera, il Wiesbaden Festival, l’8° e il 9° Festival Internazionale di Balletto a Tokyo, il Tokyo Ballet, l’Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, il Teatro Comunale di Firenze.

Derek Deane, direttore dell’English National Ballet, ha creato per lui due produzioni: Il lago dei cigni e Romeo e Giulietta, entrambe rappresentate alla Royal Albert Hall di Londra.

In occasione del 10° anniversario dell’Opera del Cairo, ha partecipato ad una spettacolare Aida alle piramidi di Giza e successivamente all’Arena di Verona, per una nuova versione dell’opera trasmessa in mondovisione.

Dal dicembre ’98 è Artista Ospite Residente del Teatro alla Scala.

Nell’ottobre del 2000 ha inaugurato la stagione del Covent Garden di Londra con Il lago dei cigni nella versione di Anthony Dowell e in novembre è stato invitato al Bol’šoj  per celebrare il 75° anniversario di Maja Plisetskaja alla presenza del Presidente Putin.

Nel giugno 2002, in occasione del Giubileo, ha danzato a Buckingham Palace al cospetto della Regina d’Inghilterra: l’evento è stato ripreso in diretta dalla BBC e trasmesso in tutti i paesi del Commonwealth. Nell’ottobre del 2002 al Teatro Bol’šoj di Mosca, è stato protagonista con Alessandra Ferri del Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan, nel corso della tournée del Balletto della Scala di Milano.

Nel 2003, in occasione dei festeggiamenti per i 300 anni di San Pietroburgo, ha danzato Il lago dei cigni, ancora con il Royal Ballet, al Teatro Mariinskij. E subito dopo, per il ritorno del Fauno Danzante a Mazara del Vallo, ha danzato L’Après-midi d’un faune di Amedeo Amodio.

Nella stagione 2003-2004 gli viene riconosciuto il titolo di Étoile del Teatro alla Scala.

Nel febbraio del 2004 ha danzato al Teatro degli Arcimboldi di Milano ne L’histoire de Manon, per la prima volta accanto ad Alessandra Ferri. Nel mese di marzo è apparso in mondovisione al Festival di Sanremo, danzando L’Uccello di fuoco, un assolo appositamente creato per lui da Renato Zanella. Invitato al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo nell’ambito del III Festival Internazionale del Balletto, con il Balletto Kirov Roberto Bolle ha danzato il ruolo del Cavalier Des Grieux ne L’histoire de Manon ed è stato inoltre tra i protagonisti del Galà finale danzando il pas de deux dall’Excelsior e Summer di James Kudelka.

Il 1° Aprile 2004 ha ballato al cospetto di Sua Santità Giovanni Paolo II sul sagrato di Piazza San Pietro, in occasione della giornata della Gioventù. Nel mese di maggio è stato invitato all’Opéra di Parigi, dove ha danzato Don Chisciotte, e in dicembre La Bella addormentata. Nel dicembre 2004 ha danzato anche, accanto ad Alessandra Ferri, nel balletto dell’opera Europa riconosciuta, che ha inaugurato la Scala di Milano dopo il restauro. Nel Piermarini restaurato Bolle ha danzato anche nel Galà di stelle di fine anno e, lo scorso aprile, in Giselle, accanto a Svetlana Zacharova.

Nel marzo di quest’anno Roberto Bolle è stato invitato a danzare Apollon musagète al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, in occasione del IV Festival Internazionale del Balletto.

Fra le sue numerose partners: Altynai Asylmuratova, Darcey Bussell, Lisa-Marie Cullum, Viviana Durante, Alessandra Ferri, Carla Fracci, Isabelle Guérin, Sylvie Guillem, Greta Hodgkinson, Margareth Illmann, Susan Jaffe, Lucia Lacarra, Agnes Letestu, Marianela Nuñez, Elena Pankova, Lisa Pavane, Daria Pavlenko, Letitia Pujol, Tamara Rojo, Polina Semionova, Ambra Vallo, Diana Visnëva, Zenaida Yanowsky, Svetlana Zacharova.

Numerosi i premi ricevuti: nel 1995 ha conseguito sia il “Premio Danza & Danza” che il “Premio Positano” quale giovane promessa della danza italiana. Nel ’99, nella Sala Promoteca del Campidoglio a Roma, gli viene assegnato il “Premio Gino Tani” per aver contribuito con la sua attività a diffondere attraverso il linguaggio del corpo e dell’anima i valori della danza e del movimento. L’anno successivo (28 giugno 2000) gli viene conferito in Piazza della Signoria a Firenze il “Premio Galileo 2000” con la consegna del “Pentagramma d’oro”. Riceve inoltre il “Premio Danza & Danza 2001”, il “Premio Barocco 2001” e il “Premio Positano 2001” per l’attività internazionale degli ultimi 5 anni.

Dal 1999 è “Ambasciatore di buona volontà” per l’UNICEF.

  

Anton Bogov

Anton Bogov è nato nel 1975 a Omsko, in Russia. Si è diplomato alla Scuola di Balletto di Alma-Ata e nel 1992 è entrato nella compagnia del Teatro. Nel 1993 ha vinto il Concorso di Mosca ed ha effettuato una tournée in Giappone. Nel 1994 è entrato nella Compagnia del Teatro dell’Opera di Maribor. Ha danzato nei più importanti balletti del repertorio classico, come Giselle, Il lago dei cigni, La sylphide, La fille mal gardée, Don Chisciotte, Romeo e Giulietta, Le spectre de la rose, Shéherazade, Carmen, Spartacus, Coppélia e La bayadère. Ospite del Teatro dell’Opera di Lubiana, ha effettuato tournée in tutta Europa. Ha vinto premi importanti, in concorsi in Corea, Giappone, Ungheria e Lussemburgo.

  

Lars van Cauwenbergh

Nato in Belgio, Lars van Cauwenbergh ha studiato alla Higher Ballet School di Anversa. Successivamente è entrato a far parte del Royal Ballet of Flanders e dell’English National Ballet. Dal 1992 è Primo Ballerino al Teatro dell’Opera di Wiesbaden. Il suo repertorio include: Coppélia e Romeo e Giulietta di Ashton, Don Chisciotte di Nureyev, Lo schiaccianoci di Schaufuss e di van Cauwenbergh, Cenerentola di Panov e di Moreland, Giselle, La Bella addormentata di Petipa, La sylphide di Schaufuss e di Flindt, Sogno di una notte di mezza estate e La Fille mal gardée di Spoerli, I tre moschettieri di Prokovsky, Napoli divertissement di Bournonville, Études di Lander, Echoing of the trumpets di Tudor, Symphony in three movements di Christie, Symphony in D di Kylián, Boléro di Béjart, Variations di Verdy, Tango plus e Carmina Burana di Wainrot. Lars è stato interprete di molte coreografie di Balanchine quali Allegro brillante, I quattro temperamenti, Serenade, Caikovskij pas de deux, Scottish symphony e Capriccio. E numerosissimi sono i balletti di Ben van Cauwenbergh quali: Il lago dei cigni, Till Eulenspiegel, Letzten Sommer, Danze ungheresi, Percussion e Gaité parisienne.

Lars van Cauwenbergh è stato anche ospite di numerose compagnie, fra le quali quelle del Théâtre du Capitole di Tolosa, dello Stadtheater di Lucerna, del Theater der Stadt di Bonn, del West Australian Ballet, della Deutsche Oper di Berlino, del Ballet Victor Ullate e del Ballet de l’Opéra di Nizza.

  

Ivan Korneev

Dopo il diploma nel 1989 all’Accademia di Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca, Ivan Korneev entra nel Balletto Classico di Mosca, dove diventa Primo Ballerino nel 1993. Danza Sigfrido ne Il lago dei cigni, Tebaldo in Romeo e Giulietta e altri ruoli solisti nel repertorio della compagnia. Nel 1991 vince l’International Ballet Competition di Osaka, in Giappone, con menzione speciale e nel 1996 a Shangai come miglior coppia. Nel 2001 è nominato “Artista emerito di Russia”. Nell’agosto del 2001 Vladimir Derevianko lo chiama nella compagnia che dirige, il Balletto di Dresda, dove, dopo una sola stagione, è promosso Primo Solista. Nel suo repertorio figurano i seguenti ruoli: Demetrio e Oberon in Sogno di una notte di mezza estate, Günther ne Lo schiaccianoci, Dorkon in Daphni e Cloe di Neumeier, Albrecht in Giselle e Basilio in Don Chisciotte nelle versioni di Derevianko, Petruccio ne La bisbetica domata di Cranko, il pas de deux di Voluntaries di Glen Tetley, Die Schöpfung di Scholz, il Poeta nella Chopiniana di Derevianko da Fokin, lo Zarevic ne L’Uccello di fuoco di Liepa da Fokin.

  

Olga Melnikova

Dopo il diploma nel 1989 all’Accademia Vaganova, nel corso di Ninel’ Kurgapkina, Olga Melnikova entra nella compagnia di Balletto Kirov del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Nel 2000, su invito del direttore Vladimir Derevianko, entra nel Balletto di Dresda, dove nella stagione 2003-2004 è nominata Solista e nell’agosto 2005 Prima Ballerina. Con il Balletto di Dresda danza i seguenti ruoli: Mercedes in Don Chisciotte e Myrtha in Giselle nelle versioni di Derevianko, Lykainion in Daphni e Cloe e Titania in Sogno di una notte di mezza estate di Neumeier, Bianca ne La bisbetica domata di Cranko, Charlotte ne Le affinità elettive di Schilling, il pas de deux di Voluntaries di Glen Tetley,  il ruolo principale in Die Schöpfung di Uwe Scholz. Recentemente ha aggiunto al suo repertorio il ruolo del titolo ne L’Uccello di fuoco di Andris Liepa da Fokin e il ruolo solista in Chopiniana di Fokin nella ripresa di Derevianko.

  

Andrej Merkur’ev

Andrej Merkur’ev è nato a Syktyvkar, in Russia. Nel 1996 si diploma alla Scuola Coreografica di Ufa ed entra nella compagnia del Teatro di Stato di Syktyvkar. Dal 1997 è Solista del Teatro Malj di San Pietroburgo. Dal 2001 diventa Solista del Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Il suo repertorio include: La sylphide, Giselle, Don Chisciotte, Le Corsaire, Paquita, La Bella addormentata, Romeo e Giulietta di Lavrovskij, Lo schiaccianoci di Ratmanskij,  Carmen e Le jeune homme et la mort di Roland Petit, Three Ballets di John Neumeier, Steptext e In the middle somewhat elevated di Forsythe, Il figliol prodigo e La valse di Balanchine. Andrej Merkur’ev ha vinto premi in concorsi internazionali di balletto negli anni 2000 e 2001 e ha ricevuto il Premio Nazionale “Maschera d’oro” nel 2005. Ha inoltre interpretato il ruolo principale in un film musicale su Richard Strauss con coreografie di Boris Eifman.

  

Monica Perego

Nel 1990 Monica Perego vince il Primo Premio al concorso “Benetton Danza”, consistente in una borsa di studio presso la Royal Ballet School di Londra. Successivamente entra a far parte dell’English National Ballet divenendo Principal Dancer nel 1997. Interpreta i più importanti ruoli classici e novecenteschi, tra i quali: Il lago dei cigni, La Bella addormentata, Romeo e Giulietta, Giselle, Cenerentola, Coppélia, Don Chisciotte, Who cares?. Dal 2002 balla come Étoile ospite con il Balletto di Roma, il Tokyo City Ballet, il K-Ballet, il Teatro dell’Opera di Stoccolma, lo Shangai Ballet. Ha partecipato a numerosi Galà, tra i quali il 50th Birthday Wings in memoria di Lady Diana, Birthday Offering in onore della Principessa Margareth, il Festival di Genzano, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, Stelle dell’English National Ballet a Madrid e Saragozza. Ha Interpretato inoltre un ruolo nel film Alexander di Oliver Stone e ha partecipato alla trasmissione Amici di Maria de Filippi. Tra i numerosi riconoscimenti il “Premio Positano” nel 1999 e la “Ginestra d’oro” nel 2003.

  

Ambra Vallo

Nata a Napoli, all’età di dodici anni Ambra Vallo, nel corso di uno stage a Venezia, viene notata da Rita Poolword, Étoile di Maurice Béjart, che la presenta alla Royal Ballet School of Flanders dove poi si diplomerà. All’età di diciassette anni è diventata Solista al Royal Ballet of Wallons e successivamente al Royal Ballet of Flanders, dove si è specializza nel repertorio balanchiniano. Invitata da Vladimir Vassiliev al Teatro dell’Opera di Roma come guest, a soli 18 anni, ha ballato il ruolo di Kitri in Don Chisciotte. Per l’interpretazione di Kitri ha ricevuto anche il “Premio Positano Leonide Massine” al merito e, al Galà Vignale Danza, il premio speciale “Astro nascente della danza italiana”. Nel 1993 è entrata a far parte dell’English National Ballet ed è stata subito promossa Senior Soloist. Alla sua prima interpretazione di Giulietta, con la coreografia di Rudolf Nureyev, è stata nominata sul palcoscenico Prima Ballerina ricevendo i complimenti personali di Lady Diana presente in sala. Beniamina del pubblico inglese, definita “diamond” dal Times (Debra Crain) e “First Class Ballerina” da The Stage (Emma Manning), per la rapida carriera internazionale ha ricevuto il “Premio Danza & Danza” quale giovane interprete del balletto classico. Dal 1996 danza con il Birmingham Royal Ballet dove nel 2001 è stata nominata Principal Dancer. Il suo repertorio include: Romeo e Giulietta, Giselle, Il lago dei cigni, Lo schiaccianoci, Don Chisciotte, La Bella addormentata, La bayadère, Paquita, Cenerentola, Coppélia, La fille mal gardée, Napoli, Études, Graduation ball, Elite syncopations, The two pigeons, Voices of spring, Diana e Atteone, Esmeralda, Le corsaire. Molti i balletti di Balanchine: Serenade, I quattro temperamenti, Concerto barocco, Apollon musagète, Caikovskij pas de deux, Square dance. Ambra Vallo ha vinto la Medaglia d’oro al Gran Premio Internazionale del Lussemburgo, la medaglia d’oro al Concorso Internazionale di Rieti e il Premio quale migliore ballerina straniera ad Houlgate, in Francia. Recentemente è stata inserita nel “Debretts people of today” tra i mille personaggi più famosi in Inghilterra per eccezionali meriti artistici, culturali, scientifici o politici.

  

Irena Veterova

Irena Veterova è nata a Skopje, in Macedonia, dove fino al 1989 ha frequentato la Scuola di Ballo di Stato diplomandosi con E. Kusovska del Teatro Bol’šoj di Mosca. Irena è stata Prima Solista al Teatro dell’Opera di Skopje dove si è esibita nei ruoli principali di molti balletti, tra i quali La Fille mal gardée, Don Chisciotte, Giselle. Nel 1993 è entrata a far parte, come Solista, della compagnia del Teatro dell’Opera di Wiesbaden, sotto la direzione di Ben van Cauwenbergh, che per lei ha creato Till Eulenspiegel e Il lago dei cigni. La stagione seguente è stata nominata Prima Ballerina ed ha interpretato i ruoli principali in Lo schiaccianoci, Giselle, Apollon musagète, La sylphide, Romeo e Giulietta, Sogno di una notte di mezza estate, Carmen, Le tre sorelle, La Bella addormentata. Ha lavorato con Peter Schaufuss, Maja Plisetskaja, Patricia Neary, Violette Verdy, Valerj Panov, Heinz Spoerli. Irena è ospite nelle maggiori compagnie d’Europa e Giappone. Ha vinto due medaglie d’oro alla Yugoslavian Ballet Competition e una medaglia d’argento in Lussemburgo. Nel 1997 ha ricevuto un premio speciale dal Ministero della Cultura tedesco. Irena Veterova è anche membro del CID-UNESCO e si esibisce in molti Galà di beneficenza, sia per l’UNICEF che per numerose organizzazioni che si occupano di lotta al cancro e all’Aids.

  

Zenaida Yanowsky

Nata a Lione,  in Francia, ma cresciuta a Madrid e a Las Palmas, Zenaida Yanowsky ha cominciato a studiare con i suoi genitori alla Yanowsky School. Nel 1992 ha vinto la Medaglia d’Argento al prestigioso Concorso di Varna a cui si sono aggiunti nel 1993 il Primo Premio alla European Younger Dancer Competition e nel 1994 la medaglia d’oro al Concorso di Jackson negli Stati Uniti. Nel 1993 è entrata a far parte della compagnia dell’Opéra di Parigi includendo nel suo repertorio Kitri in Don Chisciotte, Caikovskij pas de deux, Esmeralda e Le corsaire pas de deux. Nel 1994 è entrata a far parte del Royal Ballet ed è stata promossa First Artist nel 1995, Soloist nel 1996, First Soloist nel 1999 e Principal Dancer nel 2001. Da quando è in compagnia ha danzato La Bella addormentata (la Fata dei Lillà), Il lago dei cigni (Odette/Odile), Giselle (Myrtha), La bayadère (Gamzatti), Don Chisciotte (la Regina delle Driadi), Raymonda, Cenerentola di Ashton, Fearful symmetries di Page, Symphony in C e Serenade di Balanchine, Amores di Tetley, Concerto di McMillan e Towards poetry di Baldwin.

Nella stagione 1999-2000 ha danzato Coppélia nella produzione di Ninette de Valois e in Les noces della Niz?inskaja. Nella stagione 2000-2001 ha debuttato in La valse di Ashton. Molti coreografi hanno creato ruoli per lei, tra questi Twyla Tharp in Mr. Wordly Wise, suo primo lavoro per il Royal Ballet, e Two part invention; Ashley Page in This house will burn, Chistopher Wheeldon in There where she loves e William Tuckett in The Magpie’s tower, prima assoluta per la compagnia. È stata interprete dei film Duet e The Sandman (Channel4) e recentemente di Riot of the Rite.


 

 

 

ParmaDanza 2005

III Festival internazionale di danza

Teatro Regio

14 ottobre  - 20 novembre

 

_______________________________________________

 

 

sabato 12 novembre 2005, ore 20.30 - fuori abbonamento

domenica 13 novembre 2005, ore 20.30 - fuori abbonamento

 

Roberto Bolle and Friends

Galà di danza

 

Con  Roberto Bolle Étoile internazionale e del Teatro alla Scala

Anton Bogov Primo Ballerino del Teatro dell’Opera di Maribor

Lars van Cauwenbergh Primo Ballerino del Teatro dell’Opera di Wiesbaden

Ivan Korneev Primo Ballerino del Balletto di Dresda

Olga Melnikova Prima Ballerina del Balletto di Dresda

Andrej Merkur’ev Primo Solista del Balletto Mariinskij di San Pietroburgo

Monica Perego Prima Ballerina dell’English National Ballet

Ambra Vallo Prima Ballerina del Birmingham Royal Ballet

Irena Veterova Prima Ballerina del Teatro dell’Opera di Wiesbaden

Zenaida Yanowsky Prima Ballerina del Royal Ballet di Londra

Direzione Artistica Marco Borelli

Assistente alla Direzione Artistica Paola Belli

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl