Voci per la Liberta' - Una Canzone per Amnesty 2011

19/lug/2011 23.31.32 Glitter&Soul Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

"Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty 2011"
- festival realizzato in collaborazione con Amnesty Italia -
dal 21 al 25 LUGLIO a Villadose (RO)

(c/o Stadio di Rugby, via Pelandra)

 

Voci per la Libertà compie 14 anni!

Il festival dedicato alla promozione e diffusione dei valori della Dichiarazione universale dei diritti umani - attraverso la cultura musicale e l'arte in genere - è un appuntamento ormai irrinunciabile e questa edizione intende ribadirlo, con un programma ricco di appuntamenti che non si limitano ad un discorso strettamente musicale, creando una connessione unica tra suoni, diritti, parole e legami con il territorio.
Ma Voci per la Libertà è, prima di tutto, un festival dedicato alla musica dal vivo: introdotti dai conduttori Gianluca Polverari e Savino Zaba, sul palco si alterneranno i finalisti del "Premio Amnesty Emergenti", che sarà assegnato al brano che meglio avrà saputo interpretare e rappresentare i principi della Dichiarazione universale dei diritti umani, ma anche nomi importanti della scena musicale italiana, ovvero Mojomatics, Yo Yo Mundi e Africa Unite. E Simone Cristicchi, che domenica 24 riceverà il prestigioso Premio Amnesty Italia.

A decidere i vincitori del "Premio Amnesty Emergenti" sarà una giuria specializzata: Giò Alajmo (Il Gazzettino), Alessandro Besselva Averame (Il Mucchio), Javier Gonzalez Diez (Amnesty), Gabriele Guerra (Freequency), Michele Lionello (direttore artistico Voci per la Libertà), Carla Martelli (Glitter&Soul), Elisa Orlandotti (Jam), Aurelio Pasini (Il Mucchio), Gianluca Polverari (Radio Città Aperta), Riccardo Pozzato (musicista direttivo VXL) Giordano Sangiorgi (MEI), Pino Scarpettini (Fiofa), Patrizia Vita (Amnesty) e Savino Zaba (Radio 2).

 

Lunedì 25, infine, si alzeranno i calici per brindare al 50° anniversario di Amnesty International. Ad animare il compleanno, alcuni amici artisti da anni impegnati a collaborare con l'associazione umanitaria nella grande sfida di dar voce ai diritti umani attraverso la propria arte: sul palco, Grazia Negro e Roy Paci, Riserva Moac, Gianmaria Testa e l'attore Roberto Citran.

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

Oltre la musica

I 50 anni di Amnesty
Un giorno del 1961, in Portogallo, due studenti alzarono in aria i loro calici per brindare alla libertà in un paese, tra i molti, dove la libertà era negata. Per questo semplice gesto, furono arrestati. Venuto a conoscenza del fatto, il 28 maggio del 1961, l'avvocato inglese Peter Benenson lanciò dalle colonne del quotidiano di Londra The Observer un “Appello per l'amnistia”: il suo articolo “I prigionieri dimenticati” raccontava la vicenda dei due giovani portoghesi e di altri che, come loro, in altri paesi, erano stati arrestati solo per aver espresso le loro opinioni, e auspicava una azione comune in grado di fare "qualcosa di efficace". Sono passati 50 anni da quella campagna mondiale, e “qualcosa di efficace” è stato fatto: la candela della speranza arde ancora oggi. Da allora il mondo è cambiato e Amnesty International, l’associazione nata dall’idea di Benenson, è stata ed è ancora parte attiva di questo cambiamento. E quella candela accesa è il suo simbolo. A chi sarà con noi a Villadose racconteremo i successi e le campagne di mezzo secolo di impegno per i diritti umani, i passi avanti e le sfide future.

Genova
Oltre i 50 anni di Amnesty, un altro anniversario importante si celebra quest’anno, i 10 anni dal G8 di Genova. Tra il 19 e il 22 luglio, il paese si trovò a vivere ciò che i commentatori poi definirono una “sospensione della democrazia”: aggressioni indiscriminate della polizia verso manifestanti pacifici e giornalisti durante i cortei; violenze gratuite nel raid del 22 luglio alla scuola Diaz; arresti arbitrari e maltrattamenti nel carcere provvisorio di Bolzaneto. Il 20 luglio, Carlo Giuliani, un ragazzo di 23 anni, morì per un colpo di pistola esploso da un carabiniere. Dieci anni dopo, chiunque abbia a cuore i diritti umani dovrebbe chiedersi come le istituzioni italiane abbiano reagito di fronte alle gravi responsabilità della polizia emerse attraverso i processi, cosa abbiano fatto perché quanto accaduto non si possa ripetere. Le risposte sono state laconiche e deludenti: i processi sulla Diaz e Bolzaneto, arrivati alla sentenza d’appello nel 2010, hanno visto decine di funzionari dello stato tra medici, carabinieri, agenti di polizia di stato e penitenziaria, ritenute responsabili per violenze fisiche e psicologiche, calunnie, falsi ma senza una punizione adeguata per la mancanza del reato di tortura nel codice penale e la prescrizione per i reati minori. Le autorità non hanno avuto parole di scuse per le vittime, né hanno avviato un ripensamento serio sulle cause. Anche di questo parleremo all’interno del festival Voci per la libertà, anche in occasione della consegna del Premio Amnesty a Simone Cristicchi, per la canzone “Genova brucia” che ricorda proprio quanto accaduto a Genova nel 2001.

La mostra
Una storia da raccontare: 50 anni per i diritti umani”
Questa mostra raccoglie una selezione di poster per raccontare attraverso il tempo e lo spazio questi 50 anni di attività, campagne e successi in favore dei diritti umani. Gli stessi poster sono stati raccolti nel libro celebrativo
"Io manifesto per la libertà" (Fandango Libri), affiancati da testi che autori di fama nazionale e internazionale, ognuno a proprio modo, hanno dedicato ad Amnesty International e alle sue campagne.

Ecofestival
Voci per la libertà promuove la sostenibilità ambientale, e intende diventare un Ecofestival, ovvero un festival musicale ecosostenibile. Già da questa edizione il festival si è posto come obbiettivo prioritario la riduzione dell'impatto ambientale attraverso nuovi scenari sostenibili di consumo e gestione delle risorse. Tutti i materiali cartacei legati alla promozione della manifestazione, ad esempio, sono stati realizzati in carta FSC, contenente legno proveniente da foreste gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici, e gran parte delle posate utilizzate per la ristorazione all'interno del festival sono in materiale biologico.

Il giardino dei diritti
Ludoteca VXL: Il gruppo CTG Villagiò di Villadose organizzerà uno spazio all’interno del festival completamente dedicato ai più piccoli. Attraverso giochi da tutto il mondo, disegni e laboratori creativi si affronterà in maniera giocosa il tema della solidarietà e dei diritti umani.

La prevenzione a VxL
Durante le serate del festival saranno presenti gli Educatori di Strada del progetto “Terra di mezzo” e l’Associazione Orius con il progetto “Drink not drunk”, allo scopo di informare i giovani presenti in merito all’abuso di alcool e di sostanze stupefacenti. Sarà inoltre possibile effettuare gratuitamente, in forma anonima, l’alcool test.

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

 

Il programma musicale:

presentano: Gianluca Polverari (Radio Città Aperta) e Savino Zaba (Radio 2)

Giovedì 21 Luglio
In concorso:
Emanuele Bocci, Heza, Rebi Rivale
Ospiti:
MOJOMATICS
una delle più interessanti formazioni garage rock italiane, affermatasi da tempo anche all'estero grazie alle travolgenti esibizioni dal vivo

Venerdì 22 Luglio
In concorso:
Autoreverse, Repsel
Ospiti:
YO YO MUNDI
la formazione piemontese, da anni vicina ad Amnesty International, ha da poco pubblicato il suo ottavo album, Munfrà, lavoro accolto ottimamente dalla critica che conferma la qualità del cantautorato folk del gruppo di Acqui Terme

Sabato 23 Luglio
In concorso:
Areamag, Fuori Forma, Puntinespansione
Ospiti:
AFRICA UNITE
la più importante formazione reggae italiana festeggia quest'anno i trent'anni di attività e proporrà al pubblico di Villadose vecchi e nuovi brani

Domenica 24 Luglio
Conferenza stampa Pai 2011 presso il Municipio di Villadose alle ore 18.30 (aperta al pubblico) con:
Simone Cristicchi (vincitore del Premio Amnesty Italia con il brano "Genova Brucia")
Riccardo Noury (Portavoce della Sezione Italiana di Amnesty International)
Javier Gonzalez Diez (Vice Presidente della Sezione Italiana di Amnesty International)

Dalle ore 21.00 sul palco i 5 finalisti selezionati nel corso delle serate precedenti da una giuria specializzata si contenderanno il “Premio Amnesty Emergenti 2011
Ospite:
SIMONE CRISTICCHI, Vincitore del Premio Amnesty Italia 2011
il cantautore romano ha vinto il festival di Sanremo nel 2007 con “Ti regalerò una rosa”, e dopo aver scritto spettacoli teatrali, documentari e libri ha pubblicato nel 2010 l'album “Grand Hotel Cristicchi”, premiato da critica e pubblico, contenente “Genova Brucia”.

 

 

Lunedì 25 Luglio
Buon Compleanno Amnesty - 50° Anniversario di Amnesty International
L'Human Right Tour 50° a Villadose, grandi ospiti per una serata di brindisi e musica con
Grazia Negro feat Roy Paci, Gianmaria Testa, Riserva Moac e Roberto Citran.

 

 

L'ingresso a tutti i concerti è libero
Tutte le sere:
Maxischermo – Area associazioni - Mercatino - Bar – Paninoteca – Ristorante

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

 

Polesine: terra ospitale tra due fiumi

Il Polesine è una terra ricca di storia, cultura, tradizioni, un luogo dove la natura offre scenari spettacolari. Terra d’acque, di paesaggi sognanti e di atmosfere infinite, straordinario palcoscenico naturale, dove l’acqua si muove maestosa, tra golene, isole sabbiose, e il Po, con il suo delta, arriva placido al mare attraverso un labirinto di acque e canneti, paradiso per una fauna variegata. La provincia di Rovigo unisce ad una natura sorprendente una straodinaria ricchezza culturale che si propone all’ospite nelle città, nei piccoli centri, nelle architetture di ville, palazzi e chiese, nei musei, ma anche nelle tradizioni, nella gastronomia, nel calore della gente.
Scopri il Polesine e le sue bellezze:
www.polesineterratraduefiumi.it

 

-----------------------------------------





 

Una iniziativa di:
Associazione Culturale Voci per la Libertà –Sezione Italiana Amnesty International - Centro Ricreativo Giovanile - Comune di Villadose - Provincia di Rovigo - Regione Veneto

Con il supporto di:
Audiocoop - Rete dei Festival - Glitter & Soul - Suono e Immagine - Federazione Italiana Organizzazione Festival d'Autore - MArteLive - Vrban - AS2 - Zowart

Media Partner
What's Up – Area News - Freak Out - Sound & Vision Magazine - Freequency - Jam - Il Mucchio - Il Gazzettino - Radio Base - LaScena - ViaVaiNet - Sbngs - La Voce di Rovigo

Main Sponsor
Copma - CSV Rovigo - R.F. Motors - Amplifon Filiale di Rovigo

 

 

INFORMAZIONI:
Ass Culturale Voci per la Libertà
www.vociperlaliberta.it
www.myspace.com/vociperlaliberta
www.facebook.com/vocixlaliberta
E.mail info@vociperlaliberta.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl