2Agorà live al Madre in "The Garden of Love"

22/ago/2011 11.51.52 Victoriano Papa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Mercoledì 24 agosto 2011, ore 21:30, al Museo Madre (via L. Settembrini n. 79 – Napoli) altro happening musicale, a cura di “PROGETTO SONORA”, nell’ambito della IV edizione di “Un’Estate al Madre”, con 2AGORÀ (Domenico Luciano ed Eugenio Catone) in “The Garden of Love”. Ingresso 12,00 €. Info e prenotazioni: 081/19313016, prevendite circuito www.go2.it “THE GARDEN OF LOVE” – 2AGORÀ (DOMENICO LUCIANO & EUGENIO CATONE) La Formazione: Domenico Luciano sassofoni; Eugenio Catone pianoforte. Dopo l’ottima performance dello Gnu Quartet e di Pier Cortese e Roberto Angelini venerdì scorso, il prossimo appuntamento musicale di “Un’Estate al Madre” è con l’estro e il virtuosismo di un duo di giovani musicisti, rispettivamente al sax e al piano. Nel cortile del Museo Donnaregina, infatti, Domenico Luciano ai sassofoni ed Eugenio Catone al pianoforte, daranno vita a un’esibizione che spazia, senza soluzione di continuità, dal repertorio classico a quello contemporaneo, da pezzi più o meno famosi o ricercati, sino a loro inediti, presentati per l’occasione in questa formazione essenziale, ma caratterizzata da un equilibrato interplay. Senza dubbio felice, difatti, è il dialogo in scena tra i due strumentisti, talenti precoci provenienti dai Conservatori campani, diplomati col massimo dei voti, specializzati come concertisti e avvezzi a suonare tanto in duo, riscuotendo pieni successi, premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, tanto in ensemble più articolati e ampi. Un duo sax e piano di giovani e brillanti virtuosi che nelle loro performance, accanto all’indubbia perizia tecnica e al rigore musical-filologico, non rifiutano spazio all’invenzione e all’improvvisazione. Nelle tournèe internazionali, che li vedono impegnati sempre più frequentemente, propongono assolute novità e ‘classici della musica contemporanea’ di autori giapponesi (T. Yoshimatsu), olandesi (Jacob Ter Veldhuis), inglesi (Michael Nyman) e spagnoli (Pedro Iturralde). Il programma del concerto: Helin 10’ (Daniele Salvatore); The Garden of Love 7’ (Jacob TV); Storm 6’ (Jacob TV); Fuzzy bird sonata 15’ (Takashi Yoshimatsu); May this bliss never end 6’ (Jacob TV); Tango Club (Roberto Molinelli); St Petersburg variation 2010/13’ (Eugenio Catone); Kernel 32 4’ (Marco Vanni); Suite Hellenique 10’ (Pedro Iturralde). Il I brano sarà accompagnato dalla voce fuori campo registrata di ARNOLDO FOÀ che reciterà i versi di “HELIN” di Kemal Burkay, nato in Turchia nel ’35, uno degli intellettuali più attivi in Europa. Seguiranno 2 video sulle musiche di Jacob TV, eclettico compositore olandese ultra-tonale, post-minimalista, avant-pop, post-modernista, collagista, iper-romantico, autore di una serie di video-opere in cui si fondono immagini di media e personaggi celebri con parole dei potenti tramutate in rap martellanti, jazz-sessions, heavy-metal tracks, il tutto legato dalla presenza ossessiva del simbolo di Jacob TV: il boombox, il radiolone delle spiagge anni ’70. Il video più significativo, poi, è quello di Amber Boardman che accompagnerà il brano “The Garden of Love”, tratto dall’omonima poesia del poeta inglese William Blake. E ancora. YOSHIMATSU, compositore contemporaneo giapponese tra i più interessanti, nel cui sound si miscela musica classica, rock, contemporanea e popolare. “Fuzzy Bird” è uno dei pezzi più belli, scritti per la sorella morta di tumore. Tango Club, invece, fa parte della suite di Roberto Molinelli “Four pictures from New York”, brano del 2001 in 4 tempi, in cui la musica d’autore regala al pubblico un vero e proprio viaggio sonoro nella Grande Mela. St Petersburg variation 2010 è un inedito dello stesso Eugenio Catone: si tratta di variazioni sul capriccio 24 di Paganini in vari stili musicali, in cui il virtuosismo di sax e piano possono avere campo libero. Suite Hellenique è un brano popolare greco del sassofonista spagnolo Iturralde; è in 4 tempi: Kalamatianos, danza tipica greca in ritmo 7/8; Funky; Valse Jazz e Kritis, danza dell’isola di Creta.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl